P A R T I G I A N I !

Roma, 7-8 maggio 2005




Il fronte dello Srem (Sremski Front)


a cura di Dragomir Kovačević e Andrea Martocchia



Tra gli altri, sullo Sremski Front (Jugoslavia, al confine tra le attuali repubbliche di Serbia e di Croazia) caddero 163 combattenti della brigata partigiana "Italia".
Citiamo dal sito: http://www.adasevci.com/sremskifront.html:

Sremski front

Sremski front je nastao 21. oktobra 1944. godine, odmah posle oslobođenja Beograda, kada su jedinice Narodnooslobodilačke vojske Jugoslavije i Crvene armije Sovjetskog Saveza prešle preko reke Save i , ne dajući neprijatelju da predahne, otpočele teške višemesečne borbe na ovom prostoru. U sremskoj ravnici, na prostoru omeđenom rekama Dunavom i Savom, a po dubini od Zemuna do linije Vinkovci-Županja, vođene su borbe sve do 13. aprila 1945. godine, kada je konačno probijena i poslednja neprijateljska linija odbrane i oslobođeni Vinkovci i Županja. Posle oslobođenja većeg dela Srbije, ukljčujući i Beograd , nastala je nova etapa u oslobodilačkom antifašističkom ratu naroda Jugoslavije. Poboljšani su uslovi za nastupna dejstva jedinica Crvene armije na budimpeštansko-bečkom pravcu. Nemačkoj grupi armija "E" onemogućen je manevar pri izvlačenju snaga iz Grčke i Albanije ka Mađarskoj i Austriji. Sremski front je postao najznačajniji deo opšteg strategijskog fronta u Jugoslaviji, koji je povezivao savezničke frontove u Evropi. Na Sremskom frontu, u toku nekoliko napadnih i odbrambenih operacija, sa obe strane učestvovalo je preko 250.000 naoružanih vojnika. Na Sremskom frontu učestvovale su jugoslovenske i savezničke snage: 12 divizija, dve vazduhoplovne divizije, Konjička brigada, Tenkovska brigada, Rečna ratna flotila, korpusne i armijska artiljerija, Partizanska brigada "Italija" narodnooslobodilačke vojske, odnosno Jugoslovenske armije. Povremeno delovi dva streljačka korpusa, Dunavske rečne ratne flotile i Vazduhoplovne grupe "Vitruk"(dve divizije), podržani artiljeriskim jedinicama Crvene armije Sovjetskog Saveza. Krajem decembra 1944. godine na Sremskom frontu učestvovale su dve divizije bugarske otačestvenofrontovske Narodne armje, koje su se nalazile u sastavu 3. ukrajinskog fronta Crvene armije.
U toku 175 dana žestokih borbi na Sremskom frontu poginulo je preko 13.000 boraca narodnooslobodilačke vojske i 163 vojnika partizanske brigade "Italija" koja je bila u sastavu prve proleterske divizije. Poginulo je i 1.100 vojnika i oficira Crvene armije, kao i 630 vojnika i oficira otačestvenofrontovske bugarske Narodne armije.


Imena poginulih boraca koji su dali svoje živote u borbi za slobodu, protiv fašizma, uklesana su u Spomen obeležje u Aleji časti.
Na mestu proboja Sremskog fronta, na 106. kilometru autoputa od Beograda prema Zagrebu, uz levu obalu reke Bosut, pokraj sela Adaševci podignuto je veličanstveno spomen obeležje "Sremski front". To je memorijalno-građevinska, hortikulturno-pejsažna, istorijsko-muzeološka i umetnička kompozicija čiji sadržaj trajno podseća sve generacije na jednu od najvećih i najtežih odlučujućih bitaka u Jugoslaviji.

Autor Spomen obeležja Sremski front je akademski vajar Jovan Soldatović.

Alcuni dati sul Fronte dello Srem

Il Fronte dello Srem fu creato il 21 ottobre 1944, subito dopo la liberazione di Belgrado, quando le unitŕ dell'Esercito di Liberazione Nazionale della Jugoslavia, insieme all’Armata Rossa dell’Unione Sovietica, attraversarono il fiume Sava e, senza dare tregua al nemico, iniziarono una campagna che durň piů mesi in queste zone. Nella pianura della regione dello Srem, delimitata dai fiumi Danubio e Sava ed estesa dalla cittŕ di Zemun fino alla linea Vinkovci-Županja, vennero condotte battaglie fino al 13 aprile 1945 quando fu piegata anche l’ultima linea di difesa del nemico, e vennero liberate le cittŕ di Vinkovci e Županja. Dopo la liberazione della maggior parte della Serbia, Belgrado inclusa, si realizzň una nuova tappa nella guerra di liberazione antifascista dei popoli jugoslavi. Migliorarono le condizioni per l’avanzamento delle truppe dell’Armata Rossa sulla linea Budapest-Vienna. Al gruppo “E” delle armate tedesche  fu impedita la manovra della ritirata dalla Grecia e dall'Albania verso Ungheria e Austria. Il Fronte dello Srem divenne la parte piů importante del fronte strategico nella Jugoslavia, che serviva da connessione tra i fronti degli Alleati nel resto dell’Europa. Sul Fronte dello Srem durante piů operazioni d’avanzamento e difesa, furono impiegati da entrambe le parti piů di 250.000 soldati in armi. Ai combattimenti sul Fronte dello Srem parteciparono forze militari jugoslave e alleate nella misura seguente: 12 divisioni, due divisioni di aeronautica, una Brigata di cavalleria, una Brigata corazzata, una Flotta militare fluviale, l'artiglieria dei corpi d’armata e delle armate, nonchč la Brigata partigiana “Italia” facente parte integrante dell’Esercito jugoslavo. Furono impiegati anche due corpi d’armata di tiratori, della Flotta danubiana militare e del Gruppo aeronautico “Vitruk” (due divisioni), con il sostegno delle unitŕ d’artiglieria dell’Armata Rossa dell’Unione Sovietica. Verso la fine del 1944, sul Fronte dello Srem erano impegnate due divisioni dell’Armata nazionale della Bulgaria facenti parte del 3. fronte ucraino dell’Armata Rossa.
Durante i 175 giorni di violentissime battaglie sul Fronte dello Srem caddero piů di 13.000 combattenti dell’esercito popolare di liberazione e 163 militari della brigata partigiana “Italia” che era inquadrata nella I Divisione Proletaria. Caddero anche 1.100 soldati dell’Armata Rossa, cosě come 630 soldati e ufficiali dell’Esercito nazionale della Bulgaria.
I nomi dei combattenti che diedero le proprie vite nella lotta per la libertŕ dal fascismo, sono scolpiti nel Monumento del Ricordo nel Viale dell’Onore.
Sul luogo dell’apertura della breccia nel Fronte dello Srem, al 106.esimo kilometro della autostrada Belgrado-Zagabria, accanto alla riva sinistra del fiume Bosut, nei pressi del villaggio di Adaševci, č stato eretto un grandioso memoriale “Sremski front”. Si tratta di una composizione memoriale architettonica, di tipo giardiniero-paesaggistico ed artistico, il cui contenuto lascia un perenne ricordo, a tutte le generazioni odierne, di quella che fu una delle piů grandiose e decisive battaglie nella Jugoslavia.
L’autore del Memoriale del ricordo “Sremski front” č lo scultore Jovan Soldatović.

Spomen "Sremski
                    Front"


Spomen obelezje Sremski front (slika Dk 20090814)


IL MONUMENTO PER I COMBATTENTI DELLA BRIGATA ITALIA
 (foto Dk 20090814)



SPOMEN OBELEŽJE SREMSKI FRONT
Sremskog fronta BB
22244 ADAŠEVCI
+381 22 737 303

mapa:
http://maps.google.it/maps?client=opera&rls=it&q=berak%20vukovar
&sourceid=opera&ie=utf-8&oe=utf-8&um=1&sa=N&tab=wl

ili iz adaševaca, na severo-zapad, do šida, za tovarnik, pa dalje za berak (možda oko 35 km)



U selu Berak postoji Spomen grobnica palih boraca sa srijemskog fronta, na mjesnom groblju, br.reg. 371.


Selo Berak se nalazi zapadnije od mesta spomen obeležja.
Do njega se može stići izlaskom sa auto puta E70 u mestu Županja, uzimajući pravac na sever prema Vinkovcima i Vukovaru.
U Vinkovcima izaći na desno prema selu Mirkovci, proći ga i ići do mesta Orolik.
Iz Orolika poći putem na levo, ka selu Berak koje se nalazi na udaljenosti od samo nekoliko kilometara.
Mapa sela Berak:

http://maps.google.it/maps?client=opera&rls=it&q=berak%20
vukovar&sourceid=opera&ie=utf-8&oe=utf-8&um=1&sa=N&tab=wl



Na ovoj internet adresi mogu se zapaziti spomen obeležja za borce pale na Sremskom frontu, na više različitih lokacija: http://www.generalni-konzulat-sr-yu.htnet.hr/memspomenici.html

Za spomenik u Berku, navode se sledeći kratki detalji:

IL MEMORIALE CENTRALE del FRONTE DELLO SREM
Sremskog fronta BB
22244 ADAŠEVCI
 +381 22 737 303

mappa:
http://maps.google.it/maps?client=opera&rls=it&q=berak%20
vukovar&sourceid=opera&ie=utf-8&oe=utf-8&um=1&sa=N&tab=wl




Nel villaggio di Berak, poco piů ad ovest del Complesso-Memoriale principale, esiste un Ossario dei combattenti caduti sul Fronte dello Srem - e precisamente nel cimitero locale, n. parcella 371.

Dopo aver visitato il Memoriale principale nei pressi di Adaševci (Serbia, vicino alla cittŕ di Šid), si puň proseguire a nord-ovest per Tovarnik (Croazia) e per Berak, che č il villaggio successivo (a circa 35 km).
In alternativa, giungendo da ovest (Croazia), il villaggio č raggiungibile uscendo dall’autostrada E70 nei pressi di Županja, in direzione nord verso Vinkovci e Vukovar. All'altezza di Vinkovci bisogna uscire a destra verso il villaggio di Mirkovci, passarlo, e prendere per Orolik. Da Orolik prendere la strada che va a sinistra verso il villaggio di Berak, situato pochi kilometri piů in lŕ.
La mappa del villaggio di Berak :

http://maps.google.it/maps?client=opera&rls=it&q=berak%20
vukovar&sourceid=opera&ie=utf-8&oe=utf-8&um=1&sa=N&tab=wl

Al seguente indirizzo internet si possono esaminare i diversi memoriali ai combattenti caduti sul Fronte dello Srem in varie localitŕ: http://www.generalni-konzulat-sr-yu.htnet.hr/memspomenici.html

Per il monumento a Berak, sono citati i seguenti brevi dettagli che arrichiscono le informazioni esposte all’inizio di questa nostra relazione:

Spomenik u
                    Berku

KOSTURNICA SA SPOMENIKOM BORCIMA POGINULIM NA SREMSKOM FRONTU U BERKU

Na putu Vukovar-Orolik, u mestu Berak, na pravoslavnom groblju smeštenom na izlazu iz mesta u pravcu Tompojevaca, u ulici Čakovačka bb, nalazi se "Kosturnica sa spomenikom borcima poginulim na Sremskom frontu".

U kosturnici je sahranjeno preko 40 boraca 1. i 3. proleterske brigade, 3. vojvođanske brigade, 8. srpske brigade, 3. krajiške brigade, italijanske brigade "Garibaldi", poginulih na Sremskom frontu u periodu od 08.12.1944. do 31.01.1945. godine. Spomenik od belog mermera podigao je 1966. godine Opštinski odbor SUBNOR-a Vukovar. Na spomeniku je uklesan epitaf: "Neka je vječna slava palim borcima" i imena znanih boraca iz Republike Srbije, Republike Hrvatske, Bosne i Hercegovine, Republike Makedonije i Republike Italije.
L’OSSARIO CON LA LAPIDE PER I COMBATTENTI CADUTI SUL FRONTE DI SREM, A BERAK

Sulla strada Vukovar-Orolik, nel villaggio di Berak, nel cimitero ortodosso situato all’uscita dal paese in direzione Tompojevci, sulla via Čakovačka snc, si trova  l'Ossario con la lapide per i combattenti caduti sul fronte dello Srem.

Nell’Ossario sono seppelliti piů di 40 combattenti - della 1. e 3. brigata proletaria, della 3. brigata della Vojvodina, della 8. brigata della Serbia, della 3. brigata della Krajina, della brigata italiana “Garibaldi” - tutti caduti sul Fronte dello Srem nel periodo dall’8.12.1944 fino al 31.1.1945. La lapide di marmo bianco č stata eretta nell’anno 1966 da parte del Consiglio dell'Associazione Nazionale Partigiani di Vukovar. Sul monumento č inciso l’epitaffio: “Gloria eterna per i combattenti caduti” con i nomi conosciuti dei combattenti delle Repubbliche di Serbia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Macedonia e Italia.




S. Mirković: Sećanja na Sremski front 1944 – 1945 (April 2010.god. - i na JUGOINFO) / La memoria del Fronte dello Srem 1944 - 1945

Sul Museo-memoriale del Fronte dello Srem si veda anche la pubblicazione illustrata:
Vojislav Subotić, SREMSKI FRONT 1944-1945 - Beograd, 2000



Torna alla pagina sui partigiani italiani combattenti in Jugoslavia



=== * ===

P A R T I G I A N I !
Una iniziativa internazionale ed internazionalista
nel 60.esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo

http://www.cnj.it/PARTIGIANI/index.htm

Per contatti: PARTIGIANI! c/o CNJ,
C.P. 13114 (Uff. Roma 4), 00100 ROMA - ITALIA

partigiani7maggio @ tiscali.it


=== * ===