Coordinamento
Nazionale per la Jugoslavia


Segnalazione iniziativa



Milano, sabato 10 maggio 2014
alle ore 16:00 presso la sala conferenze del C.A.M. "Scaldasole" - Via Scaldasole 3/A (zona Ticinese)




../immagini/Sopocani.jpg../immagini/kosovo_yu.jpg../immagini/Arilje.jpg


Kosovo-Serbia-Jugoslavia
UN TESORO IN PERICOLO



Seminario - Proiezioni e dibattito

Coordina:
Andrea Martocchia - segretario, Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia ONLUS
[scarica l'audio: MP3 30' 14,2MB]

Intervengono:
ROSA D'AMICO - storica dell'arte, già Direttrice della Pinacoteca di Bologna e funzionaria della Soprintendenza per i beni artistici, storici ed etnoantropologici di Bologna. E' la maggiore esperta italiana in tema di arte medioevale serbo-bizantina
[scarica l'audio: MP3 30' 14,1MB]
ALESSANDRO DI MEO - coordinatore delle attività di solidarietà verso la Serbia e il Kosovo per la ONG "Un Ponte per…" (Roma)
[scarica l'audio: MP3 23' 11,1MB]
 
JEAN TOSCHI MARAZZANI VISCONTI - giornalista e saggista, autrice e curatrice di libri sulle questioni jugoslave per le case editrici Città del Sole e Zambon
[scarica l'audio: MP3 15' 7,2MB]

I principali monumenti della cultura serba antica - da Studenica a Mileševa e Sopoćani, fino alle chiese trecentesche del Kosovo - stanno a testimoniare di un inestimabile patrimonio di cultura e di civiltà fiorito nel cuore dei Balcani e quindi dell'Europa. Un tesoro che in Italia è praticamente sconosciuto, nonostante i secolari rapporti storici ed artistici tra le due sponde dell'Adriatico. Anziché tutelare e promuovere la conoscenza di quel patrimonio, il nostro paese ha partecipato ad azioni militari e passaggi politico-diplomatici che lo hanno messo a repentaglio in anni recenti.
In questo 2014 cadono infatti il 15.mo anniversario dei bombardamenti della NATO su ciò che rimaneva della Jugoslavia dopo le già gravi secessioni iniziate nel 1991, e il 10.mo anniversario dei pogrom scatenati contro i serbi in Kosovo sotto gli occhi poco innocenti delle nostre truppe di occupazione. Fatti che non intendiamo dimenticare.
Il Kosovo, cuore storico della Serbia, che è a sua volta parte della Jugoslavia: sono per eccellenza i luoghi della convivenza tra culture diverse, e tali rimangono malgrado le politiche identitarie e nazionalistiche abbiano portato disunione e sangue con l'avallo della peggiore politica nostrana. Quei monumenti appartengono ad una identità condivisa, anche se spesso dimenticata, e la perdita di parte di quel patrimonio, avvenuta nel tempo e in occasione dei recenti eventi bellici, costituisce una ferita gravissima e non rimarginabile alla conoscenza non solo della storia di quei luoghi, ma anche della nostra.


Promuove: Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia - ONLUS


Evento Facebook


milano100514  milano100514.jpg  milano100514

IL RESOCONTO:
La nostra iniziativa ha raccolto un pubblico numericamente nella media per occasioni simili (globalmente si sono viste una trentina di persone) ma soprattutto ha fornito un buon livello di approfondimento sui temi trattati, grazie in particolare all'intervento di Rosa D'Amico [scarica l'audio: MP3 30' 14,1MB].
Nel pubblico si sono viste diverse persone prendere appunti e alla fine è stato anche proposto che CNJ-onlus promuova una pubblicazione divulgativa, curata dalla stessa Rosa, sul patrimonio artistico-monumentale serbo-bizantino.
Per quanto riguarda gli altri interventi: A. Martocchia [scarica l'audio: MP3 30' 14,2MB] ha introdotto, collegando tra l'altro i temi dell'iniziativa alla tragica attualità ucraina, evidenziando le palesi analogie, ricordando infine la nostra iniziativa in corso "Na more con amore"; A. Di Meo [scarica l'audio: MP3 23' 11,1MB] ha parlato delle iniziative promosse da anni da "Un ponte per…" presentando un breve video ("Il mio ricordo più caro") sul caso della figlia di un desaparecido serbo-kosovaro; J.T.M. Visconti [scarica l'audio: MP3 15' 7,2MB] ha accennato alle sue esperienze dirette in Kosovo ed alla situazione in Bosnia e Croazia, invitando a promuovere anche turisticamente i tesori serbo-bizantini.
Tra i presenti, la grande maggioranza erano appartenenti o legati alla comunità serba, incluso il console della Rep. di Serbia.
Siamo dunque soddisfatti per l'interesse suscitato, che ci ha ripagato delle molteplici difficoltà organizzative registrate, essenzialmente di natura tecnica: non siamo riusciti ad effettuare proiezioni (si è malamente ripiegato sullo schermo del computer); abbiamo avuto i tempi contingentati; non c'è stata alcuna collaborazione da parte di chi gestisce la sala. Faremo tesoro anche di questa esperienza nella costruzione di iniziative future visto che è necessario "insistere e persistere" a porre nel dibattito pubblico quelle tematiche che nessun altro vuole affrontare, specialmente in occasione degli anniversari e ricorrenze più significative quale è questo XV dei bombardamenti.



Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia - onlus
 
sito internet: http://www.cnj.it/
posta elettronica: jugocoord(a)tiscali.it
notiziario telematico JUGOINFO:
http://groups.yahoo.com/group/crj-mailinglist/messages