I partigiani jugoslavi nella Resistenza italiana

2016-2017: Il Cimitero Internazionale Partigiano di Pozza (Acquasanta Terme AP) flagellato dagli eventi sismici e meteorologici
nel 73.mo Anniversario della strage nazifascista di Pozza, Umito e Pito


Indice



I danni

Al Cimitero Internazionale Partigiano di Pozza (Acquasanta Terme, AP), a latere della celebrazione per l'Anniversario della strage dell'11 marzo 1944 in cui perirono tra gli altri anche 15 antifascisti jugoslavi, abbiamo potuto constatare i danni causati dagli eventi sismici e meteorologici che hanno flagellato la zona da agosto 2016 in poi. Il Cimitero necessita di opere di restauro e consolidamento che sono fortunatamente già iniziate, con il rifacimento della lapide principale a cura del Comune, ma continueranno anche attraverso una raccolta fondi (crowdfunding) sulla quale in futuro diffonderemo maggiori informazioni.

../IMG/PozzaUmito/2017/1.jpg
Ben 19 lapidi su 34 sono rotte, probabilmente a causa del peso della neve – era alta più di due metri!

../IMG/PozzaUmito/2017/2.jpg
Una gran parte delle lapidi giacciono adesso a terra. Dovranno essere rifatte tutte...

../IMG/PozzaUmito/2017/3.jpg
Anche il muro di cinta ha subito un crollo.

../IMG/PozzaUmito/2017/lapidi_neve.jpg   ../IMG/PozzaUmito/2017/lapide_rotta.jpg
A sinistra: Così apparivano le lapidi al disgelo (fonte: Giuseppe Parlamenti). A destra: Così era ridotta la lapide più grande e famosa, probabilmente a seguito di una delle tante scosse di terremoto (fonte: Giuseppe Parlamenti)

../IMG/PozzaUmito/2017/lapide_nuova.jpg
La lapide principale e più famosa – che ricalca i versi del cippo del cimitero di Mirogoj a Zagabria, che accoglie le salme dei caduti della brigata "Italia" – è stata già ripristinata a cura del Comune. I frammenti della vecchia lapide verranno però conservati in prossimità in ricordo di questa terribile stagione 2016-2017.




La commemorazione nel 73.mo Anniversario della strage

Lunedì 13 marzo 2017 si è tenuta a Pozza di Acquasanta Terme (AP) la commemorazione del 73.mo Anniversario delle stragi nazifasciste di Pozza, Umito e Pito – 11 marzo 1944 – in cui caddero 15 jugoslavi, 11 italiani tra cui una donna e una bambina, due greco-ciprioti, due inglesi, uno statunitense. Altri antifascisti jugoslavi furono uccisi nelle vicine frazioni di Collefrattale e Arola.

Partecipare alla commemorazione quest'anno, dopo gli eventi sismici e metereologici che hanno sconvolto quelle zone, ha rappresentato tra l'altro un atto di solidarietà e vicinanza per comunità che molti anni fa hanno fornito generosa accoglienza a chi ne aveva bisogno, pagando tra l'altro per questo un prezzo assai caro.

../IMG/PozzaUmito/2017/Celebrazioni2017.jpg    ../IMG/PozzaUmito/2017/ritaglio.jpg

Dal Programma:

11 MARZO 1944 – 11 MARZO 2017
La S.V. è invitata a partecipare alla Cerimonia Commemorativa dei fatti partigiani dell'11/03/1944 di Pozza ed Umito, che si svolgerà  POZZA presso il Cimitero Internazionale Partigiano.

LUNEDÌ 13 MARZO 2017

In ricordo di quanti caddero combattendo per la difesa dei supremi valori di libertà, democrazia e giustizia e perché il sacrificio di molti sia esempio di vita per tutti, si terrà presso il Sacrario di Pozza di Acquasanta Terme (AP) una cerimonia commemorativa dei fatti partigiani dell'11/3/1944.

PROGRAMMA

ORE 10:00 CIMITERO PARTIGIANO
Raduno delle Autorità e dei cittadini
ORE 10:30 Deposizione delle corone di Alloro ed onori ai caduti. Interventi degli alunni dell'ISC di Acquasanta Terme. Orazioni ufficiali.
ORE 11:30 SANTA MESSA

Il Sindaco di Acquasanta T.
Sante Stangoni
Il Presidente della Provincia
Paolo D'Erasmo
Il Presidente ANPI sez. Acquasanta T.
Giuseppe Tosti
Il Presidente ANPI Comitato Provinciale
Pietro Perini



Fonti e ringraziamenti



Si ringraziano Gelindo Forlini e Giuseppe Parlamenti.


(pagina a cura di Andrea Martocchia)



Ultimo aggiornamento di questa pagina: 23 dicembre 2017
Scriveteci all'indirizzo partigiani7maggio @ tiscali.it

I partigiani jugoslavi nella Resistenza italiana