Ottobre 1944: i giovanissimi
        combattenti che, nelle file della Seconda Brigata Proletaria,
        hanno preso parte ai combattimenti per la liberazione di
        Belgrado, posano soddisfatti per la foto-ricordo (dal libro:
        Pokret!, di A. Clementi, ed. ANPI Roma, 1989)

P A R T I G I A N I !

Roma, 7-8 maggio 2005



MESSAGGI DI SALUTO




dal Coro Partigiano Triestino "Pinko Tomazic":

<< Siamo spiacenti di dover declinare il vostro invito a partecipare al  simposio sui partigiani da voi promosso a Roma dal 7 al 8 maggio a causa dei numerosi appuntamenti già precedentemente programmati e che  vedranno il nostro coro impegnato in manifestazioni organizzate dentro  e  fuori regione, in occasione del 60° anniversario della Liberazione.
Si coglie tuttavia l'occasione per indirizzare alla vostra organizzazione il  saluto e  l'adesione del Coro Partigiano triestino "Pinko Tomazic" alle iniziative che andate proponendo, nella  piena condivisione dei valori di libertà e democrazia che le sostengono  e in  uno spirito di ideale partecipazione alle stesse. Come ben saprete, il  nostro è un coro formato da persone sia italiane sia slovene, in gran  parte
appartenenti alla generazione che combatté il regime nazi-fascista ma  con  sempre più giovani tra le proprie file, tutte unite dal comune sentire  i  principi della Resistenza e dalla ferma opposizione alla dittatura e  alle  violenze perpetrate negli anni del Ventennio e della seconda guerra  mondiale.
Animati dagli stessi sentimenti di pace e libertà che guidarono  l'azione dei  nostri partigiani, oggi non possiamo che plaudire alla vostra  iniziativa e augurarvi la riuscita della manifestazione.

Il consiglio direttivo >>


Saopstenje Nove Komunisticke Partije Jugoslavije:

<< Postovani drugovi,
sa zaljenjem moram da Vam se izvini sto i pored prijave necu biti u stanju da zajedno sa Vama podrzim casnu inicijativu koju ste pokrenuli za ocuvanje casti i dostojanstva onih koji nisu zalili svoje zivote da u XX veku spasu ljudsku civilizaciju od zastrasujuce ideje fasizma.
Bila mi je zelja da u svoje ime i u ime moje Nove Komunisticke Partije Jugoslavije na dostojan nacin obelezimo 60 godina od pobede i izuzetne uloge Partizana u koloni pobednika.
I mi ovde, u nasoj zemlji imamo puno razloga da slecimo Vasu inicijativu. Uskoro cemo organizovali veliki skup na ovu temu i bice nam izuzetna cast da budete nas i gosti. Nadamo se da necete imati onih problema za obezbedjenje vize kao smo ih mi imali.
Potomak sam borca Narodno oslobodilackog rata ciji je ratni put trajao 577 ratnih dana i koji je, ratujuci u nasoj zemlji sve do zavrsenih borbi u Ilirskoj bici, presao vise od 4000 kilometra u njegovoj jedinici. Casno je svoj zivot polozio Italijan Partizan Bruno Francesco Mario. Poginuo je 03.04.1945. godine.
Pozdravljam Vas ratnim pozdravom: Smrt Fasizmu, Sloboda Narodu.

Petar Susnjar >>


Da ASSOCIAZIONE "AVEN AMENTZA" - UNIONE ROM E SINTI - ONLUS:

<< Cari amici e compagni,
desideriamo aderire all'iniziativa da voi promossa per celebrare il 60° Anniversario della Liberazione e per contrastare i tentativi di ridurre o negare il valore di quelle vicende e negare il carattere internazionale della lotta partigiana. Attacco che si è spinto fino al tentativo di stravolgere quella Costituzione che le forze animatrici della Resistenza avevano lasciato in eredità all'Italia.
Siamo un'ancor piccola associazione, nata però in modo originale perché costituita prevalentemente da Rom e Sinti e con inediti appoggi da parte d'importanti organizzazioni.
Uno dei problemi che, con tutta la fatica che ciò potrà comportare, intendiamo affrontare è quello dell'immagine di cui il nostro popolo è stato ricoperto a causa dell'ignoranza diffusa tra molti e propalata dai mezzi d'informazione.
Di ogni cosa positiva che viene dal nostro popolo volutamente si perde notizia, i nostri grandi -uomini e donne- sono nascosti e dimenticati o ne viene taciuta l'appartenenza.
E infine ecco cosa più direttamente spiega l'interesse per la vostra iniziativa:
in tutta Europa, dovunque si è organizzato un movimento di Resistenza, Rom e Sinti ne hanno fatto parte; spesso talmente numerosi da costituire intere formazioni, con propri comandanti; spesso compiendo imprese e atti di valore personale e d'importanza storica; talvolta persino ottenendo il riconoscimento di una decorazione, in cambio d'una vita sacrificata. Tutto questo è stato facilmente e rapidamente dimenticato. Non conosciamo la realtà di altri paesi, ma in Italia la situazione è, in questo senso, vergognosa. Non parliamo di monumenti, né di pensioni: Rom e Sinti conoscono, quanto molti Italiani, l'arte di arrangiarsi, e, quanto ai monumenti, pensiamo che questi stiano nei cuori, più che nelle pietre.
Rivendichiamo tuttavia, così come abbiamo fatto per le centinaia di migliaia di nostri fratelli sterminati dal nazifascismo, che queste persone non siano conosciute solo da pochissimi esperti, ma entrino di diritto nella schiera di coloro che hanno contribuito a liberare questo ed altri paesi.
Anche se per noi nessun 25 Aprile è ancora arrivato.
La nostra adesione, che vi chiediamo di accettare, non è dunque motivata "solo" da pur nobili motivi politici e dal desiderio di difendere dei valori, che tutti ci accomuna. Noi in realtà siamo ancora fuori da quella storia che voi vi proponete di difendere.

Un cordiale saluto, con l'augurio di fortuna e salute.
Milano 5 aprile 2005                                              
il Presidente
Laurentiu Sandu
il Vice presidente Ernesto Rossi >>



=== * ===

P A R T I G I A N I !
Una iniziativa internazionale ed internazionalista
nel 60.esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo

http://www.cnj.it/PARTIGIANI/index.htm

Per contatti: PARTIGIANI! c/o CNJ,
C.P. 13114 (Uff. Roma 4), 00100 ROMA - ITALIA

partigiani7maggio @ tiscali.it
 FAX +39- 36 333-6100425


=== * ===