Coordinamento
Nazionale per la Jugoslavia



Segnalazione iniziativa





Parma 10 febbraio 2008

FOIBE E FASCISMO

Proiezione del film
OCCUPAZIONE IN 26 IMMAGINI
di Lordan Zafranović


Si svolgerà il 10 febbraio p.v. la terza edizione della manifestazione antifascista alternativa alla celebrazione della "Giornata del ricordo delle foibe e dell'esodo degli italiani dalla Venezia Giulia e dall'Istria". La manifestazione, promossa dal Comitato antifascista e per la memoria storica-Parma, si terrà nel pomeriggio di domenica presso l'Auditorium Toscanini di via Cuneo, 3 Parma.
Alle 15 interverrà Costantino Di Sante, presidente dell'Isituto Storico della Resistenza di Ascoli Piceno, sul tema: "L'occupazione fascista e il lungo dopoguerra al confine Orientale. Violenze, crimini, foibe, e deportazioni".
Alle 16 verrà proiettato il film: "L'occupazione in 26 immagini" del regista Lordan Zafranovic, sull'occupazione da parte delle truppe italiane e tedesche di Dubrovnik nel 1941. Il film, già presente al Festival di Cannes del 1978, sarà presentato in sala da Tamara Bellone del Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia. A seguire dibattito.


LA LOCANDINA

Locandina Parma 10 febbraio 2008

IL VOLANTINO



10 febbraio: ricordare…ricordare tutto!

 

 

I tragici fatti delle foibe del settembre-ottobre ’43 e maggio ’45, per il ricordo dei quali è stata istituita nel 2004 un’apposita “giornata del ricordo”, si spiegano considerando ciò che su quelle terre del confine orientale è accaduto dalla fine della prima guerra mondiale.  Le azioni delle squadracce fasciste contro centri culturali di lingua diversa dall’italiano, sedi sindacali, cooperative agricole, giornali operai, militanti politici e cittadini “slavi”. Il discorso di Mussolini a Pola  del  1920  sulla “razza slava” quale  razza «inferiore  e barbara» da colpire. La chiusura delle scuole slovene e croate, i licenziamenti, gli espropri, l’italianizzazione forzata, imposti dal regime durante il ventennio.  E poi, dalla primavera del ’41, la guerra d’aggressione, l’occupazione militare di diversi territori della Jugoslavia (Lubiana fu fatta provincia d’Italia), la confisca dei beni e la distruzione delle abitazioni, i massacri dei civili, la  loro  deportazione in campi di concentramento. Tutto questo è alla base dell’odio popolare e della rivolta nei confronti dell’Italia fascista. Fino alle vendette e agli eccessi, agli episodi di giustizia sommaria, all’eliminazione nelle foibe. Che ha riguardato non “decine di migliaia di italiani” ma circa cinquecento di loro, in gran parte militari, capi fascisti, dirigenti e funzionari dell’amministrazione italiana occupante, collaborazionisti. In occasione  del  10 febbraio del 2006 e del 2007 lo Stato italiano ha concesso onorificenze alla memoria di alcuni di loro, almeno alcuni, come p.e. Vincenzo Serrentino, chiari criminali fascisti. La Repubblica Italiana nata dalla Resistenza dovrebbe invece essere riconoscente ai quarantamila  soldati  italiani che l’indomani dell’ 8 settembre ’43  scelsero di combattere nelle file dell’Esercito Popolare di Liberazione jugoslavo, e in particolare a coloro che diedero la vita in quell’epica lotta nei Balcani, col loro sacrificio riscattando l’Italia dall’onta in cui il fascismo l’aveva gettata.

 

 

10 febbraio 2008  Parma  Auditorium Toscanini (via Cuneo 3)

ore15 conferenza di Costantino Di Sante  Presidente dell’ Istituto

           Storico della Resistenza di Ascoli Piceno,  sul tema  «L’occupazione fascista e il lun-

                   go dopoguerra al confine orientale. Violenze, crimini, foibe, deportazioni»                 

ore16 proiezione de  “L’occupazione in 26 immagini” film

                di Lordan Zafranovic presentato da Tamara Bellone  del

                   Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia

 

 

 

 

 

COMITATO ANTIFASCISTA  E  PER LA MEMORIA STORICA – PARMA

Aderiscono: red. «Critica e Conflitto», red. «Dalla parte del torto», Ateneo Libertario, A.N.P.P.I.A., Comitato Cittadino Antirazzista, C.I.A.C. (Centro Imm. Asilo e Coop.), Associazione «Primula Rossa», Laboratorio antagonista «Le radici e le ali» (Langhirano), Liberacittadinanza-sede di Parma, Giovani Comunisti, Fed. Giov. Comunisti Italiani, Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea, Partito dei Comunisti Italiani, Partito Marx-Lenin. It.,  Associazione d’Amicizia Italia-Cuba,  Coord. Naz. per la Jugoslavia
 

c.i.p.  via Testi  Parma   comitatoantifasc_pr@alice.it






Torna alla pagina delle iniziative sul sito del Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia...


Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia - onlus
 
sito internet: http://www.cnj.it/
posta elettronica: jugocoord(a)tiscali.it
notiziario telematico JUGOINFO:
http://groups.yahoo.com/group/crj-mailinglist/messages