logo CNJ-onlus  Coordinamento
Nazionale per la Jugoslavia


Segnalazione

TESTA PER DENTE

mostra fotografica

ESPOSIZIONI E PRESENTAZIONI




E' finalmente disponibile la mostra fotografica


“TESTA per DENTE”
CRIMINI FASCISTI IN JUGOSLAVIA 1941/1945

IMMAGINI, DOCUMENTI, LETTERE DAI TERRITORI OCCUPATI
e dai campi di deportazione italiani per civili slavi
scelti e presentati da Pol Vice
grazie ai contributi di Claudia Cernigoi, Alessandra Kersevan, Sandi Volk, Coord. Naz. per la Jugoslavia ONLUS, Giancarlo Feriotti e altri.

La Mostra didattico - documentaria in 18 pannelli è costituita dalle seguenti sezioni:

Introduzione 2 pannelli:
1 LE TERRE CONTESE - fascismo di frontiera  /  2 1941 L’ INVASIONE - I PROGETTI dei “Boni Taliani”

Occupazione 6 pannelli:
1 FACCE DIVERSE DEL POTERE  /  2A,  2B,  2C  ORDINI militari e “civili”  /  3A, 3B  ESECUZIONI dall’Isonzo al Montenegro

Slovenia («La travagliata strada verso la libertà») 7 pannelli:
1 Lubiana  /  2 MVAC – partigiani – processo di Preserje  /  3 Azioni militari...  /  4 Rappresaglie sugli ostaggi  /  5 Offensiva estate ’42  /  6 La “Mano Nera”  /  7 Le atroci follie...

Internamento 2 pannelli: 
1 I LAGER ITALIANI  /  2 Vita (e morte) da internati

Appendice 1 pannello:
FONTI principali e CONSIGLI DI LETTURA.
un pannello della mostra







Scopo della mostra è di fornire  uno strumento didattico e culturale che serva da stimolo per colmare un grave “vuoto” di in-formazione nella  memoria storica collettiva, soprattutto quella dei nostri giovani. Pur essendo note da tempo presso gli studiosi più attenti, le verità sulle tragiche vicende che hanno accompagnato e seguito le avventure imperialiste del fascismo italiano (in particolare quelle verso la sponda orientale dell'Adriatico) sembrano essere state rimosse (per non dire censurate) da parte degli organi più o meno “ufficiali” di informazione e di divulgazione, praticamente dal dopoguerra fino ad oggi.

Gli autori, impegnati da diversi anni in approfondite  ricerche su questi argomenti, sono convinti che sia quanto mai necessario e urgente provvedere a risvegliare e a far ri-crescere nella società civile italiana (e non solo) la coscienza che i valori della Resistenza antifascista (al di là della retorica ufficiale) non sono mai stati realmente e coerentemente perseguiti dalla classe di governo della nostra Repubblica – a partire dai mancati processi ai criminali di guerra -. La storia recente infatti ha visto non l’affermarsi in Italia di una democrazia sostanziale, ma l’occupazione dello Stato da parte di diversi “blocchi di potere”: da quello “democristiano”, a quello “massonico” (prima deviato e golpista, poi normalizzato con l’attuazione del «piano di rinascita democratica»), fino all’attuale gestione bipartisan e neocorporativa della crisi generale di accumulazione capitalista, con segnali di degenerazione sempre più evidenti. 
   
Sarà bene precisare che nella mostra non c'è nulla che possa essere paragonato a una “fiction”. Il forte impatto emotivo di alcuni contenuti è legato esclusivamente alla loro funzione documentaria. Le immagini e gran parte dei testi sono tratti da pubblicazioni e documenti originali dell'epoca (cfr. elenco delle fonti e bibliografia completa). Senza pretendere una completezza e una profondità di analisi impossibili da ottenere con un tale mezzo divulgativo, la cura nella ricerca e nella scelta del materiale è tale da non temere critiche fondate sul piano storico e metodologico.

(a cura di Pol Vice)

E' in distribuzione il CD della mostra "TESTA per DENTE" crimini fascisti in Jugoslavia 1941-1945, con i file .PDF, gli allegati e altro.
Sarà inviato per posta a chiunque ne faccia richiesta dietro versamento di un contributo di 20 euro, in uno dei due modi seguenti:
 
- inviando (via fax, posta o email) copia della ricevuta del versamento nel  c.c.p. n° 16641334 intestato a
Edizioni Kappa Vu, via Zugliano 42, 33100 Udine
tel / fax 0432530540 - info@kappavu.it  / www.kappavu.it
 
- oppure con bonifico in
CONTO BANCOPOSTA n. 88411681 intestato a JUGOCOORD ONLUS, Roma
IBAN:  IT 40 U 07601 03200 000088411681
causale TESTA PER DENTE - per informazioni: jugocoord@tiscali.it

Il formato consigliato per i pannelli è 60x80 cm.
Il curatore e CNJ-onlus sono disponibili per fornire suggerimenti tecnici, partecipare o contribuire alla promozione delle iniziative di presentazione. Per altro aiuto tecnico (ad es. per la stampa) e per l'aiuto nella promozione di presentazioni pubbliche rivolgersi a CNJ-onlus: jugocoord@tiscali.it.


un pannello della
                    mostra




ESPOSIZIONI E PRESENTAZIONI DELLA MOSTRA:





---

sabato 30 luglio 2011

Borgo San Lorenzo - FI

dalle ore 18.00 presso la Festa di Liberazione

esposizione della mostra "Testa per dente"
18 pannelli sui crimini fascisti in Jugoslavia dal 1941 al 1945

Segnalato da: Caat Firenze


---

dal 2 al 10 aprile 2011

a PARMA

presso la sala della Galleria Sant'Andrea (via Cavestro, 6)

sabato 2 aprile alle 17
INAUGURAZIONE
alla presenza dell'autore Paolo Consolaro (Pol Vice)

SCARICA LA CARTOLINA PROMOZIONALE:
FRONTE - RETRO


---

dal 25 marzo al 3 aprile 2011

a VITERBO

nell'ambito delle iniziative su Confine orientale italiano, occupazione fascista dei Balcani e foibe

presso la Sala Gatti, via Macel Gattesco
Orario mostra: 17,00 - 20,00. Mattina riservato alle scuole, visita su prenotazione. Tel.: 338/7222658

venerdì 25 marzo, ore 17,00
INAUGURAZIONE
alla presenza dell'autore Paolo Consolaro (Pol Vice)
A seguire, musica dai Balcani con i Gadje Niglos

SCARICA LA LOCANDINA (PDF 5MB)


Incursione fascista durante l'inaugurazione:
Breve report, rivendicazione fascista e comunicato ANPI
Rassegna stampa: http://tusciaweb.it/notizie/2011/marzo/27_3pound.htm
http://www.viterbonews24.it/news/marini:-condanno-fortemente-quanto-accaduto-ieri_380.htm

Da: anpi.vt @ libero.it
Data: 05 aprile 2011 23.08.53 GMT+02.00

Resoconto della manifestazione su Crimini fascisti e foibe

tenuta a Viterbo dal 25 marzo al 3 aprile 2011

Sabato 2 aprile si è conclusa la manifestazione Confine orientale italiano, occupazione fascista dei Balcani e foibe organizzata dal Partito della rifondazione comunista di Viterbo, in collaborazione con i comitati provinciali Anpi e Arci e associazione Fata Morgana.
I tre incontri, più quello fuoriprogramma, con l’esibizione in solidarietà di Antonello Ricci e la Banda del racconto, hanno visto una partecipazione mai registrata in analoghe precedenti occasioni: dalle cinquanta alle settanta persone a volta. Centinaia di persone hanno quindi visto la mostra Testa per dente, Crimini fascisti in Jugoslavia, 1941-1945 a cura di Paolo Consolaro. Decine e decine di giovani e giovanissimi, adolescenti o poco più, sono così venuti a conoscenza di un aspetto del Secondo conflitto mondiale ai più sconosciuto, per ragioni squisitamente politiche. La manifestazione, com’è noto, è stata caratterizzata dall’incursione a scopo intimidatorio di Casa Pound Viterbo il 25 marzo, mentre si stava chiudendo la presentazione della mostra. Non si è trattato, si badi bene, di una contestazione, poiché la documentazione da noi esibita nella mostra e le argomentazioni esposte durante le relazioni non sono state oggetto di contestazione alcuna: come sempre avviene per i temi trattati in questa sede, alla ricostruzione storica si è risposto con slogan insensati e tentativi di sospendere l’evento con le minacce. L’obiettivo è fallito appieno, come si è visto già alla partecipata assemblea convocata il giorno dopo l‘accaduto: non solo è giunta a noi organizzatori una solidarietà non registrata per episodi assai più gravi avvenuti nel passato, molti giovani si sono offerti per la vigilanza durante lo svolgimento degli incontri, senza contare le numerose richieste di tesseramento all’Anpi formulate dai partecipanti alle iniziative. Senza retorica, la manifestazione è stata per la realtà viterbese un fatto storico per l’accresciuta coscienza sulle questioni affrontate in questa sede, per cui le strumentalizzazioni dettate dalla faziosità ideologica e dall’odio razziale verso le popolazioni balcaniche non saranno più tanto semplici.
La vicenda politica si è, forse, conclusa il 4 aprile, con l’approvazione unanime da parte del Consiglio comunale di Viterbo di un documento di condanna per l’accaduto. La discussione si è svolta in un clima surreale, alla presenza di una ventina di esponenti di Casa Pound, tra cui alcuni riconosciuti nell’incursione del 25 marzo, a braccia conserte, con le magliette dell’associazione. Il documento finale è inequivocabilmente di condanna, seppur, su richiesta Pdl, è stato tolto il passaggio sulla volontà intimidatoria dell’irruzione e sulla sua natura fascista, tra l’altro rivendicata dagli autori stessi, presente nell‘interrogazione del consigliere Mezzetti (Sel). Non possono, però, che destare inquietudine gli interventi dei due consiglieri Pdl Federici e Simoncini. Il primo, ricordiamolo, “foibologo” ufficiale del Comune - ora tenacemente impegnato a far figurare come infoibati tutti i soldati italiani caduti in Jugoslavia - come già fatto in un’intervista, ha rievocato il rogo di Primavalle, ove morirono carbonizzati i fratelli Mattei, gridando che a costoro non furono tirate le rose che Casa Pound ha gettato contro di noi. Tralasciando ora le possibili relazioni tra noi e gli autori del rogo, se ne deduce che se ci avessero arsi vivi si sarebbe semplicemente pareggiato il conto. Il tutto se non per giustificare, almeno per far rientrare l’aggressione in un quadro moralmente accettabile. Simoncini invece ha speso tutto il suo intervento per tessere le lodi di Casa Pound, vittima di incomprensioni e aggressioni, impegnata solo nel sociale, soprattutto a L’Aquila.
Il Pdl è nel Partito popolare europeo; immaginiamo un attimo se, in Germania, un amministratore della Cdu si mettesse ad elogiare un qualsivoglia gruppo neonazista dicendolo impegnato nel sociale o che ne giustificasse le violenze rievocando gli omicidi della Raf: segnerebbe la sua estromissione da ogni consesso politico.
Del resto, Casa Pound, ufficialmente dalla parte dei più deboli e contro i poteri capitalistici, a servizio delle fasce più deboli della società, trova espliciti appoggi, tutt’altro che disdegnati, negli esponenti del Pdl, partito - proprietà del noto bisognoso Berlusconi.  

Il Circolo Prc di Viterbo
Il Comitato provinciale Anpi
Il Comitato provinciale Arci
L’associazione Fata Morgana       



---

dal 6 febbraio 2011

a CAMERATA CORNELLO (BG)

presso lo Spazio Eventi dell’Ostello dei Tasso, in via Orbrembo 20

domenica 6 febbraio 2011 dalle ore 9:00
INAUGURAZIONE
con Andrea Martocchia (segretario CNJ-onlus)

SCARICA LA LOCANDINA


---

dal 4 febbraio 2011

a POMBIA (NO)

inaugurazione venerdi 4 febbraio 2011 ore 20:30
nella Sala Teatro di Via Garibaldi 16

La mostra potrà essere visitata anche sabato 5 febbraio dalle 10 alle 12


---

da martedi 1 a giovedi 3 febbraio 2011

ad AREZZO

presso il Circolo Aurora, piazza S. Agostino, dalle ore 21.00

martedi 1 febbraio 2011 ore 21:30
INAUGURAZIONE
con Alessandra Kersevan

testaxdente_Arezzo2011.jpg


---

dal 28 gennaio 2011

a BAGNOLO CREMASCO (CR)

SPAZIO POPOLARE LA FORGIA - Via Mazzini, 24
spaziopopolarelaforgia@gmail.com http://www.autistici.org/laforgia/

venerdi 28 gennaio 2011 ore 21:30
INAUGURAZIONE
con Andrea Martocchia (segretario CNJ-onlus)

SCARICA LA LOCANDINA


---

dal 29 gennaio al 12 febbraio 2011

a VICENZA

presso l'associazione culturale "Scaletta 62", in Contrà Porta S.Lucia 62
dal martedi al venerdi, dalle ore 17 alle ore 19
il sabato, dalle ore 16 alle ore 18
(al mattino e alla domenica per i gruppi, su appuntamento, prenotazioni: 3482773641)

sabato 29/1 alle ore 17
INAUGURAZIONE

con Paolo Consolaro e Alessandra Kersevan

SCARICA LA LOCANDINA 1

altri dibattiti collegati alla mostra:

presso Cafè Restaurant Dai Nodari, Contrà Do Rode, 20 - Vicenza

sabato 5/2 alle ore 17
La dr.ssa Lisa Bregantin (docente università Ca' Foscari di Venezia) espone la sua ricerca su: Italiani in Grecia. Struttura e forme di un'occupazione;
il dr. Davide Conti (ricercatore Fondazione Lelio Basso - sez. internazionale) presenta il suo nuovo libro: Criminali di guerra italiani, dalle accuse all'impunità.

 
sabato 12/2 alle ore 17:30
il dr. Sandi Volk (ricercatore storico presso la biblioteca nazionale slovena e degli studi di Trieste) affronta il tema Foibe ed esodo: la questione della "verità storica".

SCARICA LA LOCANDINA 2



---

11 dicembre 2010

a FIRENZE

al CPA FirenzeSud

in vista delle prossime iniziative che precederanno la "Giornata del Revisionismo di Stato" (10 febbraio)
il CAAT fiorentino organizza

APERITIVO ANTIREVISIONISTA

presentazione della mostra TESTA PER DENTE
presentazione del Dossier sulla Fondazione RSI di Terranuova Bracciolini
proiezione del documentario "12 Dicembre" sulla strage di Piazza Fontana

SCARICA LA LOCANDINA



Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia - onlus
 
sito internet: http://www.cnj.it/
posta elettronica: jugocoord(a)tiscali.it
notiziario telematico JUGOINFO:
http://groups.yahoo.com/group/crj-mailinglist/messages