Coordinamento
Nazionale per la Jugoslavia


Segnalazione iniziativa


Trieste 30/05/06


Elenco di infoibati!
SICURO?


La stampa italiana ha battuto la grancassa
su quello che ha presentato come l'elenco "degli infoibati di Gorizia".
Ma si tratta veramente di un caso clamoroso,
ed è poi davvero "l'elenco degli infoibati goriziani"?

Nataša Nemec,
ricercatrice storica di Nova Gorica
,
autrice dell'elenco in questione,
ha qualcosa da dire in proposito (in italiano).

Venite a sentirla martedi 30 maggio 2006
alle ore 20:30 alla libreria/bar Knulp
Via Madonna del Mare 7/a - TRIESTE/TRST

Organizzano: Promemoria ed ARCI




di seguito:

DOCUMENTAZIONE A CURA DEL C.N.J.
SULLA CAMPAGNA DI DISINFORMAZIONE STRATEGICA
RIGUARDANTE GLI "ELENCHI DEGLI INFOIBATI" DI GORIZIA



... All'inizio di marzo 2006 è stato reso noto un elenco di 1048 nominativi di persone deportate dalla provincia di Gorizia ad opera del IX Korpus nel maggio 1945. L'ANSA e molti quotidiani italiani ne hanno subito approfittato: "Quei 1048 nomi riemersi dalle foibe", titolava la velina di Paolo Rumiz su Repubblica del 10/3/2006. Eppure, tra i nomi contenuti nell'elenco ci sono 110 persone che sono ritornate vive e vegete; la stragrande maggioranza dei nominativi riguarda militari, nazifascisti o collaborazionisti - persino domobrani, cioè sloveni filo-fascisti - internati in Slovenia ed in parte, evidentemente, giustiziati, in parte morti per malattie. Manca l'ubicazione dei cadaveri. Secondo lo storico sloveno Boris Gombac, "gli architetti della tensione sul confine hanno usato questi elenchi a fini propagandistici" (Il Piccolo, 14/3/2006) ...

(tratto da: TERRE IRREDENTE, di A. Martocchia)

ALTRI LINK:

In merito agli elenchi dei 'deportati' da Gorizia
STORIA O PROPAGANDA?

(articolo apparso sul periodico triestino "La Nuova Alabarda", n. 204 - 3/2006) http://www.nuovaalabarda.org/leggi-articolo-in_merito_agli_elenchi_dei_'deportati'_da_gorizia.php
oppure http://it.groups.yahoo.com/group/crj-mailinglist/message/4872

Intervento di Nevenka Troha
Dal Piccolo dell'11 marzo 2006
La ricercatrice presso l'Istituto di Storia contemporanea di Lubiana e membro dell'ex commissione culturale italo-slovena interviene nel dibattito sull'elenco delle vittime delle foibe:
http://it.groups.yahoo.com/group/tera_de_confin/message/10985

Riguardo all'occupazione italiana della Slovenia
Lettera di Nevenka Troha a Repubblica, 11.03.2006
http://it.groups.yahoo.com/group/resistenza_partigiana/message/1674



FOIBE: PUBBLICATI ELENCHI, E' POLEMICA CON SINDACO NOVA GORICA

(ANSA) - GORIZIA, 9 MAR - Scoppia la polemica con il sindaco di Nova Gorica (Slovenia), Mirko Brulc, per la pubblicazione degli elenchi con 1.048 nominativi di cittadini che nel maggio del 1945 furono deportati dalle milizie del IX Corpus di Tito durante l' occupazione della provincia di Gorizia e dei quali non si ebbe piu' notizia. ''Mi rammarico - ha scritto Brulc in una dichiarazione - del fatto che l' elenco venga ora strumentalizzato da parte italiana per fini politici di carattere pre-elettorale'' e - ha aggiunto - ''trovo inaudita la pubblicazione dell' intero elenco delle persone scomparse sui quotidiani italiani 'Il Messaggero Veneto' e 'Il Piccolo' di oggi''. (segue). DF
09/03/2006 19:49

FOIBE:PUBBLICATI ELENCHI, E' POLEMICA CON SINDACO NOVA GORICA(2)

(ANSA) - GORIZIA, 9 MAR - Brulc ha ricordato di aver ricevuto, lo scorso 8 dicembre, ''personalmente da parte del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Slovenia l' elenco delle persone scomparse nel goriziano, redatto dalla storica Natasa Nemec, e la lettera con l' indicazione di trasmettere l' elenco al sindaco del Comune di Gorizia, Vittorio Brancati, in accordo con gli impegni presi dal Ministro degli Esteri, Dimitrij Ruper, in occasione dell' incontro con i sindaci delle due citta'', avvenuto il 5 luglio 2005. L' elenco - ha riferito Brulc - e' stato consegnato a Brancati in occasione della riunione del 12 dicembre scorso nella sede del Comune di Nova Gorica, che - ha precisato Brulc - ''non ha trasmesso l' elenco a nessun altro soggetto. A partire dalla suddetta riunione - ha precisato Brulc - l' elenco era di competenza del comune di Gorizia''. ''Mi rammarico - ha affermato Brulc - del fatto che l' elenco venga ora strumentalizzato da parte italiana per fini politici di carattere preelettorale. Sono convinto - ha aggiunto - che cio' non fosse nelle intenzioni del Ministero degli Esteri sloveno. Lo scopo era piuttosto quello di informare i parenti sulla sorte dei deportati, in quanto da quei tragici eventi non hanno piu' avuto notizie dei loro cari. Quest' azione chiarificatrice - ha spiegato Brulc - avrebbe contribuito, inoltre, a migliorare ulteriormente i nostri rapporti di vicinato, in quanto il problema delle foibe fu da sempre presente nella collaborazione trasfrontaliera''. ''Trovo inaudita - ha sostenuto Brulc - la pubblicazione dell' intero elenco delle persone scomparse sui quotidiani italiani 'Il Messaggero Veneto' e 'Il Piccolo' di oggi. Vorrei sottolineare, inoltre - ha aggiunto - che i media italiani si stanno concentrando adesso sulle violenze relative al periodo delle foibe, dimenticando di menzionare i lunghi anni di repressione fascista perpetuata sia nei confronti della popolazione slovena sia nei confronti di quella italiana. Evidentemente - ha commentato Brulc - il fine giustifica i mezzi''. Brulc, inoltre, ha ricordato che nella riunione del 12 dicembre scorso si e' discusso anche sull' istituzione di una commissione mista, composta da tre storici italiani e da tre storici sloveni, che dovrebbe prendere in esame l' elenco dei deportati del goriziano. ''E' probabile, infatti - ha aggiunto Brulc - che l' elenco contenga i nomi di persone che sono ancora vive o che sono state deportate, ma che sono ritornate a casa e cosi' via. Anche secondo quanto riportato degli storici, infatti, in molti casi non e' stato possibile individuare il luogo del decesso. Personalmente - ha concluso Brulc - ritengo che l' istituzione della suddetta commissione spetti al Ministero degli Esteri, in quanto si tratta di una questione delicata che riguarda i rapporti tra i nostri due Stati. Il Comune Nova Gorica non intende interferire in alcun modo nella questione che a mio avviso deve rimanere di competenza esclusiva degli storici''. (ANSA). DF/SM
09/03/2006 19:59

FOIBE: PREFETTO GORIZIA IN SLOVENIA, EVITARE STRUMENTALISMI

(ANSA) - GORIZIA, 30 MAR - L' intento di evitare strumentalizzazioni in riferimento alla consegna da parte delle autorita' slovene degli elenchi dei deportati italiani in Jugoslavia e' stato affermato oggi dal prefetto di Gorizia, Roberto De Lorenzo, durante una visita oltreconfine, a Nova Gorica, dove ha incontrato il sindaco Mirko Brulc. ''Da parte della Prefettura - ha affermato De Lorenzo - c'e' sempre stata, per quanto riguarda la questione dell' elenco dei deportati, la massima volonta' di evitare le strumentalizzazioni e tutte le nostre iniziative sono state prese nella speranza di favorire la collaborazione e il dialogo con gli interlocutori sloveni''. Il 12 dicembre scorso il governo sloveno ha consegnato al sindaco di Gorizia Vittorio Brancati un elenco con i nomi di 1048 uomini e donne deportati dai miliziani titini del IX Corpus, messo a disposizione dei cittadini dalla Prefettura, ma il sindaco di Nova Gorica non aveva apprezzato la pubblicazione dell' elenco su due quotidiani locali, affermando di temere strumentalizzazioni da parte italiana per fini politici di carattere preelettorale. ''Abbiamo convenuto - ha riferito De Lorenzo al termine dell' incontro con Brulc - sul fatto che la pubblicazione non sia stata opportuna perche' andava a toccare la privacy delle persone, e abbiamo concordato sulla necessita' di continuare in armonia sulla strada della collaborazione transfrontaliera e dell' apertura. Ho accettato, inoltre - ha affermato infine il Prefetto - l' invito del sindaco a visitare i luoghi simbolo delle tragedie che hanno contraddistinto la storia di queste terre nel secolo scorso, come il monte Sabotino e Tarnova''. (ANSA) YT6-CNT
30/03/2006 18:07
 


http://it.groups.yahoo.com/group/tera_de_confin/message/10899

--- In tera_de_confin@yahoogroups.com, "Furio Percovich" <fuper@a...> ha scritto:

"Cortesia M.L. Histria"

MAGGIO 1945 Dei 1048 rastrellati, in 110 sono stati «rilasciati,
amnistiati o consegnati alle basi di rimpatrio»
Nell'elenco 71 carabinieri e 89 bersaglieri

Mille 48 nomi, accompagnati da data e luogo di nascita, professione e
 quasi sempre data dell'arresto.
È strutturato così l'elenco consegnato alle associazioni dei
familiari dei deportati: una lunga serie di nomi e cognomi suddivisa
tra quanti non sono più tornati - e si tratta della maggioranza - e
coloro - sono 110 - che sono invece stati rilasciati, amnistiati o
consegnati alle «basi di rimpatrio».

Il capitolo più numeroso, tra quelli in cui è stata suddivisa la
lista di goriziani e non, riguarda i bersaglieri: sono in 89, molti
dei quali uccisi a Tolmino nel maggio del 1945. Seguono numerosi
altri appartenenti a corpi militari. Compaiono i nomi di 71
carabinieri, 87 agenti di pubblica sicurezza - impiegati, agenti,
guardie, brigadieri e marescialli in servizio alla Questura e alla
Prefettura di Gorizia - e ancora 29 finanzieri, 81 militari tra
milizia confinarie, alpini, forestali e 23 uomini appartenenti al
battaglione costiero.

Dall'ospedale militare del Seminario minore e dai due ospedali attivi
 all'epoca a Gorizia, ovvero quello dei Fatebenefratelli e quello
della Casa rossa, risultano deportate, tra l'8 e il 24 maggio del
1945, 31 persone. Sono 14, invece, i «prelevati» dalle carceri
dell'Ozna a Lubiana tra dicembre 1945 e i primi mesi del 1946 e 38
quelli prelevati dalle carceri di Monfalcone. L'elenco prosegue con i
 tradotti nel campo di concentramento per prigionieri militari a
Borovnica - sono 17 - e i quattro scomparsi.

La lista fa quindi luce sul destino di nove persone, tutte decedute
nello stesso campo di Borovnica, degli altri otto che hanno invece
perso la vita a Skofia Loka, dei tre uomini morti nelle carceri di
Lubiana e di chi è deceduto a Aidussina e a Gorizia a seguito dei
combattimenti con i cetnici.


L'elenco si conclude con i 214 civili, in gran parte segnalati  come
«collaboratori dei tedeschi» o preseunti tali e «nemici degli
sloveni», 128 persone di cui viene riportato solo il nome, il cognome
 e la data di nascita senza ulteriori indicazioni sulle ragioni
dell'arresto, i 149 scomparsi prima del primo maggio 1945 e infine
gli appartenenti ai domobranzi.
a.t.

--- Fine messaggio inoltrato ---


http://it.groups.yahoo.com/group/tera_de_confin/message/10901

--- In tera_de_confin@yahoogroups.com, "Furio Percovich" <fuper@a...> ha scritto:

"Cortesia M.L. Histria"

MAGGIO 1945 Il Comitato dei congiunti: «Si è realizzato l'obiettivo
di una vita, la volontà di sapere non è mai venuta meno». Elenchi
disponibili in Prefettura
I mille deportati spariti in Slovenia 61 anni fa
Il dossier consegnato da Lubiana a Gorizia sulle persone catturate
nell'Isontino a guerra già finita

  di Guido Barella

GORIZIA Due erano gli Ospedali militari attivi a Gorizia allora,
nella primavera del 1945. L'uno su, in via Alviano, nello stabile del
 Seminario che oggi ospita la sede isontina dell'Università di Trieste
 e l'altro in fondo a via Ristori. «Ebbene - ricorda oggi Clara
Morassi Stanta - sapevamo che quegli ospedali erano pieni e che i
pazienti erano stati tutti portati via dai titini. Si sapeva anche
che c'erano dei documenti, ma nessuno li aveva mai più visti. Questa
vicenda era una spina nel nostro cuore: in qualche modo adesso ci
vediamo un po' più chiaro».

Sarà lei, sarà la signora Clara Morassi Stanta, la presidente del
Comitato congiunti dei deportati in Jugoslavia di Gorizia, a ricevere
 da lunedì in un locale posto a sua disposizione dalla Prefettura
quanti vorranno i particolari sull'elenco di 1048 nomi di deportati
da Gorizia nel maggio 1945. Si tratta del primo elenco di nomi (ma vi
 sono annotate anche minime indicazioni personali) elaborato dalla
storica di Nova Gorica Natasa Nemec e consegnato dal ministro del
Esteri di Lubiana Dimitrij Rupel al sindaco di Gorizia Vittorio
Brancati. Elenco che Il Piccolo pubblica oggi in esclusiva. «Studio
sulle persone disperse, arrestate alla fine di aprile e nei primi
giorni del maggio dell'anno 1945 da parte degli organi militari e
istituzionali sloveni e parzialmente anche dalle unità partigiane
italiane nella zona dell'allora Provincia di Gorizia della Venezia
Giulia» c'è scritto nell'intestazione del lavoro della Nemec.

In questi giorni Clara Morassi Stanta custodisce la propria copia del
documento con grande emozione: «Rappresenta l'obiettivo di una vita -
confida -: mio padre Gino venne portato via alle 5 del mattino. Alle
7, appena finito il coprifuoco, mia madre era già al comando
neozelandese per cercare aiuto nella sua ricerca. Ma non ne abbiamo
saputo più nulla. Oggi - aggiunge - siamo rimasti in pochi. Cosa
vuole, gli anni passati sono tanti. Solo più due mogli di deportati,
pensi, sono ancora vive: una di loro, la signora Casasola, la moglie
del podestà, ha più di 90 anni. L'altra invece non gode più buona
salute, purtroppo. Ma non ci sono più anche tanti fratelli e tante
sorelle delle persone deportate e anche noi figli iniziamo ad avere la
nostra età».

Eppure la volontà di sapere la verità non è mai venuta meno. «Una
spinta dal cuore - spiega la signora Morassi Stanta -. Vede: nessuno
di noi ha mai visto nulla, intendo nemmeno una lira da parte dello
Stato italiano. Eppure, pochi erano i benestanti, tra quanti vennero
portati via. Tanti, tantissimi lasciarono famiglie nella disperazione
non soltanto degli affetti ma anche economica. Penso, per fare un
esempio, ai tanti giovani carabinieri o questurini, appena sposati,
molti dei quali in attesa di figli che sarebbero poi nati orfani.
Giovani che guadagnavano pochissimo, che certo non avevano ancora
avuto modo di mettere da parte un po' di soldi».Giovani i cui nomi ora
compaiono in quel primoelenco che comprende 1048 casi. «I civili
goriziani, gli agenti di Pubblica sicurezza e poi i finanzieri, anche
se non numerosi come i carabinieri, arrestati a Gorizia, ad Aidussina,
a Vipulziano. Spariti tutti. E poi i bersaglieri: uccisi a Tolmino, a
Santa Lucia. Sono quel gruppo di cui si è parlato tanto da tempo,
fucilati in una cava poi cementata.

Ecco - dice la signora Morassi Stanta - se Dio mi darà sufficiente
salute per andare avanti spero di poter coinvolgere le autorità
militari di Onorcaduti: vorrei tanto riportare in Italia quei ragazzi,
offrire loro una degna sepoltura. E poi quanti erano stati tradotti
nei campi di prigionia per militari, come Borovniza e poi deceduti per
fame e malattie. E poi, tutti i civili goriziani. I nostri concittadini».
*********************************
Da lunedì la consultazione

ELENCHI

Un centinaio di telefonate giunte da tutta Italia (da Messina come da
Brescia, dal Lazio e dal Piemonte) a partire da ieri e almeno una
ventina di cittadini nel pomeriggio che si sono presentati di persona
al palazzo del Governo di Gorizia: è il primo bilancio - secondo i
dati che sono stati riferiti nella serata di ieri dalla Prefettura di
Gorizia - della notizia della diffusione dell'elenco con 1048
nominativi di cittadini che nel maggio del 1945 furono deportati dalle
milizie del IX Corpus di Tito durante l'occupazione di Gorizia e delle
quali non si ebbe più notizia.

La lista, consegnata al sindaco di Gorizia Vittorio Brancati dal
ministro degli Esteri sloveno Dimitrij Rupel, e affidata poi alla
presidente del Comitato dei familiari dei deportati goriziani Clara
Morassi Stanta, sarà da lunedì consultabile nella sede della
Prefettura goriziana. La signora Morassi Stanta, coadiuvata dalle
altre donne dell'Associazione, sarà a disposizione di quanti cercano
notizie dalle 16 alle 18 oltre che nella giornata di lunedì, anche il
mercoledì. Il prefetto ha anche posto a disposizione dell'Associazione
dei congiunti dei deportati in Jugoslavia un computer e un dipendente
della Prefettura stessa per fornire tutta l'assistenza necessaria.

*****************************************************
MAGGIO 1945 Episodi ancora oscuri che in base a questi documenti si
spera possano trovare qualche spiegazione
  Dall'ospedale militare del seminario alle carceri dell'Ozna
  Tra le liste degli scomparsi tanti civili, agenti di Pubblica
sicurezza, finanzieri, bersaglieri


Agenti Pubblica sicurezza.

Accampora Pasquale, nato a Resina (Napoli); Adamo Emilio, nato a Ripi
(Frosinone); Adamo Gennaro, nato a Pozzuoli (Napoli); Anfuso Aurelio,
nato a Castelferrato (Enna); Anzaloni Bruno, nato a S. Agata
Bolognese; Antuoro Guido, nato a Versano (Napoli); Aurisicchio
Francesco, nato a Ostuni (Brindisi); Avellino Luigi, nato a
Civitavecchia; Aloe Nicola, nato a Longobardi (Caserta); Barbierato
Umberto, nato a San Martino di Varezze (Rovigo); Bellanza Giovanni,
nato a Mussomeli (Caltanisetta); Berti Giuseppe Ottavio, nato a
Pianiga (Vicenza); Bertola Giuseppe, nato a Salle delle Langhe
(Cuneo); Blanco Rosario, nato a Modica (Ragusa); Blundetto Tommaso,
nato a Scicli (Ragusa); Borelli Carlo, nato a Camaiore (Lucca); Bosso
Giuseppino, nato ad Asti; Bucchieri Giuliano, nato a Pietraperzina
(Enna); Buffoni Mario, nato a Montignosso (Massa Ferrara); Burlo
Giovanni, nato a Noto Siracusa; Buccino Roberto, nato a Bianzè
(Vicenza); Cairone Giuseppe, nato a Comittini (Agrigento); Cantile
Domenico, nato a Villa di Briano (Caserta); Cantile Vigilante, nato a
Villa di Briano (Caserta); Cantone Domenico, nato a Catania;
Caratozzolo Salvatore, nato a Messina;Casini Luigi, nato a Massaro
(Lucca); Cesaro Armidio, nato a Torreglia (Padova); Chianese Antonio,
nato a Villarico (Napoli); Chipa Lionetto, nato a Tubo sul Trasimeno
(Perugia); Chiuzzelin Nazzareno, nato a Fiume; Ciccarone Giovanni,
nato a Bitonto (Bari); Cinerari Guerrieri Antonio, nato a Vazzola
(Treviso); ColussiAntonio, nato a Cormons; Coppola Ciro, nato a San
Giovanni Teduccio (Napoli); Cordero Michele, nato a Vernate (Cuneo);
Crea Giuseppe, nato a Motta San Giovanni (Reggio Calabria); De
Dominicis Assunto, nato a Monte Argentario (Grosseto); Delle Vergini
Antonio, nato a San Marco in Lamis (Foggia); Dell'Orco Angelo, nato a
Alatri (Frosinone); De Petri Mario Valentino, nato a Udine; Di Lauro
Vincenzo Pietro, nato a Manduria (Taranto); Di Stefano Severino, nato
a Ocre (L'Aquila) Eremita Carlo, nato a Nola (Napoli); Farzaglia
Giuseppe; Fezzi Walter, nato a Gazzo Veronese (Novara); Forcisi
Francesco, nato a Catania; Forcisi Paolo, nato a Catania; Giliberto
Rosarsio, nato a Partana (Trapani); Giordano Raffaele, nato ad Ariano
Irpino (Avellino); Garzarelli Giuseppe, nato a Ortona (Chieti); Ingrao
Antonino, nato a Palermo; Isidori Vincenzo, nato a Carpendolo
(Brescia); Lamberti Vincenzo, nato a Castel San Giorgio (Palermo);
Licitra Giovanni, nato a Ragusa; La Micela Carmelo, nato a Scicli
(Ragusa); Manzione Domenico, nato a Postiglione (Salerno); Mizza Santo
Paolino, nato a Lusevera (Udine); Montresor Umberto, nato ad Avio
(Trento);Mazzacca Tullio, nato a Mignano Montelungo (Napoli); Monaco
Nicola, nato a Caserta; Olivieri Pasquale, nato a Corato (Bari);
Pasquale Carmelo, nato a Turci Siculo (Messina); Pennelli Vito, nato a
Modugno (Bari); Pezzato Augusto, nato a Morgeno (Treviso); Pezzone
Giovanni, nato a Parete (Cesena); Pierasco Luigi; PuglisiGiovanni,
nato a Nicosia (Enna); Putignano Aurelio, nato a Casoria (Napoli);
Pasqual Carlo, nato a Jesolo (Venezia); Promutico Franco; Querini
Cosimo, nato a Pasian di Prato (Udine); Romeo Delfio, nato a Taormina;
Scarabel Aldo, nato a Maserada di Piave (Treviso); Sciammanini Bruno,
nato a Roma; Severino Stefano; Sortino Gaetano, nato a Caltagirone
(Catania); Savo Sardaro Gerardo, nato a Torrice di Frosinone; Tenavi
Giulio, nato a Fiesso Umbertino (Rovigo); Tomadini
Dino, nato a Udine; Tagliasacchi Francesco, nato a Messina; Ventin
Giovanni, nato a Castelier di Visinada (Istria); Ventura Giorgio, nato
a Taranto; Zuccoli Mario, nato a Trieste; D'Ermo Orlando; Gobbo
Antonio; Piscopello Amleto, nato a Aliste (Lecce).


Deportati dall'ospedale militare del seminario minore a Gorizia.

Bandeli Luigi (Bandelj Alojz), nato a Comeno; Bologna Umberto, nato a
Isola d'Istria; Brescia Antonio, nato a Gorizia; Brighetto Tullio;
Brosolo Duilio, nato a Trieste; Contin Bruno; Covacich Umberto
(Kovacich Humbert), nato a Trieste; De Lorenzo Domenico, nato a
Milano; De Simon Aldo, nato a Maipu (Argentina); Ferrero Ferruccio,
nato a Genova; Fornasetti Romeo (Fornasaric), nato a Gorizia; Furlani
Oliviero Antonio, nato a Sanvincenti d'Istria; Gabrijelcic Rudolf,
nato a Anhovo; Gerussi Benito, nato a Treppo Grande (Udine);
Giovanetti Diego, nato a Genova; Li Gioi Corrado, nato a Gorizia;
Mirengo Fulvio, nato a Trieste; Moscarda Luciano, nato a Rovigno;
Nucci Luigi;Orel Elios, nato a Trieste; Pochet Felice, nato a Napoli;
Puissa Giovanni Matteo, nato a Trieste; Risotti Natale, nato a Novara;
Spazzal Mario (Spacal Mario), nato a Trieste; Suggin Francesco (Sugin
Franc); Ubaldini Cesare, nato a Trieste; VidicPietro (Vidic Peter);
Anzil Liberale; Rupe Milan, nato a Opicina (Trieste); Crosato Massimo,
nato a Treviso; Vaneti Filippo, nato a Laveno-Montebello (Varese).

Carceri dell'Ozna a Lubiana. Prelevati dal carcere alla fine di
dicembre 1945 e all'inizio del 1946.

Battello Marino, nato a Brno (Cecoslovacchia); Caloro Giuseppe, nato a
Tricase (Lecce); Cassanego Emilio, nato a Gorizia; Luciani Oscar, nato
a Fiume; Marcosig Mario, nato a Mossa (Gorizia); Moschè Vito, nato a
Trzic nella Carniola Superiore (Neumarkt, D); Olivi Licurgo, nato a
Bagolo di Piano (Reggio Emilia); Olivo Engilberto, nato a Gorizia;
Pagliaini Mario, nato a Genova; Panebianco Santo, nato a Cerignola
(Foggia); Rufolo Alberto, nato a Eboli (Salerno); Rupeni Furio
(Rupnik), nato a Trieste; Sverzutti Augusto, nato a Terzo di Aquileia
(Udine); N.N., nato a Monopoli (Bari).

Appartenenti al XIV Battaglione Costiero.

Corrente Giordano, nato a Trieste; Cosulich Teofilo, nato a Gradisca
d'Isonzo (Gorizia); Micheloni Silvano, nato a San Pietro al Natisone
(Udine); Rigo Angelo, nato a Udine; Scrobogna Alter (Walter, Augero,
Angelo), nato a Fiume; Vellenich Antonio, nato a Portole d'Istria;
Zanuttini Gino, nato a San Giovanni al Natisone (Udine); Corrazzato
Benito, nato a Fiume; Corrazzato Rodolfo, nato a Fiume; Deconi
Antonio, nato a Villanova di Parenzo; Genisa Francesco, nato a Sambusa
(Sicilia); Luccarini Marino, nato a Trieste; Schmidt Nevio, nato a
Fiume; Superina Silvio (Livio); Marsanich Aurelio, nato a Fiume;
Gallovich Valentino, nato a Fiume; Januale Raffaele, nato a Fiume;
Zulich Mario, nato a Fiume; Negro Andrea, nato a Fiume; Canto
Giovanni; Ricabon Aureliano; Luciani Marino; Zanarolo Giuseppe.

Finanzieri.

Adorno Riccardo, nato a Napoli; Anacoreto Umberto; Candileno
Salvatore; Capodiferro Antonio, nato a Gioia del Colle (Bari); Carbone
Michele; Della Zona Giovanni; Diez Francesco; Faè Giuseppe, nato a
Sassari; Genda Antonio; Indiani Gennaro; Mariniello Agostino, nato a
Parete; Marra Francesco, nato a Marano (Napoli); Masara (Masala)
Pietro; Michele Bruno, nato a Lecce; Mirabella Ignazio; Mucelli
Giacomo; Occhioni (Orecchioni) Pasquale, nato a Sassari;Pintore
Gianbattista; Santariello Felice; Scopelliti Luigi; Sias Antonio;
Suligoj Pavel (Suligoi Paolo); Vassilich (Vasilic) Pietro; Bruno
Michele; Chiapparini Giovanni; Fusco Michele.

Carabinieri.

Abate Umberto, nato a Santo Lucido (Cosenza); Abeni Sante, nato a
Loria (Treviso); Affrunti Francesco; Andaloro Giuseppe, nato a San
Cataldo (Cl); Allegretti Giovanni; Bassani Paolo, nato a Volterra
(Pisa); Bergognini Giacomo, nato a Calpenaso (Brescia); Betti Guido;
Cimino Pasquale; Cossetto Albino, nato a Visinada d'Istria; Dalle
Nogare Otello, nato a Vicenza; Dalla Valle Antonio, nato a Santa Maria
Capua Vetere (Napoli); Di Donna Antonio; Dugo Giuseppe, nato a
Patagonia (Catania); Famichetti Giuseppe; Fiore Agostino; Frisco
Salvatore; Fusano (Fusaro) Mario; Fabiano (Fabiani) Salvatore;
Ferruzzi Alessandro; Gagliato Francesco (Galioto), nato a Siracusa;
Gagliotti Gino; Gattiglia Carlo, nato a Rimini; Grispo Angelo
(Crispo), nato a Palermo; Guarini Pasquale, nato a Montalbano di
Fasano (Brindisi); Guarnieri Carmelo (Guagliardi); Grilotti Dino;
Giuliani Salvatore; Intilisano (Iutilisano) Biagio, nato a Messina;
Laura Silvio (Silvestro, Estero, Salvatore), nato a Baiardo (Imola);
Leone Salvatore, nato a Cinisi (Palermo); Lorenzini Raffaele;
LuisiLuigi, nato a Putignano (Bari); Lombardo Giovanni; Marone
Alfonso; Marzocca Ruggero, nato a Barletta; Miccoli RoccoMoretti
Guido, nato a Roma; Masinara Bruno; Modenini Fiore; Morittu G.
Battista; Musumeci Orazio, nato a Giarre (Catania); Nastasi Sante;
Pino Addelico,nato a Cassarano (Lecce); Pavan Giuseppe
(Clemente);Prescianotto Mario; Picchierri Cosimo; Cesare Rosario, nato
a Messina; Rossi Isaia, nato a Tretto (Vicenza); Ricci Ernesto, nato a
Sezzo Romano; Rioldi Giordano; Salari Fiore, nato a Fabriano (Ancona);
Saletti Giuseppe; Scrioni Francesco, nato ad Abbiategrasso (Milano);
Silvestri Mario, nato a Monfalcone; Spada Cosimo; Tancred(Tangrei)
Giuseppe, nato a Roma; Totaro (Todaro) Natale, nato a Fiumedinisi
(Messina); Volante Gerardo; Zilli Cosimo, nato a San Cesareo (Lecce);
Zuch Massimo, nato a Oberslinger (Germania); Zanotti Luciano;
Zaninelli Giovan Battista; Pellegrino RaffaelNapoli;Dessi Ignazio;
Garbino Antonio; Totaro Libero; Orlandini Benigno; Valente Gerardo;
Draicchio Rocco; Salta Agostino.

MDT - IV Reggimento.

Antonaci Nicola, nato a Gallipoli (Lecce); Bastante Gino, nato a
Padova; Bosio Gino, nato a Sazzara (Mantova); Buiatti Antonio, nato a
Feletto Umberto (Udine); Bonello (Benello) Bruno (Teobaldo); Candutti
Mario, nato a Gorizia; Cosulini (Kozlin) Ugo (Cusolini); Fabiani
Giuseppe, nato a Gorizia; Gabrielcich (Gabrijelcic-Gabrielli) Rodolfo
(Rudolf); Goriup (Gori, Gorjup) Guerrino (Vojko), nato a Lestizza
(Udine); Josini Ervino, nato a Gorizia; Jacopalli Francesco;Jakopelli
Procopio; Lippi Virgilio, nato a Gorizia; Loria Claudio, nato a
Gorizia; Massari (Masari) Mario, nato a Gorizia; Mazzolin(i) Longino,
nato a Gorizia; Panizza Vincenzo, nato a Gonzaga (Mantova);
Quarantotto Augusto, nato a Pola.

Bersaglieri.

Argenti Fabio, nato a Terni; Asterini Mario, nato a Vicenza; Borghese
Mario, nato a Trieste; Bichelli Nicola, nato a Vicenza; Cadoppi
(Cadotti) Vittorio, nato a Reggio Emilia; Debei (Debel) Armando, nato
a Chioggia; Debei (Debel) Augusto, nato a Chioggia; Dubbini (Dubin)
Giorgio, nato a Terni; De Cleva Bruno, nato a Visignano d'Istria;
Julita Francesco, nato a Messina; Lando Caterino, nato a Pasiano
(Pordenone); Mastinu Giovanni, nato a Nuoro; Muracca Antonio, nato a
Reggio CalaOscar, nato a Ferrara; Degoli Franco, nato a Modena; Di
Giorgi (Di Giorgio) Giovanni, nato a Vico Gargano (Foggia); Di Stefano
Salvatore, nato a Pozzogallo di Ragusa; Ferro Pietro (Giuseppe), nato
a Venezia; Flaminio Silvano, nato a Castel Gandolfo (Roma); Flaminio
Vladimiro, nato a Brescia; Gagliotti Roberto, nato a Vittorio Veneto;
Marigliano Ennio, nato a San Paolo di Piave; Porro Riccardo, nato ad
Andria (Bari); Scaringi Domenico, nato a Tripoli; Simone Giacomo, nato
a Venezia; Toderini De Gagliardis Dalla Volta Vincenzo, nato a Pisa;
Miotto Dante, nato a Piazzola sul Brenta (Padova); D'Alessio Alberto,
nato a Napoli; Macchi Giorgio, nato a Trieste; Spongia Romeo, nato a
Trieste; Pisano Giuseppe, nato a Mogoro (Cagliari); Arcangeli; Barozzi
Alfredo; Barucci Sandrino; BellettAntonio; De Vita Luigi; Galli
Alfredo; Guadagnini Luigi;
Impellizzieri; Loner; Mannuppelli Giuseppe; Manicardi Enrico (Ennio);
Mazzi Atebano, nato a Capoliveri (Livorno); Manzoni Luigi; Marchiori
Primo, nato a Lendinara (Rovigno); Marte Giovanni; Masazza Cesare;
Massimo Loreto; Mileti Milvio, nato a RRenzi Goffredo; Ragno Renato
(Sergio); Sabbatini Giuseppe; Sallustri Franco (Ferruccio); Sandrin
Antonio; Sencchi (Scucci) Giuseppe; Travaini Ruggiero, nato a
Frosinone; Vanoni Giuseppe; Zeni Santo; Zorzi Renato; Verrando
Domenico; Oliva; Oliver (Olivieri) Agostino; Pieri Piero; Previti
Antonio; Raho Paolo; Siligoni; Tommasin; Turbani; Zucchelli Angelo;
Tavardo Giuliano; Viviani Gabriele; Udovic; De Silvestri Luigi; Roich
Ennio; Uricelli Ferdinando.

Militari.

Avian Giovanni Battista; Bardaro Gaspare, nato a Pescara; Bertos
Guido, nato a Gorizia; Illi Achille, nato a Padova; Berardi Manlio,
nato a Sarandi Grande (Uruguai) (Napoli); Borsieri Giuliano, nato a
Firenze; Bruni Francesco; Carrara Umberto, nato a Mariano di Parma;
Casagrande Umberto, nato a Vallorbe (Chieti); Casalena Angelo,nato a
Teramo; Cocina Michele (Kocina Kocjancic Mihael), nato a Gorizia;
Colla Silvio, nato a Parma; Colombo Giacomo; Colussi Angelo, nato a
Venezia; Culiersi Tommaso, nato a Rocale (Lecce); De Finetti Franco,
nato a Gradisca d'Isonzo; D'Aco Antonio; Farcincasi Mario; Farina
Angelo, nato a Palermo; Forcessin Ettore (Forcesin Hektor); Fanfani
Mario, nato a Montepulciano (Siena); Gaier Renato, nato a Gorizia;
Gaspa(e)rutti Rodolfo, nato a (Cormons) Corno di Rosazzo (Udine);
Gazbar Francesco (Franc), nato a Idria; Jordan Luciano, nato a
Gorizia; Jordan Pietro; La Micela Luigi, nato a Sicli (Ragusa); La
Palermo Girolamo; Leopoli Romano, nato a San Martino di
Quisca;Loviscek Emilio (Loviscek Emil) (Loviscig), nato a Piedimonte
(Gorizia); Marcato Angelo; Marcon Goffredo, nato a San Vito al Torre
(Udine); Mariano Angelo, nato a Avellino; Marizza Vittorio, nato a
Sagrado (Gorizia); Mastroianni Antonio, nato a Maddaloni (Ce)
(Napoli); Mazzatenta Giorgio; Menotti Vittorio, nato a Romans
(Gorizia); Music(h) Gino; Pascolat Francesco, nato a Cormons
(Gorizia); Petraglia Francesco, nato a Palermo; Posa Vincenzo, nato a
(Montrone) Adelfia (Bari); Pranzo Orazio; Rimani Vittorio; Ripetto
Pietro; Rizzi Umberto, nato a Chiusaforte (Udine); Ronco Enzo, nato a
Fermo (Ascoli Piceno); Roscio Lodovico; Rossanda Tullio, nato a Pola;
Rossi Francesco; Santori Gino, nato a Serra San Quirino (Ancona);
Saviano Giuseppe, nato a Palermo; Sigismondi Mario; Simone Antonio,
nato a Molfetta (Bari); Simonetti Mario, nato a Sagrado (Gorizia);
Skocir Silvio (Silvo); Smogliani Umberto; Sorano Donato; Spanghero
Clemente, nato a Gorizia; Tandoi Pasquale, nato a Corato (Bari);
Tavian Giovanni, nato a Cormons (Gorizia); Todisco Domenico, nato a
Rovigno; Trusso Franco; Tunisi Francesco Paolo, nato a Marsala;
Bussini Lorenzo.


Ulteriore elenco di deportati.


Alfieri Guido; Assi Renato; Di Biaggio Giuseppe; Di Stefano Carlo;
Donatella Orazio; De Pregi Luigi; De Spirito Alfredo; Dami Giorgio;
Fait Giuseppe (Josef); FilettiVittorio; Ferrari Vittorio (Ciro);
Ferrara Sigismondo; Finelli Federico; Gai Guerrino; Gantar Cirillo
(Ciril); Gabrielcis Bruno (Gabrielcic); Gabrielcich Stanislao
(Gabrielcic Stanislav); Gemelli Mario; Goljevscek Francesco (Franc);
Goljevscek Raffaello (Rafael); Gozzi Nino; Gobbetto Dino; Granieri
Donato; Gregorig Antonio (Gregoric Anton); Grilotti Dino; Intrepido
Angelo; Konjedic Francesco (Franc); Kaniz Janez (Keinz Fritz); Kanzler
Giuseppe; Lucchese Luigi (Lukezic Alojz); Lorenzon Pietro; Luzio
Arturo; Lippi Bruno; Leupuscek Andrea; Lentini Francesco; Manzano
Gagliano; Malfatti Bruno; Malfatti Ugo; Marte Pietro; Maroni Mario;
Martinuzzi Bruno (Martinuc); Meneghini Walter; Melidona Giuseppe;
Miani Bruno; Medvesek Antonio (Medvescek Anton); Molinaro Domenico;
Motta Bernardo; Moira Giovanni; Mocnik Marjan; Muzzaglia Lauro;
Moretti Nicolò; Nicola Stasio; Nanut Enrico (Henrik); Ozioni Vittorio.

*********
MAGGIO 1945 Qualcuno ha perso la vita anche ad Aidussina e a Skofja
Loka e alcuni nella stessa Gorizia
Tra le vittime del campo di Borovnica
Ma c'è anche chi ha potuto tornare a casa. Il contingente dei domobranzi

Passoni Ermes; Padovan Ermenegildo; Paussig Beniamino (Pavsic
Benjamin); Pertot Bruno; Pertini Luigi; Pellegrin Donato; Petta
Giuseppe; Peiratti Giuseppe; Pecorari Mario; Pellegrini Ferruccio;
Pelesson Luigi (Pelicon Alojz); Pertot Alessandro (Aleksander); Pielig
Ezio; Porta Basilio; Pocar Ubaldo; Quaglio Luigi; Rizzi Carlo;
Ronchini Alfredo; Ruggeri Giuseppe; Rutar Ivan; Russian Luigi (Rusjan
Alojz); Stirgar Mario; Serdan Ottelio; Scardino Nicola; Staniscia
Francesco (Stanisa Franc); Secchi Antonio; Sfiligoi Alfredo (Sfiligoj
Alfred); Sfiligoi Ignazio (Sviligoj Ignac); Sfiligoj Rodolfo (Sviligoj
Rudolf); Sgubin Danjel (Skubin Daniel); Spanghero Italo; Sciarrone
Franco; Scuoto Umberto; Schweickert Arno; Scaldavilla Gaetano;
Stecchina Primo; Scopazzi Desiderio; Tuccillo Mariano; Talutto
Gaspare; Tami Emilio; Tignola Giovanni; Tomasello Giuseppe; Tronci
Michele; Trost Giovanni (Ivan); Toros Mario; Vercelli Giovanni;
Ve(n)toruzza Guido; Viliadoro Nicola; Vir Carlo; Veluscek Mario;
Weimar Toffanello; Zentil Marcello; Zotti Adriano (Cotic); Zorz
Edoardo; Medvescek Luigi (Alojz); Medvescek Rodolfo (Rudolf);
Medvescek Giuseppe (Jozef); Biontino Ottavio; Aielli Gualtiero;
Olivieri Silvestro; Auzil Liberale; Bradaschia Giuseppe; Bucik
Giovanni (Ivan); Berlot Alojz; Bevilacqua Domenico; Corizzato
Vincenzo; Crojoldi Enrico; Corettig Marino; Glessi Raffaele;
Goljevscek Antonio (Anton); Lazzari Giuseppe; Leonardo Mario; Panagini
Giuseppe.

Scomparsi, riportati solo con nome e cognome.

Gamberale Giorgio; Jakin Egidio (Jakini); Sorano Pietro; Herbecher Franz.

Prelevati dalle carceri di Monfalcone in provincia di Gorizia.

Andrei Antonio; Andrei Stanislao; Bampi Aldo, nato a Trento; Chessa
Lorenzo; Colautti Giuseppe, nato a Monfalcone; Cortese Mario, nato a
Pola; Comandini Olindo, nato a Cesena; De Carlo Domenico, nato a
Massafra (Taranto); De Carlo Marcello, nato a Monfalcone; Fattoretto
Vittorio, nato a Piove di Sacco (Padova); Ferluga Severino, nato a
Trieste; Idà Aurelio, nato a Napoli; Lubrano Michele, nato a Radicena
(Reggio Calabria); Maggio Augusto, nato a Gallipoli; Maurutto Nella,
nata a Monfalcone; Miceli Giuseppe, nato a Monfalcone; Misciali
Emanuele, nato a Gallipoli (Lecce); Morello Giuseppe, nato a Taggiano
(Salerno); Pano Tommaso, nato a Galatina (Lecce); Pellican Vincenzo,
nato a Ruvo di Puglia; Rizzo Antonino, nato a Condrò (Messina); Rossi
Angelo, nato a San Canzian d'Isonzo; Scommegna Francesco, nato a
Barletta; Tanzariello Rocco, nato a Ostuni (Brindisi); Zorzetti
Romano, nato a San Canzian d'Isonzo; Cavazzini Gino, nato a Colecchio
(Parma); D'Acerno (D'Acervo) Federico, nato a Fondi (Lt); Gallinari
(Renato), nato a Milano; Gaspa Giovanni, nato a Sassari; Rimanelli
Michele, nato a Casacelenda (Campobasso); Rupnik (RupiniFrancesco
(Franc), nato a Udine; Salvini Iginio, nato a Villesse; Satta (Saetta)
Carmine (Carmelo), nato a Cristano (Cagliari); Todde Pietro, nato a
Pirri (Cagliari); Gallopin Lionello, nato a Ronchi; Gianbianco
Salvatore, nato a Palermo; Li Volsi Francesco, nato a Caltagirone;
Mastrocinque Nicola, nato a Taranto (Alessandria).


Tradotti nel campo di concentramento per prigionieri militari a Borovnica.

Alfano Ciro, nato a Gragnano; Banesi Aldo, nato ad Agazzano (Vicenza);
Celadini Antonio, nato a Garzigliano (Padova); Famea Luigi, nato a
Mossa (Gorizia); Gandi Anselmo, nato a Fallonica (Burlonica)
(Grosseto); Jakovinovich Antonio, nato a Lanteg (Germania); Nalgi
Giorgio, nato a Celje; Rebora Alfonso, nato a Millesimo (Savona);
Russo Vittorio Emanuele, nato a Napoli; Roberto Ignazio, nato a Roma;
Taverna Vinicio, nato a Cervignano (Udine); Trastullo (Trastulla)
Angelo, nato a Imperia; Stacul Pietoso, nato a Medea; Ferro Giuseppe,
nato a Padova; Rampazzo Nino, nato a Padova; Zecchinelli Antonio, nato
a Verona; Pelici Cesare, nato a La Maddalena (Sassari).


Deceduti nel campo di concentramento per prigionieri di guerra a
Borovnica.


Aiello Girolamo, nato a Palermo; Brugo Giovanni, nato a Novara;
Carnevali Giustino, nato a Carpi (Modena); Cesaro Armidio, nato a
Torreglia (Padova); Crepaldi Emilio, nato a Taglio Po; Landini
Antonio, nato a La Spezia; Richetti Ferdinando, nato a Modena; Tischi
Tiechi, Tisghi) Alberto, nato a Cremona; Cozzi (Gozzi) Serafino, nato
a Baldowiz (Ucraina).


Deceduti a Skofja Loka.


Balos Isidoro, nato a Verteneglio; Consentino Sebastiano, nato a
Mistella (Messina); Liaci Antonio, nato a Gallipoli (Lecce); Mattiech
Boris, nato a Ragusa (Zadar); Stacul Oreste, nato a Medea; Tossut
Claudio, nato a Udine; Urdan Giuseppe, nato ad Aurisina (Trieste);
Chierego Manlio, nato a Trieste.


Deceduti nelle carceri (ospedale) a Lubiana.


Bach Riccardo, nato a Leopoli (Siracusa); Del Ponte Oscar, nato a
Trieste; Zoratti Pietro, nato a Ptuj.


Deceduti ad Aidussina.


Chersovani Carlo (Kersevan Karel), nato a Montespino (Dornberk).


Deceduti a Gorizia.

Monaco Giuseppe, nato a Palermo.

Civili.


Abrile Alberto, nato a Torino; Abrile Enzo, nato a Gorizia; Abrile
Renato, nato a Gorizia; Angelini Tullio, nato a Cremona; Appiani
(Happacher) Renato, nato a Gorizia; Baggiani Lelio, nato a Casalino
Ponzana (Novara); Baiz Stanislao (Baic Stanislav), nato a Prosecco
(Trieste); Barbasetti (Di Prun) Paolo, nato a Padova; Barbieri
Alfonso, nato a Galliere (Bologna); Battigelli Francesco (Batagelj
Franc), nato a Kamnje (Aidussina); Belling(c)ar Carolina (Belingar
Karolina), nata a Gorizia; Benaglia Liana Lucinda, nata a Trento; Benc
(Bencz) Giorgio, nato a Marburgo (Germania); Bergerard Giovanni;
Boltar Luigi (Alojz); Bonnesi Ettore, nato a Gorizia; Bramo Giovanni,
nato a Gorizia; Brecelj Augusta, nata a Salcano; Bresciani Carlo, nato
a Gorizia; Bressan Guido, nato a Lucinico Marino, nato a Farra; Bullo
Giuseppe, nato a Cormons; Burnich Elino, nato a San Lorenzo di Mossa;
Beuzzar Giuseppe, nato ad Abbazia; Benedetti Luigi; Bonne Luigi (Bones
Alojz), nato a Gorizia; Blasi Danilo (Blazic), nato a Gorizia;
Cadamuro Antonio, nato a Cimadolmo (Treviso); Calligaris Augusto, nato
a Cormons; Calligaris Mario, nato a Cormons; Calvi Amedeo, nato a
Bologna; Cartelli Eugenio, nato a Fiume; Casasola Antonio, nato a
Salcano; Cassanego Saturnino, nato a Gorizia; Cerchier(l) Nicolò, nato
a Venezia; Ceschia Giuseppe, nato a
San Lorenzo (Capriva); Chiades Carmen, nata a Gorizia;
ChiadesFernanda, nata a Gorizia; Ciani Sofia, nata a Spalato; Ciargo
Giovanni (Cargo Ivan), nato a Salona d'Isonzo; Cingolani Mariano, nato
a Recanati (Ancona); Ciuffarin Anna Maria (Cufarin Annamaria), nata a
Volosca; Ciufferli Giuseppe (Cuferli Jozef); Clede Carlo (Hlede
Karel), nato a Kopildno (Cecoslovacchia); Clede Luigi (Hlede Alojz),
nato a Gorizia; Cocianni Emilia (Kocijancic Emilija), nata a Gorizia;
Codarin Alfredo, nato a Trieste; Colla Maria (nata Leitgeb), nata a
Gorizia; Colmari (Gollmayer) Arrigo, nato a Trieste; Colotti Carlo,
nato a Gorizia; Coniglio Cosimo, nato ad Adesino (Catania);Coniglio
Cosimo Francesco, nato a Gorizia; Contino Biagio, nato a (Cormons)
Cattolica Eraclea; Cosmi Cleto, nato a Palmanova (Udine); Cossovel
(Coselli) Egone (Kosovel Egone), nato a Gorizia; Cossovel (Coselli)
Giuseppe (Kosovel Jozef), nato a Gorizia; Cossutta Armando, nato a
Villesse (Gorizia); Cuccurullo Girolamo, nato ad Aleppo (Siria); Curti
Fermo, nato a Ceranova (Pavia); Cussigh Antonio, nato a Dobrova
(Lubiana); Cecchi Mario; Cracchi Angela Maria Ginetta, nata a Latisana
(Udine); Corquel (Cargnel Carniel) Bruno, nato a Lucinico (Gorizia);
D'Ambrosi Mario, nato a Caserta; D'Atri Mario, nato a Castrovillari
(Cosenza); D'Atri Oscar, nato a Castrovillari (Cosenza); Dean Antonio,
nato a Piedimonte (Gorizia); Dean Rodolfo, nato a Fiumicello (Udine);
De Colle Carlo, nato a Gorizia; De Ferri Bruno, nato a Gorizia; De
Ferri Giuseppe, nato a Gorizia; De Ferri Mario, nato a Gorizia; Del
Franco Eugenio, nato a Gorizia; Della Ricca Lorenzo Luigi, nato a
Palazzolo (Udine); Derndich Milena, nata a Pola; Dessi Eugenia, nata a
Ronchi dei Legionari; Di Blas Alfredo, nato a Gorizia; Donatini
Armando, nato a Villesse; Fait Giovanni (Fajt Jvan), nato a Gorizia;
Fait Giulio (Fajt Julij), nato a Untergries (Germania); Ferfoglia
(Ferfolja) Bruno, nato a Gorizia; Fedon Aristide, nato a Fiumicello
(Udine); Ferrari Ciro, nato a Mantova; Fonzari Guido, nato a San Mauro
(Gorizia); Fornasari Giovanni (Fornazaric Ivan), nato a Romans;
Furlani Angelo, nato a Gorizia; Furlani Emilio, nato a Gorizia;
Fiamingo Alfio; Gentile Rizzieri; G(h)ergolet Umberto, nato a Gorizia;
Giana Andrea, nato a Roccaforte di Mondovì (Cuneo); Grapulin Dolores,
nata a (Gorizia Lubiana; Grapulin Edoardo sr., nato a Gorizia;
Grapulin Edoardo jr., nato a Gorizia; Grauso Ernesto, nato a Cagliari;
Graziato Nicola, nato a Tribano (Padova); Greco Guido, nato a San
Secondo Parma; Grion Olga, nata a Capodistria; Gronelli Orestina, nata
a Gorizia; Grossi Teresio, nato a Carbonara Scrivia (Alessandria);
Gueli Emilio, nato a Raffadoli (Agrigento); Gueli Emilio Eugenio, nato
a Gorizia; Graziani Vittorio, nato a Gorizia; Hahn De Hahnenberg
(Hannerben) Guido, nato a Gorizia;Jacovino Giovanni, nato a Slivno
(Spalato); Jourdan Honoré Marcello, nato a Gorizia; Kravos Stanislava;
Kocina France, nata a Dobrovo; Lazzaro Arturo, nato a Saonara
(Padova); Lazar (Lazzer) Giovanni, nato a San Polo di Piave (Treviso);
Leghissa Guglielmo, nato a Monfalcone; Lelli Aldo, nato a Savona
(Arezzo); Lentini Michelangelo, nato a Vizzini (Catania); Leone
Quintigliano, nato a Lecce; Lingua Bruno, nato a Gorizia; Longo
Nicola, nato a Corato (Bari); Lopell (Loppel) Leopoldo, nato a Pola;
Lovisi Giuseppe (Loviscek) Jozef, nato a Gorizia; Macuzzi Carlo (Makuc
Karel), nato a Gorizia; Malena Gregorio, nato a Rossano Calabro
(Cosenza); Mally Ermanno, nato a Idria di Sotto; Maniacco Mario, nato
a Gorizia; Mantini Arcibaldo, nato ad Ancona; Marassi Giuseppe, nato a
Gorizia; Marian Ezio Carlo, nato a Cameri (Novara); Mastrandea Maria
Carmen, nata a Gorizia; Matteucci Aldo, nato a Senigallia; Mattiussi
Aristide, nato a Trieste; Mauri Andrea (Mavri Andrej), nato a Vrtace
(Kojsko); Mezzorana Mario, nato a Gorizio; Mezzorana Oscar, nato a
Capriva; Miano Aldo, nato a San Pietro al Natisone; Modes (Moderc)
Elizabeta, nata a Hall (Austria); Monaco Emilio, nato a Oria
(Brindisi); Morassi Giovanni Luigi, nato a Gorizia; Movia Giovanni,
nato a Gradisca d'Isonzo; Morassi Flora; Majnik Mariano (Marjan),
nato a Gorizia; Moscheni Francesco, nato a Gorizia; Nadaia Augusto,
nato a Piedimonte (Podgora); Nanut Giuseppe (Jozef); Nardini Giuseppe,
nato a Gorizia; Nardini Guido, nato a Gorizia; Nardini Vittorio, nato
a Gorizia; Nicora Bruno, nato a Gorizia; Nicolaucig Lidia (Nikolavcic
Lidia); Nespolo Antonio, nato a San Donà di Piave; Ongaro Giuseppe,
nato a Gorizia; Padovan Giuseppe, nato a Gorizia; Pagliari Lucio, nato
a Cremona; Paternolli (Venuti) Giuseppina, nata a Gorizia; Pedone
Giovanni, nato a Botrugno (Lecco); Pellaschiari Antonio, nato a
Capodistria; Peresson Regina (nata Sennis), nata a Gorizia; Persa
Renato, nato a Gorizia; Piccoli Fortunato, nato a
Farra; Picech Maria Luigia, nato a Cormons; Piemonti Luciano, nato a
Trieste (Gorizia); Pizzucchini Vittorio, nato a Gorizia; Polesello
Bartolo, nato a Prata di Pordenone; Poleselli Antonio (Pozenel Anton),
nato a Montenero d'Idria; Posenelli Stanislao (Pozenel Stanislav),
nato a Montenero d'Idria; Pregali Giuseppe nato Metljca; Pregelli
Giuseppe (Pregelj) Jozef; Prencis Stojan Mariano, nato a Dutovlje;
Prencis Vilibaldo, nato a Dutovlje; Primosic Teodoro (Primozic
Bozidar), nato a Canale; Princis Corrado, nato a Gorizia; Papis
Marianna (maritata Screnzel), nata a Gorizia; Podgornik Maria, nata a
Idrija ob Baci; Podgornik Emma, nata a Idrija ob Baci; Rajer Casimiro,
nato a Aidussina; Rajer Marija (nata Miljavec), nata a Gorizia; Resch
Giuseppe, nato a Sagrado; Rigon Bruno, nato a Vicenza; Rissdorfer
Erminia, nata a Freiwaldau (Slesia); Rizzatto Bruno, nato a Trieste;
Rosolen Luigi, nato a Piedimonte (Podgora); Rossaro Giorgio, nato a
Rovereto (Trento); Rustja Olga; Ricchetti Aldo; Saletta Iginio, nato a
Schio (Vicenza); Saxsida Giuseppe (Saksida Jozef), nato a Dorenberk;
Schonta Edoardo, nato a Pola; Severin Fulvio, nato a Gorizia; Stecar
Luigi (Stekar Alojz), nato a Kojsko; Stringhetti Giovanni Battista,
nato a Udine; Saletta Renzo (Bruno), nato a Venezia; Saletta Agostino;
Sprinar Enrico (Errich), nato a Dol Otlica; Sprinar Errich (da
Montenero); Sirca Maria; Tatti Antonio, nato a Bortigiades (Sassari);
Tomasetti Italico, nato a Gorizia; Tromba Giorgio, nato a Gorizia;
Umercetti Benito; Varlec Marino, nato a Kanal; Varutti Ernesto, nato a
Coseano (Udine), Venezia Giulia, nata a Udine; Vidoz Luigi, nato a
Lucinico; Vites Ermanno (Vitez Herman), nato a Salcano; Volpi
Ariodante, nato a Sanvincenti d'Istria; Volpi Bruno (Volk Bruno), nato
a Gorizia; Weinlechner Oddone, nato a Weidling (Austria); Zagaglia
Vittorio, nato a Pordenone; Zagar Rodolfo (Zagar Rudolf), nato a
Trieste; Zbogar Roberto (Zbogar Robert), nato a Gorizia; Zorzenone
Giovanni, nato a Gracova Serravalle; Tercuz Assunta Zenska; Azzolina
Mario, nato a Caltagirone (Catania); Rogas Pietro, nato a Palermo;
Saletti Agostino, nato ad Asciano (Siena); Spanghero Ermanno, nato a
Turriaco; Ciccia Salvatore, nato a Catania; D'Ambrosio Antonio; nato a
Padova; Pegan Anna, nata a Vipacco; Ursic Andrej, nato a Caporetto.


Ritornati.


Agati Antonio; Baucon Giuseppe (Bavcon Jozef), nato a Gradisce ob
Soci; Betnazik Corrado (Bednarzik Radivoj), nato a Gorizia; Brizzi
Giancarlo; Bertossi Italo; Carriera Stefano; Ceccon Virgilio; Comel
Luigi (Komel Alojz), nato a Gorizia; Cassini Carlo; Calderari Amedeo;
Cerne Nada, nata a Dornberk (Vogrsko); Chiariotto Guido; Citti
Giovanni, nato a Lecce; Cumar Giordano, nato a Parenzo; Fant Elvezio;
Ferracin Antonio; Ferfoglia Giovanni (Ferfolja Janko), nato a Merna;
Furlan Lamberto (Lambert), nato a Aidussina; Falconi Alfredo;
Fervolino Antonio, nato a Poggiomarino (Napoli); Feresin Arrigo, nato
a Capriva; Gatti Natalia (maritata Koralek), nata a Gorizia;
Giacomelli Annunzio Vittorio, nato a Udine; Iercich Albina (Jerkic),
nata a Dolonje Brdo vicino a Gorizia; Kenda Francesco (Franc); Kogoj
Angelo (Janko), nato a Merna; Komianc Vittoria (Viktorija), nata a San
Floriano (Steverjan); Kuemaier Maria (sorella Caterina), nata a Baden
sul Danubio; Ligresti Sebastiano, nato a Malta; La Scala Mario; Lollai
Salvatore; Maiani Oreste, nato a Sant'Angelo di Brollo (Messina);
Margara Giovanni; Marianelli Franco; Mauri Antonio, nato a Trieste;
Meneghetti Narciso; Miclus Antonio (Mikluz Anton), MosetichGabriele
(Mozetic Gabrijel); Mutti Redento; Marchiori Umberto (Markocic
Albert?); Manfredi Roberto; Mazzeo Michele; Misciali Giuseppe, nato a
Gallipoli; Michelus Elio (Mikluz), nato a Gorizia; Nefat Elisabetta,
nata a Rovigno; Oddo Rosolino Franco (Rosolino Oddo); Paulin Emilio
(Pavlin Emil), nato a Gorizia; Pussig Emilio (Pavsic Emil); Pevere
Maria, nata a Maragno Lagunare; Perini Giuseppe; Persolja Anton; Piani
Francesco, nato a Rakek; Pirollo Renato, nato a Gorizia; Prencis
Daniele (Princic Danijel); Princi Emma (Princic Princez); Patuma
Lodovico, nato a Gradisca d'Isonzo; Podbersig Daniele (Podbersic
Danijel), nato a Gorizia; Quartuccio Severino, nato a Chorio (Reggio
Calabria); Ronutti Sergio; Ruggero Vincenzo; Rustja Stanislav, nato a
Lokovec; Rustian Antonio; Russo Ciro;Rustja Giuseppe (Jozef), nato a
Skrilje (Aidussina); Rossetti Francesco, nato a Ostra Vetere (Ancona);
Sacher Alberto, nato a Umago; Saldarini Attilio, nato a Cormons;
Scarpin Ugo, nato a Medea; Sellini Mario, nato a Trieste; Spessot
Bruno, nato a Gorizia; Stulle Tullio; Serafino Ernesto; Salvaterra
Giuseppe, nato a Gorizia; Saksida Zora; TrulloVincenzo (Truglio), nato
a Catanzaro; Tomasi Ugo; Tutta Venceslao (Tuta Venceslav), nato a
Tolmino; Ursic Mirko, nato a Sela vicino Volcah; Ursic Gabriel (Ursic
Gabrijel); Velicogna Giovanni (Velikonja Ivan), nato a Gresenbrun
(Austria); Vidich Valentino (Vidic Zdravko), nato a Canale; Vidimari
Bruno (Vidmar Bruno), Velikonja Giuseppe (Jozef); Zorattini
Giuseppina, nata a Maribor; Zuccalli Teofioro (Teodoro); Zanello
Bruno; Zanghi Umberto, nato a Susak; Zotti Antonio (Cotic Anton);
Morel Ignazio (Ignac), nato a Gorenje Polje; Ipavec Giuseppina
(Jozefa); Mazzoccone Camillo; Caputo Giovanni; Gelli Michele, nato a
Pistoia; Kaucic Giovanni (Kavcic Ivan); Manca Gavino (Gaetano);
Mughe(r)lli Valentino (Mugerli Valentin); Rosini Gino; Concilio
Domenico, nato a Battipaglia; De Vecchia Ida, nata a Sandrinetto
(Verona); Fabbri Guerrino; Mauro Emanuele, nato a Gela; Podgornik
Gualtiero (Vojko); Sfiligoi Jozef (Sfiligoj Jozef); Sinigoj Daniel,
nato a Dornberk; Turroni Trebles, nato a Forlì; Bastianutto Luigi,
nato a Trieste; Barazzetti Mario, nato a Gorizia; Beggi Giovanni, nato
a Gorizia; Citta Carlo, nato a Lecce; Schilacci (Schillaci) Angelo,
nato a Favarra (Agrigento).


Scomparsi prima del 1 maggio 1945


Ambrosi Egidio, nato a Sagrado (Gorizia), Badalini Erminio, nato a
Gorizia; Belli Renato, nato a Gorizia; Blasizza Alfredo (Blazic
Alfred), nato a Podgora (Piedimonte); Bucovini Aldo (Bukovic), nato a
Gorizia; Burcheri Cataldo, nato a San Cataldo (Cl); Bensa Basilio,
nato a Gorizia; Biscardi Rosario, nato a Vittoria (Ragusa); Boschin
Antonio (Boskin Anton), nato a Gorizia; Causer Egidio, nato a
Monfalcone; Cechet Attilio, nato a Fogliano Redipuglia; Cigoli
Giuseppe (Cigoj Jozef), nato a Salcano; Cinti Giacinto; Ciuffarin
Rodolfo (Cuferin Rudolf), nato a Gorizia; Clancis Severino (Klancic
Severin), nato a Lucinico (Gorizia); Cociancig Aldo (Kocjancic), nato
a Gorizia; Coos Alfredo (Kos Alfred), nato a Lucinico (Gorizia); Culot
Giovanni (Kulot Ivan), nato a Gorizia; Calligaris Emilio, nato a
Trieste; Caratti Rodolfo, nato a Reana del Roiale; Chiapulin
(Carletti) Margherita, nata a Gorizia; Cocianni Luigi (Kocjancic
Alojz), nato a Trieste; Collini Giuseppina, nata a Gorizia; Comelli
Agostino (Komel Avgust), nato a Kromberk (Gorizia); Cumar Mario (Humar
Mario), nato a Gorizia; Danieli Valentino, nato a Genova; Degano
Riccardo, nato a Pasian di Prato (Udine); Del Zotto Gerardo, nato a
Manzano; Del Zotto (nata Celli) Luigia, nata a Cormons (Gorizia); De
Martissa Eugenio, nato a Gorizia; De Piero Angelo, nato a San Nicola
Manfredi (Benevento); Dilena Bruno, nato a Mossa (Gorizia); Dossio
Alberto, nato a Monaco; Duca Vladimiro (Knez Vladimir), nato a
Caporetto; Epicuri Felice, nato a Padova; Franchi Umberto(Franko
Albert), nato a Gorizia; Furlani Teodoro, nato a Moste (Lubiana);
Fabbio Idelberto, nato a Salerno; Faggiani Ettore, nato a Portogruaro;
Franceschinis Giovanni, nato a Brasilia; Fois Lucio (Fon Alojz), nato
a Caporetto; Gaier Luigi, nato a Gorizia; Gargano Sabino, nato a
Barletta (Bari); Ghi Andrea, nato a Sassari; Gianna Severino, nato a
Foggia; Gutierrez Stefano, nato a Sassari; Giani Ferruccio, nato a
Gorizia; Giana Francesco, nato a Samicandro Garganico (Foggia);
Grignetti Umberto, nato a Roma; Grinovero Giovanni, nato a Cividale
(Cedad); Hois Ugo; Hahn De Hannenbeck Sergio, nato a Gorizia; Iach
Giuseppe (Lah Jozef), nato a Dobravlje; Isotta Maria; Leogrande
Giovanni; Liceni Radovano (Licen Radovan), nato a Branik (Gorizia);
Lovini Francesco (Loviscek Franc), nato a Medana; Lippi Luigi
(Lipicar), nato a Gorizia; Larucci Luciano, nato a La Spezia; Lazzini
Renata, nata a Cherso; Lodi Luigi, nato a Mantova; Longo Ugo, nato a
Capodistria; Lupi Carlo, nato a Trieste; Manfrin Gino, nato a Rovigo;
Marchi Jolanda, nata a Piedimonte (Gorizia); Marcocic Luigi (Markocic
Alojz), nato a Gorizia; Mattei Vicnenzo, nato a Pisino; Mazzatenta
Giorgio; Milost Eugenio (Eugen), nato a Salcano; Muzzolini Leonardo,
nato a Billerio (Udine); Magris Sergio, nato a Trieste; Medeot
Giovanni, nato a Farra d'Isonzo (Gorizia); Micheli (Turchi) Isa, nato
a Torrita di Siena; Malandrini Romano, nato a Venezia; Marvin
Valentin, nato a Gorizia; Muzzolini Ivano, nato a Billerio Mignano
(Udine); Novo (nata Battiston) Rina, nata a Pordenone; Olivo Vittorio,
nato a Rivignano; Paulin Luigi (Pavlin Alojz), nato a Gorizia;
Pellegrino Pasquale, nato a Falerna (Catanzaro); Perla Giuseppe, nato
a Teramo; Persoglia Oscar (Persolja Oskar), nato a Possio San
Valentino; Paoletti Aldo (Pavletic), nato a Gorizia; Piemonti
Giuseppe, nato a Cormons; Privitera Alfio; Pueri Giorgio, nato a
Trieste; Ronca Danilo, nato a Gorizia; Ruffel(l)i Antonio, nato a
Vilonitz (Cechia); Rizzoli Luigi, nato a Camposanto di Modena;
Scacciante Arminio, nato a Ghirignano (Venezia); Soffientini Corrado,
nato a Gorizia; Spezzano Giacomo, nato a Reggio Calabria; Scaglia
Guglielmo, nato ad Agrigento; Sivilotto Artusa, nata a Komen; Spazzali
Giuseppe Federico, nato a Untergerhoff (Austria); Sussi Isidoro (Susic
Izidor), nato a Gorizia; Turel Guerrino (Vojko), nato a Gorizia;
Turisani Edi (Italo) nome partigiano Sergio, nato a Cormons (Gorizia);
Tomin Dino, nato a Noventa (Padova); Troian Sisino, nato a Grado;
Tortul Isidoro, nato a
Farra (Gorizia); Travan Carlo, nato a Gorizia; Volpat Orion, nato a
Pola; Venturini Augusta (maritata Usaj), nata a Gorizia; Visin Dario
(Vizin), nato a Gorizia; Vitello Fulvio, nato a Trieste; Voncina
Andrea (Voncina Andrej), nato a Gorizia; Watt Luigi, nato a Gorizia;
Zorzi Zei Adriana (Zorc nata Cej Adrijana), nata a Gorizia; Zorzi
Gabriella (Zorc Gabrijela), nata a Gorizia; Zorzin Guglielmo, nato a
Cormons, Brazzano; Zorgia Ermenegildo, nato a Villa Estense (Padova);
Zagaglia Giuseppe, nato a Padova; Addeo Giovanni, nato a Udine;
Cavallo Salvatore; Fedri Carlo, nato a Trieste; Fonzari Franco, nato a
Trieste; Beuzar Francesco (Bavcar Franc), nato a Rocinj; Bidut Bruno,
nato a Monfalcone; Bigerna Otello, nato ad Acquapendente (Viterbo);
Bertolussi Rinaldo; Camolese Angelo (Mario, Giorgio), nato a Roncade
(Treviso), Canalesi Maria; Cantarutti Edoardo, nato a Cormons
(Gorizia); Chezzi Luigi (Chessa Luigi), nato a Boretto (Reggio
Emilia); Comel Antonio (Komel Anton), nato a Gorizia; Cumini
Bruno, nato a Campolongo al Torre (Udine); Di Lena Longino, nato a
Campolongo al Torre (Udine); Dimarch Valerio, nato a San Vito al
Tagliamento (Udine); Di Marco Epifanio; Forestan Danilo, nato a
Vicenza; Ganzer Oskar; Longo Francesco, nato a Gorizia; Mazzoli Oscar,
nato a San Canzian d'Isonzo (Gorizia); Olivo Ugo, nato a Cavezzano
(Modena); Pagnussat Mario; Pagnussat Vittorio; Pergolis Bruno, nato a
Trieste; Rupil Luciano, nato a Cormons (Gorizia); Storni Giovanni,
nato a Ronchi dei Legionari; Toplicar Ladislao (Toplihar Ladislav),
nato a Gorizia; Visintin Oddone, nato a Gorizia; Cabas Bruno (Cabras),
nato a Udine; Gallavotti Felice, nato ad Arpino
(Frosinone); Marega Avvelino, nato a Trieste; Giardina Vincenzo, nato
a Trieste; Pizzutti Emilio (Ennio); Di Falco Salvatore, nato ad
Agrigento; Piscopello Amleto, nato ad Aliste (Lecce).


Appartenenti ai Domobranzi.


Begus Rodolfo (Begus Rudolf), nato a Nemski Rut; Crali Antonio (Kralj
Anton), nato a Canale; Gerbec Riccardo (Gerbec), nato a Rocinj; Gerbec
Andrea (Gerbec Andrej), nato a Rocinj; Hladnik Anton, nato a Krizna
Gora di Aidussina; Hvalica Giuseppe (Jozef), nato a a Rocinj; Jug
Antonio (Anton); Jug Valentino (Valentin); Jug Hilarij; Kogoj
Francesco (Kogoj Franc), nato a Rocinj; Kogoj Bruno (Kogoj), nato a
Rocinj; Kemperle Lodovico (Ludvik), nato a Nemski Rut; Kemperle
Giustino (Justin), nato a Nemski Rut; Leban Giovanni (Ivan), nato a
Prapetno (Tolmino); Podreka Antonio (Anton), nato a Volce; Presen
Karel, nato ad Avce; Samec Albino (Albin), nato a Canale; Snidersich
Agostino (Znidersic Avgustin), nato a Morska di Canale; Suligoi Bruno
(Suligoj); Sulligoi Pietro (Suligoj Peter), nato a Canale; Tinta
Francesco (Franc); Vuga Dogomiro (Dragomir); nato a Rocini; Bubbola
Giuseppe; Krapez Anton; Goriup Antonio (Anton); Leskovic Dusan, nato a
Lubiana; Medved Franc, nato a Masore Cerkno; Rakar Alojz, nato aSent
Lovrenc na Dolenjskem; Novak Ivan, nato a Lubiana; Lukan Janez, nato a
Rovte pri Logatcu; Erzen Ludvik, nato a Luce di Skofja Loka;
Zgavec Franc, nato a Jelicni vrh di Idria; Leban Jozef.

--- Fine messaggio inoltrato ---




Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia
 
sito internet: http://www.cnj.it/
posta elettronica: jugocoord(a)tiscali.it
notiziario telematico JUGOINFO:
http://groups.yahoo.com/group/crj-mailinglist/messages