logo cnj
COORDINAMENTO NAZIONALE PER LA JUGOSLAVIA onlus

ITALIJANSKA KOORDINACIJA ZA JUGOSLAVIJU



Torna alla nostra documentazione...



Dossier Ucraina / Novorossija

Klichko
Klichko: "Ordine seguito, l'Ucraina brucia!"



A cura di Italo Slavo. Aggiornamento 31 marzo 2017

Leggi anche, su questo sito:


Carovana e Forum antifascista in Donbass, 6–10 maggio 2015. L'intervento di CNJ-onlus

Fascisti italiani in Ucraina? Una storia lunga (Federico Rucco, 7 Maggio 2014)


A proposito della "carestia che ha portato al genocidio staliniano" in Ucraina nel 1933: una campagna di disinformazione tedesca, polacca e del Vaticano
di Annie Lacroix-Riz (Docente di Storia Contemporanea presso l’Università di Parigi 4), traduzione di S. Angeleri -  Fonte originale: http://www.historiographie.info/menu.html

Scarica:

La documentazione fotografica a cura di Veronika Yukhnina con il sostegno di White-book.info e Rote Hilfe (Germania):
1. le violenze sugli attivisti (PDF 1,1MB)
2. le formazioni neonaziste (PDF 1,1MB)
3. la persecuzione dei giornalisti (PDF 0,7MB)


Collegamenti:


VIDEO:
I notiziari quotidiani del Fronte Sud / ЮЖНЫЙ ФРОНТ
Il canale YouTube di Novorossija TV

immagini/bandiera_com_ua_antifa_bo.jpg Comitato Ucraina Antifascista Bologna: la pagina FB
Appello del Comitato Ucraina Antifascista Napoli (FB)
Comitato Ucraina Antifascista Milano (FB)

Aggiornamenti dal sito di "Trentino-Russia"
Aggiornamenti dalla pagina FB "Con l'Ucraina Antifascista" - sito dedicato Ucrainaresiste.livejournal.com
Aggiornamenti via FB dal "Fronte Sud"
Aggiornamenti da Marx21.it
Aggiornamenti da Contropiano.org

JUGOINFO sull'Ucraina - in italiano
JUGOINFO sull'Ucraina - altre lingue

La PRIMA CAROVANA ANTIFASCISTA promossa dal gruppo musicale Banda Bassotti
La SECONDA CAROVANA ANTIFASCISTA promossa dal gruppo musicale Banda Bassotti
ed il Forum "Antifascismo Internazionalismo Solidarietà" (AIS – 8 maggio 2015)
AIS_logo.jpg

Colonel Cassad Blog
Slavyangrad.org
The Saker / Saker.de / Saker Italia / Voltideldonbass.wordpress.com/
The New Cold War: Ukraine and beyond
Russian Spring

http://novorossia.su
Novorossia News Agency (EN / FR / DE / RU ...)

KPDNR (Partito Comunista della Repubblica Popolare di Donetsk)

Red Star Over Donbass
Ukraineantifascistsolidarity.wordpress.com/

White-book.info
International Observatory of Ukrainian Conflict (FB)

Sulla strage di Odessa (2 maggio 2014):
2May.org
Odessa Solidarity CampaignFB
Tutti i link

Pagina FB dei Comunisti di Lugansk (ex KPU) / Луганск Обком КПУ

Blog di Alexei Mozgovoi e della "Prizrak" / ОМБр "Призрак" Алексея Мозгового – за НОВОРОССИЮ!
Blog di Alexei Markov "Red Rat"

Newdonbass.su


Letture consigliate:

I “Giorni maledetti” dell’Ucraina golpista. Diario di una giovane ucraina da Majdan a oggi (a cura di F. Poggi su Contropiano, aprile 2016: i ii iii iv – anche su JUGOINFO)

Rete "Noi Saremo Tutto": NON UN PASSO INDIETRO + DVD GAVARIT DONBAS (RedStarPress 2016)

Atti del convegno "Ucraina e Russia 2013-2015: gli eventi e le rappresentazioni", tenuto a Modena 14-15 maggio 2015

Rete "Noi Saremo Tutto": UCRAINA. GOLPE GUERRA RESISTENZA (RedStarPress 2015). Recensione

Danielle Bleitrach et Marianne Dunlop: URSS vingt ans après. Retour de l’Ukraine en guerre. Éditions Delga (243 pages, 19 euros). Recensione

MarxVentuno N.1-2 2014, Speciale sulla crisi ucraina. In particolare: Cronologia dell’Ucraina post-sovietica (PDF), dalla dissoluzione dell’Urss al golpe di Evromajdan

Jörg Kronauer, Erich Später: "Ukraine über alles!" Ein Expansionsprojekt des Westens. Hamburg 2014

PDF: The White Book on Violations of Human Rights and the Rule of Law in Ukraine, Ministry of Foreign Affairs of the Russian Federation, 5 mai 2014, 81 pp. (DOWNLOAD PDF 2,8MB)

PDF: Cari amici italiani, perché state finanziando una guerra contro di noi? Opuscoletto di controinformazione e agitazione realizzato da lavoratrici ucraine antifasciste in Italia, 2014

Enrico Vigna: L'Ucraina tra golpe, neonazisti, riforme e futuro. Francoforte: Zambon Ed., 2014 (p.160, 10 euro)
Enrico Vigna: Ucraina, Donbass. I crimini di guerra della Giunta di Kiev. Francoforte: Zambon Ed., 2014 (p.240, 20 euro)


Lo "spazio vitale tedesco" (Arbeitskreis antiimperialistische Solidarität – Heidelberg, marzo 1995)

Le strategie eversive del neocolonialismo - nostra pagina tematica: effettuare una ricerca testuale sull'Ucraina

Roberto Curci: Via San Nicolò 30. Traditori e traditi nella Trieste nazista. Ed. Il Mulino, 2015
Nonostante le critiche, il libro contiene informazioni utili sui collaborazionisti ucraini complici nella repressione antipartigiana in Italia e negli orrori del lager della Risiera di San Sabba a Trieste

Anatolij Kuznetsov: Babij Jar. 1941: l’oc­cup­a­zio­ne na­zis­ta di Kiev. A cura di Adriana Chiaia. Francoforte: Zambon 2011

Michail Bakunin: Ai compagni della Federazione delle sessioni internazionali del Giura. In: La questione germano-slava. Il comunismo di Stato (1872)
pubblicato in italiano dalle Edizioni Anarchismo, 1999, 2a ediz., rilegato in tela, pagine 444, euro 16,00

Documenti video:

Crimea. Il ritorno a casa (documentario di Andrey Kondrashov, 2015 – versione italiana da Sakeritalia.it)
History of Novorossia

Documenti musicali:


Вставай Донбасс! – Группа «Куба» / "Alzati Donbass", gruppo "Cuba" - en castellano: ¡En pie, Donbass!

Песня про Донбасс – Eugene Morev / Canzone per il Donbass, Eugene Morev

Гимн батальона "ВОСТОК" 1080p HD (Ополчение ДНР) / Inno del battaglione antifascista di autodifesa popolare "Vostok"

Pensnya o trevosnju molodosti – Banda Bassotti

Вставай, Донбасс! – Донецкая панк-группа "День триффидов" гимн ДНР / "Alzati Donbass", gruppo punk "Il giorno dei Trifidi"
Гимн Донецкой народной республик – National Anthem of Donetsk People's Republic / Inno della Repubblica Popolare del Donbass – Created In 2014 By The Punk Band "Den triffidov" ("The Day of the Triffids")


../immagini/confetti.jpg

Il nastro di San Giorgio:  ucraina/nastrosangiorgio.jpg
è un simbolo della vittoria sovietica contro il nazifascismo; in generale i colori giallo e nero rappresentano nell'area ex-sovietica i colori dell'onore di chi si distingue per eroismo e senso civico


PREMESSA: IL NAZISMO UCRAINO NELLA II G.M. E DURANTE LA GUERRA FREDDA

Nei primi anni Quaranta il nazionalismo ucraino fu potentemente sobillato dai nazifascisti ed un regime collaborazionista, guidato da Stepan Bandera (da cui l'espressione banderisti) fu instaurato nel paese, con l'appoggio anche delle truppe italiane scagliate contro l'URSS.

ucraina/nazi1_lemberg.jpg  ucraina/nazi2_galizien.jpg
ucraina/nazi3.jpg  ucraina/nazi4_parata.jpg

Anche in Italia il collaborazionismo ucraino è tristemente ricordato, ad esempio nella figura dell'aguzzino della Risiera di San Sabba a Trieste, Ivan (John, una volta stabilitosi negli USA) Demjanjuk. Si leggano (anche su JUGOINFO):
Misha, il "Boia di Bolzano" in Italia - Il lavoro delle guardie ucraine (di F. Rotondi)
I “boia” ucraini della Risiera di San Sabba (di P. Geri)

Come Bandera, anche il "premier" del suo regime e principale responsabile dei pogrom antisemiti di Leopoli/Lvov, Jaroslav Stetsko, dopo la sconfitta del 1945 trovò riparo in Occidente e si mise al servizio della CIA. Fu leader per decenni della Organizzazione dei Nazionalisti Ucraini OUN.

ucraina/Stetsko_Bush.jpg
In fotografia: Stetsko e George Bush Senior

Stetsko visse in Germania fino alla sua morte nel 1986. A Monaco di Baviera, nella Zeppelinstrasse al numero 67, il presidente ucraino Viktor Juschenko ha fatto apporre una targa bilingue alla sua memoria; lo stesso Stepan Bandera è sepolto nei pressi di Monaco. La moglie di Juschenko, Katerina Chumachenko, negli anni Ottanta era assistente di Stetsko ed attivista della OUN. Abitava negli USA dove aveva funzioni nell'ambito della finanza internazionale e del FMI.

ucraina/katerina.jpg
Katerina Chumachenko è stata anche aderente dell'organizzazione neonazista americana "National Alliance" (in foto, ad un raduno del 1989) e coordinatrice ai lavori della Conferenza Mondiale dell' "Anti-Communist League".

Leggi anche:

CIA‘s Use of Nazi Strategy on Ukrainian Right-Wing Nationalists Unabated since Cold War / L'uso della CIA dei nazisti ucraini dalla Guerra Fredda
Nationalism and fascism in Ukraine: A historical overview (By Konrad Kreft and Clara Weiss / WSWS). PART 1 - PART 2

I successori di Stetsko sono stati addestrati ed armati dai servizi segreti occidentali nei mesi ed anni precedenti la rivolta di Euro-Majdan:

ECCO CHI SONO I GRUPPI D’ASSALTO DELLA RIVOLTA DI KIEV
Documento inedito per l’Italia - Oleg Matveychev / Enrico Vigna: 1 PARTE2 PARTE
Ecco la foto del gruppo della Gioventù Nazionalista Ucraina, che ha partecipato ad un corso di addestramento di “terrorismo diversivo”, sotto la guida di istruttori NATO, in un campo militare della base militare atlantica in Estonia, nell’estate del 2006. Alcuni di loro sono stati arrestati proprio in queste settimane per gli scontri a Kiev…
ucraina/addestra1.gif  ucraina/addestra2.gif  ucraina/UkraiNazist.jpg  ucraina/UkraiNazist2.jpg  ucraina/addestra3.jpg 


COME E' INCOMINCIATO

Il cosiddetto Euro-Majdan - movimento per una svolta politica dell'Ucraina in senso filo-occidentale, che si sviluppa con le proteste attorno al Majdan, piazza centrale di Kiev - si accende subito a seguito della rottura delle trattative del governo di Viktor Janukovich, del Partito delle Regioni, per l'Associazione alla Unione Europea. Il movimento ha infatti come principale rivendicazione proprio l'ingresso dell'Ucraina nell'Unione Europea e la rottura delle relazioni con l'odiata Russia. In questo viene appoggiato dai più noti esponenti politici europei occidentali:

ucraina/Pittella.jpg
Gianni Pittella arringa la folla di ultranazionalisti sulla piazza di Kiev. In primo piano le bandiere di "Svoboda" e "Pravij Sektor" (dicembre 2013)

CHI E' GIANNI PITTELLA

Pittella è vice-presidente del Parlamento europeo.

«Io sono andato giù a Roma... ho parlato con... e poi ho incontrato anche Gianni Pittella... è il presidente del Consiglio europeo (lapsus, ndr )... grande... potere enorme... al posto di parlamentare europeo... nel Pd è considerato potente ecco... io l’ho incontrato... sul piano casa abbiamo parlato parecchio... magari strumenti europei perché...» (Primo Greganti, intercettazioni inchiesta EXPO)

Dalla pagina FB di Gianni Pittella, "Viaggio a Kiev":
«L'Ue non é sorda alla battaglia per la democrazia del popolo ucraino. Sia il popolo ucraino a decidere liberamente se entrare a far parte della grande famiglia europea.»

Gianni Pittella è il datore di lavoro di Jan Zdzislaw Bernas, che conosciamo per altre ragioniBernas lavora come suo portavoce.

ucraina/pittella_tymosh_boldrini.jpg
In foto: febbraio 2014, Pittella accompagna Eugenia Timoshenko, figlia della oligarca mafiosa di estrema destra Julija, dalla presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini (fonte)

Foibe: tragedia nel Pantheon storia italiana. Anche per sinistra
Posted by Gianni Pittella in News | 0 comments
La tragedia delle foibe e degli esuli di Fiume, Istria e Dalmazia è entrata nel sentire comune. Nel Pantheon della storia nazionale. Anche per la sinistra. Ora occorre lavorare per favorire la conoscenza e il riconoscimento anche tra i giovani italiani, perché loro non debbano attendere mezzo secolo per sapere e capire come invece è successo per la mia generazione.
Contro ogni negazionismo – anche quello becero di cui è stato vittima Simone Cristicchi, autore insieme a Jan Bernas, di Magazzino 18 – contro chi vorrebbe ancora tenerci rinchiusi in una dogmatica visione della storia: buoni contro cattivi, fascisti contro comunisti. Rinsaldiamo la memoria di tutte le tragedie. Riconosciamo i nostri errori e guardiamo avanti forti nei principi e nei valori condivisi.

Leggi anche:
* Il legionario Fontana partecipa a una manifestazione a favore dei golpisti di Kiev ("Festa dell’Unità Ucraina") il 14 settembre 2014 a Milano. Gli altri ospiti erano soprattutto di area PD: Anna Zafesova, Mauro Voerzio, Matteo Cazzulani, Massimiliano Di Pasquale, Fabio Prevedello! (Il reportage di Franco Fracassi, 16 settembre 2014)
* Lo stesso Massimiliano Di Pasquale si adopera nel revisionismo storico addirittura definendo "neosovietiche" le accuse di collaborazionismo con il nazismo di Bandera e dei suoi complici. Eppure tali accuse sono state ribadite in tempi non sospetti (January 28, 2010) anche dal Centro Wiesenthal: WIESENTHAL CENTER BLASTS UKRAINIAN HONOR FOR NAZI COLLABORATOR.
* Dal PD ai nuovi nazisti: la coscienza tramortita dall'Impero (di Piotr, 16 ottobre 2014 – anche su JUGOINFO)


La coalizione "europeista", espressione politica delle proteste di piazza, si compone di tre partiti:
  • Bat'kivshcina ("Patria"), guidato dall'oligarca Julija Timoshenko e del quale fa parte Arsenij Jatsenjuk;
  • Udar ("Pugno"), guidato dall'ex pugile Vitalij Klichko
  • Svoboda, guidato da Oleg Tjahnjbok

ucraina/Jatsenjuk_Ashton.jpg  ucraina/Klitchko_Merkel_Jatsenjuk.jpg
A sinistra: Jatsenjuk a braccetto a Majdan con Catherine Margaret Ashton, Alto Rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza dell'Unione europea.
A destra: Klichko, Angela Merkel e Jatsenjuk

Per quanto riguarda Svoboda, ex Partito Nazional-Socialista Ucraino, si tratta di una formazione che è parte integrante della "internazionale nera" europea sin da tempi "non sospetti": si vedano ad es. questi due annunci di iniziative promosse da Forza Nuova nel 2013:

ucraina/Tjahnjbok_Nazi.jpgNell'immagine a sinistra, Oleg Tjahnjbok, leader di Svoboda, si esibisce nel saluto nazista. Sono d'altronde note le sue pubbliche dichiarazioni, ad esempio: «Non bisogna avere paura ma prendere il mitra, andare nei boschi a combattere contro moscoviti, crucchi, ebrei ed il resto della feccia...»
Ciononostante, ha contatti con l'ambasciatore tedesco a Kiev, Christof Weil, sin dall'aprile 2013.

Due esempi di manifestazioni di Svoboda nel centro di Kiev:
VIDEO 1/1/2014 (bis) - VIDEO 30/4/2014 (bis)


ucraina/PravijSektor.jpgGli squadristi che mettono a ferro e fuoco il centro di Kiev nei giorni dell' Euro-Majdan si coordinano nel cosiddetto Pravij Sektor (Settore di Destra), di fatto una emanazione del partito Svoboda. Al suo interno si distingue per organizzazione paramilitare e indirizzo ideologico l'organizzazione Trizub (il Tridente, simbolo nazista), guidata da Dimitri Jarosh.

ucraina/PravijSektor2.jpgA destra: Nazi-europeisti ucraini in corteo con la runa nazista, il simbolo della Divisione SS Galizien e le bandiere rossonere di Pravij Sektor
ucraina/Galizien.png
Il simbolo della Divisione SS Galizien

VIDEODOCUMENTARIO: "Settore Destro" di Euromaidan (in due parti)


ucraina/Tjahnjbok_Klitchko_Ashton_Jatsenjuk.jpeg
Tjahnjbok, Klichko, la baronessa Ashton e Jatsenjuk

ucraina/Tjahnjbok_Klitchko_Nuland_Jatsenjuk1.jpg  ucraina/Tjahnjbok_Klitchko_Nuland_Jatsenjuk.jpg
Tjahnjbok, Klichko, Victoria Nuland - vice-segretario di Stato USA incaricata per i rapporti con l'Europa - e Jatsenjuk

ucraina/Jatsenjuk_Tjahnjbok_Mccain.jpg

Sopra
: Jatsenjuk e Tjahnjbok con il lobbysta USA John McCain; sotto: Klichko, Tjahnjbok e Jatsenjuk ospiti a cena da McCain

ucraina/Klitchko_Tjahnjbok_Jatsenjuk_Mccain.jpeg


VIDEO (25'): Le Maschere della Rivoluzione
Un documentario di Russia Today girato a Maidan nei giorni della Rivoluzione di febbraio che ha portato alla deposizione del Presidente Yanukovich. Le testimonianze dirette dei protagonisti su una rivolta segnata dalle violenze dei militanti di estrema destra di Pravij Sektor e Svoboda. Una rivolta pilotata, con l’apporto finanziario determinante degli Stati Uniti...


VIDEO: Ukraine Crisis Today: Democracy caught on camera (4/mag/2014)
Documentario sulla rinascita del fascismo. I guerrafondai statunitensi insieme con la NATO e l’Unione europea hanno instaurato un governo fascista in Ucraina, dopo una rivoluzione violenta e pilotata. Adesso cercano di innescare una guerra civile nel paese. Oltre 900.000 ucraini hanno già lasciato il paese e hanno trovato rifugio in Russia. 2.500 sono fuggiti in Bielorussia. Questo è solo l’inizio. (fonte: Pandora TV / Associazione Marx XXI). In due parti:
  

20-21 FEBBRAIO 2014: Pogrom a Korsun
Attivisti dell'Euromaidan fermano autobus presso la città di Korsun-Schewtschenkowskiy, alla ricerca di sostenitori del governo legittimo che rientrano in Crimea. Circa 350 persone sono fatte scendere, dapprima maltrattate e torturate, poi uccise a decine. Nessuna condanna da parte di Bruxelles. (FonteVideo)
ucraina/korsun2014.jpg

21 FEBBRAIO 2014: Un memorandum di intesa viene sottoscritto a Kiev, mirante alla costituzione di un governo di unità nazionale che scongiuri la guerra civile nel paese.
Dopo appena una giornata l'accordo viene violato dalle destre che guidano la rivolta di piazza.

Infatti:


22 FEBBRAIO 2014: COLPO DI STATO.
Jatsenjuk è designato Primo Ministro

In una conversazione telefonica intercettata dai servizi segreti russi, Catherine Ashton viene informata dal Ministro degli Esteri dell'Estonia che i nuovi governanti hanno certamente organizzato loro stessi i tiri dei cecchini contro oppositori e poliziotti sulla piazza Majdan nell'ambito di una ben nota strategia della tensione - AUDIO - TEXT (anche su JUGOINFO)

Les banderistes ont sans doute organisé eux-mêmes les tirs de snipers qui ont massacré opposants et  policiers, révèle le ministre estonien qui ne savait pas qu'on l'écoutait

Secretive Neo-Nazi Military Organization Involved in Euromaidan Snyper Shootings (By F. William Engdahl - Global Research, March 03, 2014)
TRAD: Ucraina: organizzazione militare segreta neo-nazista coinvolta negli spari a Euromaidan (di William Engdahl)


Sul coinvolgimento di professionisti dei paesi NATO e di Israele:

In Ucraina si rivede la Blackwater, che però adesso si chiama Greystone (di Gianandrea Gaiani, Il Sole24Ore 9/4/2014)


Ha scritto Sergio Cararo: << Quando il presidente del Parlamento Europeo Schultz afferma senza problemi che intende dialogare con i fascisti ucraini del movimento Svoboda, indica che si è rotto il meccanismo - anche formale- dei “paletti democratici” sui quali è stato edificato quello che ormai si va configurando come un polo imperialista. I presupposti democratici che l'UE ha opposto per anni all'ingresso della Turchia nell'Unione sembrano materia di un'altra epoca. (…) E' sull'Ucraina che il mito della funzione progressiva dell'Unione Europea si sta rapidamente sgretolando. E con esso si sbriciola ogni residuo di credibilità. Qualche indizio era già leggibile nell'intervista rilasciata dal pacifista, ecologista ed ex ministro degli esteri tedesco Josckha Fischer sul Corriere della Sera, quando affermava che l'Unione Europea deve capire che “difendere i propri interessi non è a costo zero”. L'oltranzismo di Fischer, che avevamo già visto all'opera nell'aggressione alla Jugoslavia nel 1999, è ancora più esplicito in relazione alla crisi ucraina e ai rapporti con la Russia. >>

ucraina/Klitchko_Fuele_Tjahnjbok.jpgKlichko e Tjahnjbok con il loro sponsor, il Commissario UE all'Allargamento Stefan Fuele
A META' MARZO il nuovo "premier" Jatsenjuk è in tournée in Europa e negli USA.
Negli USA il leader dalla junta golpista è subito accolto da Obamaucraina/Jatsenjuk_Obama.jpg
Nella sua visita di Stato in Italia e Vaticano Jatsenjuk stringe le mani a Matteo Renzi e Jorge Mario Bergoglio
ucraina/Jatsenjuk_Bergoglio.jpg  ucraina/Renzi_Jatsenjuk.jpg

Negli stessi giorni Jatsenjuk ha anche un incontro con il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy, cosicché il 21 MARZO 2014 - tra i primissimi provvedimenti presi dal governo golpista - può annunciare la finalizzazione del Trattato di Associazione con l'Unione Europea. Ne entra subito in vigore la parte politica, quella economica sarà messa a punto in giugno. Il Parlamento Europeo ratificherà il Trattato il 16 SETTEMBRE 2014.

6 MARZO 2014: il Consiglio Supremo della Repubblica di Crimea non riconosce il governo golpista di Kiev e indice un referendum per l'indipendenza

La Crimea, penisola abitata in stragrande maggioranza da russi e separata dalla Russia solo nel 1954 per iniziativa di Cruschev, dal 1994 è Repubblica autonoma all'interno dell'Ucraina.





16 MARZO 2014: REFERENDUM IN CRIMEA, il 96,77% dei votanti approvano la secessione dall'Ucraina e l'unione alla Russia. Ha partecipato l'83,7% degli aventi diritto al voto

Contro la autodeterminazione della Crimea regime ucraino, NATO, UE e Turchia useranno tutte le intimidazioni e gli strumenti di pressione possibili, incluso il jihadismo e il revanscismo tartaro

18 MARZO 2014: Julija Timoshenko, leader del partito al potere "Patria" uscita di galera grazie al colpo di Stato, dichiara che la Russia andrebbe trasformata in terra bruciata

... nel corso di una telefonata con il parlamentare ucraino Nestor Shufrich la Timoshenko a una domanda di Shufrich: “Cosa dovremo fare ora con gli otto milioni di russi che sono ancora in Ucraina. Sono reietti”, la Timoshenko risponde: “Devono essere uccisi con armi nucleari

AUDIO/VIDEO: Intercettazione della telefonata / Телефонный разговор между Шуфричем и Тимошенко. 18 марта 2014 года в 23:17 по украинскому времени
Ukraine Gangster State Calls for 'Nuclear Strikes': VIDEO AND TRANSCRIPT (RT June 29, 2014)

ucraina/Fontana_Azov.jpg  ../immagini/ucraina_fontana.jpg  ../immagini/ucraina_casapound.jpg
In appoggio al nuovo regime di Kiev confluiscono in Ucraina estremisti di destra da mezzo mondo. Tra questi l'italiano Francesco Saverio Fontana.
Nella prima foto a sinistra Fontana mostra il simbolo del battaglione Azov, in cui sono inquadrati molti dei volontari neonazisti europei.
aucraina/Azov.jpg
Sulla maglietta invece Fontana sfoggia l'emblema di Casapound Italia, l'organizzazione italiana che da anni mantiene rapporti di amicizia con i nazisti del Trizub.

VIDEO: Neo-fascists train to fight Ukraine's rebels (Al Jazeera English 9/6/2014)
Ucraina, tra i feriti del battaglione Azov (Danilo Elia / OBC, 29 agosto 2014)
La svastica sugli elmetti del battaglione "Azov" (5 settembre 2014)
Battaglione Azov: una milizia neo-nazista, delle brigate internazionali fasciste finanziate dall'oligarca israelo-ucraino I. Kolomoisky (PM | solidarite-internationale-pcf.over-blog.net - 17/09/2014)
VIDEO: Un saluto in italiano (da un "volontario" che si fa chiamare Constantin) dal battaglione Azov ai camerati del nostro Paese (5/set/2014)
Tra i neonazisti della Rada ucraina: l’astro nascente Andrej Biletskij (di Marat Grassini, 15 Dicembre 2014)

ucraina/interni_nazi.jpg
Dipendenti dell'ufficio principale del Ministero degli Affari Interni dell'Ucraina, Oblast ' di Kiev, nell'atto di salutare romanamente esibendo svastiche ed altri simboli nazisti (fonte)


ALTRI VIDEO DEL BATTAGLIONE "AZOV"

Ukrainian Nazis Pay Private Military Company Academi (formerly Blackwater) for Training (by Eric Zuesse, 3.1.2015)
L’Europa si preoccupi dei mercenari in azione in Ucraina (M. Cortese / L. Barton, 2.2.2015 – anche su JUGOINFO)
APPARSA NEL WEB UNA LISTA CON DATI PERSONALI DI 644 COMBATTENTI DEL BATTAGLIONE "AZOV" (fonte: LNR Today, 25.5.2015)
Venerdi 22 maggio, è stato violato il database del battaglione punitivo "Azov", ai comandi di Kiev, da parte di volontari dell`InterBrigata del Sud Est. Il documento contiene 47 pagine, intitolato: "Lista del personale del reggimento di pattuglia della polizia speciale "Azov" nella regione di Kiev, che desidera continuare il servizio sotto contratto con la Guardia Nazionale dell'Ucraina presso l`unità militare 3057 nella città di Mariupol." Il file fornisce informazioni su 644 membri del battaglione. Gli autori del documento riportano generalità, posizione, rango, data di nascita, numero di passaporto, e numero identificativo. L`elenco risulta consultabile cliccando sul link.
Vergogna! I neonazisti ucraini arrivano al Parlamento Europeo (M5S, 26.06.15 – anche su JUGOINFO)
Meet the European Fighters Who Have Gone to War in Ukraine (August 25, 2015 - by Christopher Allen)
... the [Azov] regiment was originally founded as a far-right paramilitary group by Andriy Biletsky, a current member of the Ukrainian parliament ...

Bambini ucraini educati alla guerra antirussa dai nazisti dell'Azov (JUGOINFO settembre 2016)

Heil mein Nato! L’Ucraina «vivaio» del rinascente nazismo in Europa (M. Dinucci, 5.1.2016 – testo e video)


MARZO: Un disegno di legge preparato dal Ministro della Cultura del governo golpista, Evgenij Nischuk, e sostenuto da tutti i gruppi al potere, prevede la cancellazione delle festività del Primo Maggio e della Festa della Donna.
Saranno invece festeggiati l’8 luglio - Giorno dell’esercito ucraino - ed il 30 giugno - Giorno del ristabilimento dello Stato ucraino, in onore dell’Indipendenza dell’Ucraina proclamata da Stepan Bandera dopo l’occupazione di Leopoli da parte dei nazisti nel 1941.
Il 9 maggio, giornata della Vittoria sulla Germania nazista, andrà trasformato in giorno di lutto per le vittime dell’occupazione sovietica.

19 MARZO 2014: Ragazzo pestato a sangue da militanti di Pravy Sektor per la sua attività sui social network giudicata troppo di sinistra - VIDEO

7 APRILE 2014: PROCLAMAZIONE DELLA REPUBBLICA POPOLARE DI DONETSK

ucraina/Donetsk_manifesto.jpg
Il manifesto recita: 1918-1941-2014, unisciti all'Armata Popolare della Repubblica di Donetsk

17 APRILE 2014: Accordo a Ginevra - subito disatteso - tra Russia, USA, UE e Ucraina
Prevede il disarmo di tutte le formazioni illegali, l’amnistia e lo sgombero degli edifici occupati, “l’inizio immediato di un ampio dialogo nazionale che terrà conto degli interessi di tutte le regioni e di tutte le forze politiche dell’Ucraina”

2 MAGGIO 2014: IL POGROM DI ODESSA
Kulikovo Polje, Odessa: bande di nazisti di EURO-Majdan assaltano e danno alle fiamme la “Casa dei Sindacati” bruciando vive decine di persone; quelli che riescono a fuggire dal rogo sono linciati. Questo episodio, il più cruento del nuovo corso politico europeista e filo-NATO in Ucraina, segna l'inizio della rivolta nel Donbass contro il Governo golpista di Kiev.


VIDEODOCUMENTARIO: Pogrom programmato - VIDEO
Giulietto Chiesa commenta le immagini della strage di Odessa dimostrando che le vittime sono state assassinate brutalmente e non sono perite a causa dell’incendio al palazzo dei sindacati come è stato dichiarato dalla stampa internazionale. Pandora TV raccomanda la visione di questo servizio ad un pubblico di soli adulti.

DOSSIER: Il Massacro di Odessa (PDF 8,3MB – fonte: Centro Culturale La Città del Sole, Napoli)
DOCUMENTARIO: Odessa. Identikit di una strage (PolitRussia.com / Pandora TV) Prima puntata / Seconda puntata

VIDEO: Odessa Massacre: 'Right Sector wouldn't let people out of burning building'' (RT 2 mag 2014 – READ MORE)
VIDEO: Riprese fatte dall'esterno della Casa dei Sindacati
VIDEO: Altri filmati all'esterno ed all'interno della Casa dei Sindacati
VIDEO: Independent report on massacre in Odessa
Rogo di Odessa: l’ipocrisia degli europei (di Fabio Marcelli | 5 maggio 2014 - anche su JUGOINFO)
La verità sulla strage di Odessa (Franco Fracassi - 8 maggio 2014)
. Uccisi come animali, uno per uno. Una vera e propria esecuzione di massa premeditata. In parte confermata dai reporter presenti. Un crimine contro l'umanità.
Le massacre d’Odessa organisé au sommet de l’État ukrainien (Réseau Voltaire, 16 mai 2014)
VIDEO: Serbia: Odessa bloodshed photo exhibit questions West's intentions (Russia Today 9/6/2014)
VIDEO: Odessa: spunta una verità drammatica (PandoraTV 25/05/2014)
VIDEO: Odessa massacre / Il massacro di Odessa (etruscanwarrior 8 lug 2014)
VIDEO: Un altro tassello della verità su Odessa (PTV Speciale 04/07/2014)
VIDEO: “L’assalto nazista in Ucraina cominciò prima di Odessa: le prove”
(Pandora TV 5/7/2014  – dalla trasmissione di una TV russa “Momento della Verità” in versione originale con sottotitoli italiani)
VIDEO: Remember Odessa (aldo romaro, 26 ott 2014)
Alexei Albu, a survivor of the May 2, 2014, massacre at the Odessa, speaks: here, here and here (see also this VIDEO). He is the co-founded the Committee for the Liberation of Odessa and the investigative website 2May.org.
VIDEO: Lauffeuer (Film über Odessa, 14. März 2015, Dagmar Henn – http://vineyardsaker.de/ – auch hier und hier)
DOSSIER ODESSA (di Nico Macce, 5 maggio 2015 – anche su Resistenze.org)
ПРИНИМАЕМ ОГОНЬ НА СЕБЯ! ОДЕССА 2 МАЯ 2014 ГОДА. DOSSIER dettagliato in russo sulla strage realizzato da Evgenija Kulikova, con nomi e fotografie di 47 vittime accertate

Tra le vittime anche il giovane comunista Vadim Papura
ucraina/Vadim-page001.jpg
VIDEO: Il funerale di Vadim Papura
Otto mesi senza Vadim (3 Gennaio 2015 – Fonte: 2May.org): La testimonianza di Fatima Papura, madre del giovane comunista vittima del rogo della Casa dei Sindacati di Odessa...

TESTIMONIANZE:
* ESCLUSIVO: 2015, parla un giovane militante di estrema destra che ha partecipato ai crimini commessi alla Casa dei Sindacati di Odessa il 2 maggio 2014
* Parla una sopravvissuta. “La brutalità ed il terrore di quel giorno dovevano essere una lezione per qualunque oppositore” (di M. Vezzosi e G. Marchetti, 30/03/2016 – anche su JUGOINFO)

COMMEMORAZIONI E AGGRESSIONI AI PARENTI DELLE VITTIME:
L’émotion est tellement forte qu’il me semble impossible d’écrire le soir même, ici à Odessa, revenant avec les membres de la délégation étrangère de la Place Koulikovo Pole. Nous avons participé en tant que journalistes, militants, observateurs étrangers citoyens, sur l’invitation du Comité des Mères d’Odessa, à la manifestation organisée à la mémoire des victimes du massacre du 2 mai de l’année dernière. Si j’ai écrit tout de suite à chaud, c’est parce qu’il est si important de communiquer. Parce qu’ici à Odessa, au cœur de l’Europe, les habitants se sentent seuls et abandonnés...

VIDEO: Kulikovo Polje, Odessa, 2 agosto 2015: militanti nazi-europeisti aggrediscono i parenti delle vittime della strage del 2 maggio 2014
Right Sector thugs attack relatives of victims of the Odessa massacre
(Russia Insider, 2 ago 2015)
VIDEO: 27.03.2016. В Одессе нацисты напали на родственников погибших в Доме профсоюзов

REPRESSIONE:

Ad Odessa un cittadino viene attaccato dalla polizia perchè indossava il nastro di San Giorgio (Fonte: pagina FB "Fort Rus", 8/12/2014 – VIDEOFONTEVIDEO sottotitolato in italiano)
La commémoration d’Odessa (3.5.2015, Monika Karbowska)

Il Parlamento ucraino può scagionare i responsabili della strage di Odessa (18.05.2015)
Il disegno di legge per togliere qualsiasi responsabilità penale alle persone coinvolte negli eventi di Odessa del 2 maggio 2014 è stato introdotto nel Parlamento ucraino (Verchovna Rada), riporta l'ufficio stampa dell'assemblea legislativa ucraina oggi...
Kiev’s Repression of Anti-Fascism in Odessa (by Eric Draitser 27.5.2015)
Igor Astakhov, prigioniero politico e attivista antifascista di Odessa, è morto in carcere, ucciso dalla mancanza di cure delle autorità ucraine (aprile 2016 – cfr. anche su L'Antidiplomatico)
Vladimir Ghrubnik, professore dell'ateneo cittadino, accusato di terrorismo si trova in regime d'isolamento da mesi ed in gravi condizioni di salute (aprile 2016 – cfr. anche altri link)

LATITANZA DELL'ONU:

Il fumo ONU sulla strage di Odessa e la guerra (di P. Cabras e E.Santi, 7/1/2015)
VIDEO: L’ONU SI ACCORGE DEL MASSACRO DI ODESSA (PTV news 25 marzo 2016). Una conferenza all'ONU il 22.3.2016 ha esposto fatti gravissimi che a molti ancora restano ignoti

INIZIATIVE INTERNAZIONALI PER LA VERITA' E LA GIUSTIZIA SULLA STRAGE DI ODESSA:
2015: Stop the cover-up of Odessa massacre of trade unionists and anti-fascist activists! A resolution initiated by the IAC
2016: Statement in support of May 2 memorial in Odessa and for a United Nations investigation into the tragic events of May 2, 2014 (IAC-UNAC)
ALTRE INIZIATIVE

Timoshenko: 'Attaccate i veterani russi'
(di Nicolai Lilin) La candidata alla presidenza – già resasi nota per altri casi di incitamento all'odio razziale contro i concittadini russi – va a Odessa dopo la strage. E in un video sprona gli ultras filonazisti ad andare all'assalto dei vecchi partigiani.
Infatti:
9 MAGGIO 2014: In occasione della Festa della Vittoria – equivalente al 25 Aprile in Italia – l'Ucraina antifascista si mobilita con celebrazioni altamente simboliche e pregne di contenuto politico contro il governo nazi-europeista instaurato a Kiev

Per tutta risposta l’esercito ucraino lo stesso giorno massacra civili disarmati a Marjupol:

11 MAGGIO 2014: REFERENDUM nei due oblast (Regioni) di Donetsk e Lugansk sulla secessione dall'Ucraina e la proclamazione delle rispettive Repubbliche Popolari


25 MAGGIO 2014: PROCLAMAZIONE DELLA NOVOROSSIJA
Unificazione delle due Repubbliche Popolari di Donetsk e di Lugansk in un unico Stato di NOVOROSSIJA / REPUBBLICA POPOLARE DEL DONBASS ("Bacino del Donets")
"Nuova Russia" è il nome derivante dall'esperienza dell'omonimo governatorato delle terre a Nord del Nar Nero istituito nel XVIII secolo.

MANIFESTO DEL FRONTE POPOLARE PER LA LIBERAZIONE DI UCRAINA, NOVOROSSIA E RUTENIA TRANSCARPATICA (7 luglio 2014 - anche su JUGOINFO)

ucraina/flag_novorossija.jpg
La bandiera della Novorossija
ucraina/flag_donetsk.png  ucraina/flag_lugansk.jpg
La bandiera delle Repubbliche Popolari di Donetsk (a sinistra) e di Lugansk (a destra)

ucraina/flag_donetsk1918.png
1918: Bandiera della Repubblica Sovietica di Donetsk–Krivoy Rog

Borotba: Against the attempts to drag in the reactionary imperial "black-yellow-white" flag among the official symbols of the Union of People's Republics of Donetsk and Lugansk (also on JUGOINFO)

8 LUGLIO 2014: INTERVISTA A IGOR STRELKOV E PAVEL GUBAREV
rispettivamente Presidente del Consiglio di Sicurezza e Ministro della Difesa della Repubblica Popolare di Donetsk (anche su JUGOINFO. Fonte: Canale Primo Repubblicano della Repubblica Popolare Donetsk, VIDEO 1 - VIDEO 2 - VIDEO 3)



Appello del popolo della Repubblica Popolare di Donetsk e della Repubblica Popolare di Lugansk alla comunità mondiale (da kprf.ru - anche su JUGOINFO)

Manifestazione popolare antifascista e per l'autodeterminazione a Donetsk, 6 luglio 2014: VIDEO 1 - VIDEO 2

ucraina/Miners-Donetsk270514.jpg
Minatori in lotta espongono cartelli inequivocabili a Donetsk, 27 maggio 2014 (source)


25 MAGGIO 2014:
- ELEZIONI EUROPEE. Gianni Pittella è rieletto nelle liste del PD
- KIEV: "ELEZIONE" DEL NUOVO "PRESIDENTE" PETRO POROSHENKO. Ottiene il 54% dei voti in una consultazione cui prende parte meno del 60% degli aventi diritto

ucraina/Barroso_Poroshenko_VanRompuy.jpgPoroshenko, magnate dell'industria alimentare, è un informatore della ambasciata USA a Kiev.
Dopo l'elezione è immediatamente ricevuto a Bruxelles: nella foto a sinistra, tra Barroso e Van Rompuy
Schulz si dimette per fare il capogruppo, Pittella è presidente ad interim del Parlamento Europeo

Incoraggiato dai suoi alleati nella UE, Poroshenko ordina l'offensiva militare dell'esercito regolare nelle regioni secessioniste. E' l'inizio della vera e propria guerra civile in Ucraina.

ucraina/rocchelli-mironov.jpg 24 MAGGIO 2014: a Slavijansk sono assassinati Andrea Rocchelli e Andrej Mironov. Rocchelli, fotoreporter, viene così punito dalle milizie di Kiev per avere scattato alcune tra le più significative e angoscianti immagini della sofferenza della popolazione russa del Donbass.

ucraina/rocchelli-nellabuca.jpg Una famosa fotografia di Rocchelli: bambini di Slavijansk trovano riparo dai bombardamenti

Vedi anche la documentazione fotografica a cura di Veronika Yukhnina (PDF 0,7MB): la persecuzione dei giornalisti

ucraina/Kuligina.jpgAncora a Slavijansk, ma da altro reporter: questa immagine della partigiana Olga Kulygina fa il giro del mondo. In maggio la combattente è presa in ostaggio dai miliziani europeisti; verrà rilasciata in luglio, attraverso uno scambio con ben 17 prigionieri ucraini, tra cui alcuni ufficiali. (fonte)
29 MAGGIO 2014: Il premier della junta golpista ucraina Jatsenjuk è invitato come relatore alla cerimonia per il conferimento del Premio Carlomagno, riconoscimento altamente simbolico che dal 1950 viene attribuito ai personaggi di punta della costruzione dell'Europa neocarolingia e reazionaria.


16 GIUGNO 2014: ATTACCATA A KIEV L'AMBASCIATA RUSSA
Gli squadristi lanciano pietre e vernice, assediano il personale, vandalizzano le vetture parcheggiate all'esterno tracciando svastiche ed altri simboli nazisti. La polizia rimane a guardare compiaciuta

ucraina/embassy.jpg  ucraina/embassy.jpg  ucraina/embassy.jpg  ucraina/embassy.jpg  ucraina/embassy.jpg  ucraina/embassy.jpg  ucraina/embassy.jpg

Risponde la piazza a Mosca: slogan antifascisti dai manifestanti radunati sotto l'ambasciata Ucraina!

17 GIUGNO 2014: La Commissione Europea versa al governo golpista di Kiev 500 milioni d Euro, che si sommano ai 100 milioni versati il 20 maggio.
L'ammontare degli aiuti che l'UE si è impegnata a versare all'Ucraina è di 1 miliardo 610 milioni di euro.
Incalzato dai giornalisti, il Commissario europeo all'Economia e agli Affari Monetari, Olli Rehn, ha dichiarato che "Spetta a Kiev decidere come usarli, secondo i suoi bisogni" (ANSA, 17 giugno), quindi l'UE dà per scontato che questi fondi possano anche essere usati per finanziare la guerra civile contro il Donbass, o per il gas. Dove prende la Commissione Europea queste somme ingenti per foraggiare il governo fascista di Kiev? Lo rivela la stessa Commissione Europea nella rassegna stampa del 10 giugno, niente di più semplice: indebitandosi sui mercati finanziari. E i debiti saranno saldati, attraverso le note politiche di austerità, dai lavoratori europei. (fonte)

ucraina/Poroshenko.jpg

20 GIUGNO 2014: Ambasciatore ucraino in Italia inneggia al nazista Bandera

26 GIUGNO 2014: Pravij Sektor and altre sigle neonaziste filogovernative europeiste ucraine assaltano assemblea dei sindacati a Kiev

Right Sector neo-nazis attack trade union conference in Kiev (26/6/2014). VIDEO


27 GIUGNO 2014: PIENAMENTE IN VIGORE IL TRATTATO DI ASSOCIAZIONE ALLA UE
Dopo quella politica, Kiev ha siglato anche la parte economica dell'accordo con l'Unione Europea

Cosa significa l'associazione economica con l'UE? (Victor Shapinov | borotba.org, 27/06/2014 - anche su JUGOINFO)


PULIZIA ETNICA
Si moltiplicano i segnali che indicano che esiste un progetto del nuovo potere nazionalista per "ripulire" le zone orientali dalla popolazione di lingua russa

ll Donbass deve essere ripulito dalla popolazione indigena e abitato da galiziani (8/6/2014)

Centri di detenzione per la pulizia etnica dell'Ucraina sudorientale con fondi UE

Dalla pagina FB "Con l'Ucraina antifascista", 12 giugno 2014: << Settimane fa avevamo riportato la notizia, corredata da foto, della costruzione di centri di detenzione in Ucraina sudorientale con dei fondi UE. La notizia ulteriore, riguardava l'accelerazione dei tempi di consegna, dal 2015 all'estate 2014.
A quanto pare la giunta di Kiev ha esplicitato lo scopo di tanta fretta. Il Ministro della Difesa golpista, Koval, ha riferito ieri che "una volta sconfitta la resistenza", saranno necessarie delle misure di "filtraggio" dei cittadiniadulti (donne incluse) del Donbass, per scoprirne i contatti con i "terroristi e separatisti" e procedere allo "smistamento" dei cittadini in altre regioni del paese. Koval ha anche parlato di "speciali misure di filtraggio" e di "campi (lager) di filtraggio". Nei vari video, si vede Koval trattare l'argomento con estrema naturalezza, e questo ha aumentato lo sdegno dell'opinione pubblica ucraina e dei paesi vicini data la sinistra somiglianza delle misure di Koval con l'operato dei nazifascisti che deportarono in massa, nei campi di concentramento, i cittadini sovietici.
Queste dichiarazioni di Koval sembrano anche voler confermare alcune voci, sulla volontà della giunta di deportare gli abitanti del Donbass e insediare nella regione i galiziani, ovvero cittadini ucraini provenienti dall'Ovest. >>

Campi di internamento nel Donbass: la storia si ripete (Alexander Donetsky | strategic-culture.org, 15/06/2014 - anche su JUGOINFO)

Projet officiel de nettoyage ethnique en Ukraine (par Andrew Korybko - RÉSEAU VOLTAIRE  | 24 JUIN 2014 - anche su JUGOINFO)

Sharp rise in Ukrainian displacement, with more than 50,000 internally displaced (UNHCR, 27 June 2014 - anche su JUGOINFO)

Ucraina. Fanno paura i campi di concentramento “democratici” nell’Est

Se ne parla da un pò e ora ne ha parlato anche Nicolai Lilin su L’Espresso. Stiamo parlando dei campi di concentramento “democratici” che il governo di Kiev vorrebbe utilizzare in Ucraina per rinchiudere i cittadini dell’Est identificati come “terroristi” (29/6/2014)

Documento rivela: in Ucraina presto lager ed esecuzioni di massa

È stato redatto dalla Rand Corporation, il centro studi che consiglia la Cia, il Pentagono e la Casa Bianca. Verrà accusato di terrorismo perfino chi presenta lividi o graffi. Pronti campi speciali anche per i vecchi e i bambini... (F. Fracassi, 7 luglio 2014 - anche su JUGOINFO)

Rapporto sugli sfollati dal Donbass (30 giugno 2014)


Nella regione di Lugansk aperto il fuoco contro pullman di profughi: nessun sopravvissuto (7/7/2014)

La marcia dei rifugiati. Mezzo milione in fuga dall’Ucraina (9/7/2014)

PTV Speciale - Campi di filtraggio
12/lug/2014 - Costruzione di campi per immigrati nel Donbass finanziati dall'UE e programmati dal Ministero della Difesa ucraino. A Kiev una deputata invita a massacrare i russi, "nemici dal XV secolo". Non c'è scelta per i russi se non combattere. VIDEO




8 LUGLIO 2014: Il Ministro della Difesa italiano Federica Mogherini in visita a Kiev


COME IN SPAGNA NEL '36: NEL DONBASS SI FORMANO NUOVE BRIGATE INTERNAZIONALISTE



Varios españoles se suman a las "brigadas internacionales" de Donetsk
VIDEO: Brigadas Internacionales en el Donbass
Ucraina: dalla Spagna al Donbass per combattere il fascismo
Volontarios espanoles de la Brigada Vostok "Tsigan" y "Maki" (25/8/2014): VIDEO
Интервью с испанскими антифашистами (25/8/2014): VIDEO
Voluntarios griegos se suman a las filas de milicianos en Donetsk (27/8/2014)

Vedi anche: DALL'AUTUNNO 2014 SI SVILUPPA UNA COMPONENTE COMUNISTA ALL'INTERNO DELLE MILIZIE DELLA NOVOROSSIJA (sulla Brigata "Fantasma" di A. Mozgovoi e l'Unità 404)


ucraina/Garibaldi.jpg
Pavel Gubarev: “il simbolo del nostro dipartimento dei collaboratori stranieri (al momento di lingua inglese, tedesca, francese e spagnola). Loro stessi hanno pensato il nome e lo hanno realizzato, ancor prima che in internet Strelkov venisse chiamato il “Garibaldi novorusso”. Si legge nell’immagine: Ufficio di supporto informativo - Brigata Internazionale "compagno Garibaldi". (fonte)


LA PRIMA CAROVANA ANTIFASCISTA PROMOSSA DAL GRUPPO BANDA BASSOTTI

ucraina/BANDABASSOTTI_NOPASARAN.jpg

27-29/9/2014

Rostov sul Don - Novarossia

BANDA BASSOTTI - CAROVANA ANTIFASCISTA

COMUNICATO DELLA BANDA BASSOTTI
Ci rivolgiamo alla nostra grande Famiglia, a tutti i Banditi senza Tempo, agli Antifascisti, alla Classe Operaia, ai lavoratori, ai disoccupati e agli sfruttati. Dovunque essi siano.
Da molti mesi assistiamo ad una politica del silenzio. In tutta europa non trapelano notizie di quello che il governo nazista di Kiev sta facendo nel Donbass ed in tutta l'Ukraina. La stampa italiana ed europea e' completamente asservita all’Unione Europea ed alla politica degli Stati Uniti d'America. Nessuna notizia riguardante i bombardamenti sui civili, le persecuzioni di Russi, di comunisti e di chiunque possa sembrare un Partigiano delle milizie Popolari; nessun cenno al fatto che l’”europea” Ukraina sia il più grande laboratorio per il neonazismo internazionale.
Stanchi di questo, in completo accordo con le Milizie Popolari della Novarossija stiamo organizzando una carovana antifascista con raccolta di fondi, portando nelle terre del Donbass la nostra solidarietà antifascista e un concerto. Come già abbiamo fatto in Nicaragua nel 1984, in Salvador nel 1994, in Palestina nel 2004 siamo pronti per questo viaggio. Dal 26 al 30 settembre 2014 saremo nelle terre che resistono all'attacco dei nazisti, visiteremo Novarossija. Il nostro programma prevede un concerto a Rostov on Don, la città che ospita un immenso campo profughi e un concerto in Novarossija. Non possiamo dire dove, impossibile visti i bombardamenti, ma faremo il possibile. A tutti gli antifascisti chiediamo un aiuto economico per il viaggio e per portare materiale alle popolazioni del Donbass. Sappiamo di contare su una grande Famiglia.
Come già in Spagna nel 1936 dove migliaia di Internazionalisti hanno combattuto a fianco della Repubblica di Spagna: NO PASARAN



Per contribuire al finanziamento
Intervista: “Andiamo in Donbass a portare solidarietà e rompere il blocco mediatico” (Argia, 13 Agosto 2014)


27-29/9/2014: I REPORT

Carovana Antifascista: questo è solo l’inizio… (25/9)
UCRAINA: LA CAROVANA ANTIFASCISTA ALLA VOLTA DELLA NOVOROSSIJA (ROU 26/9 – audio)
Музыкальная группа «Banda Bassotti» поддержит Новороссию (Пресс-служба МГК КПРФ. Фото Пресс-службы СКП-КПСС - 2014-09-26 16:53)
Ucraina: la Carovana Antifascista è arrivata a Mosca (Redazione Contropiano, 26 Settembre 2014)

Carovana antifascista: il viaggio continua (26/9)
UCRAINA: PROSEGUE IL SUO VIAGGIO LA CAROVANA ANTIFASCISTA (ROU 27/9 – audio)
Comunicato della Banda Bassotti - from Russia with love (2/10)

I VIDEO:

Comunicato n.1 (25/9/2014)
Mosca
Comunicato n.2 (26/9/2014)
Mosca. In partenza con la carovana di aiuti umanitari
Comunicato n.3 (26/9/2014)
Mosca. Si parte direzione sud
Comunicato n.4 (27/9/2014)
Doneck di Russia. Appena arrivati
Comunicato n.5 (28/9/2014)
Donecz di Russia… ancora nulla...


Servizio trasmesso dal principale Tg russo, del canale Rossija 1. E due interviste con David Cacchione, della banda, e Vladimiro Vaia della carovana
Russia: Pro-Donbass rockers Banda Bassotti arrive in Moscow (RuptlyTV, 25/set/2014)
Russia: Italian anti-fascist band head to Novorossiya (RuptlyTV, 26/set/2014)
Russia: Italian antifa ska-punkers rock with Russian Communist Party (RuptlyTV, 26/set/2014)
Concerto a Donetsk (Russia) / Антифашистский концерт Банды Бассотти в Донецке

LE FOTOGRAFIE:

CAROVANA ANTIFASCISTA - L'ACCOGLIENZA
CAROVANA ANTIFASCISTA - CONCERTO A MOSCA
CAROVANA ANTIFASCISTA - CONFINATI AL CONFINE!


LE CORRISPONDENZE CON LA CAROVANA ANTIFASCISTA DI RADIAZIONE (PADOVA)

Vedi anche su JUGOINFO del 14/10/2014

Vedi anche: La SECONDA CAROVANA ANTIFASCISTA promossa dal gruppo musicale Banda Bassotti (maggio 2015)


22 LUGLIO 2014: AVVIATE IN UCRAINA LE PROCEDURE PER LA MESSA AL BANDO DEI COMUNISTI



Il GUE condanna il tentativo antidemocratico del governo ucraino di sopprimere il Partito Comunista (PCU)
NO to outlawing the Communist Party of Ukraine / NO alla messa fuorilegge del Partito Comunista d’Ucraina
NKPJ: Solidarity with the CPU: Fascism will not pass / ФАШИЗАМ НА ДЕЛУ - ЗАБРАНА КП УКРАЈИНЕ (25. јул 2014)


D'altronde i comunisti sono soggetti da mesi alle violenze degli squadristi al potere:

23 FEBBRAIO 2014: Tra le prime conseguenze del golpe europeista c'è la devastazione della sede del PCU a Kiev - VIDEO

8 APRILE 2014: Il leader del PCU accusa il nuovo governo ucraino di usare la forza contro i manifestanti delle opposizioni. Due deputati del partito nazista Svoboda lo aggrediscono, scoppia il parapiglia - VIDEO 1 - VIDEO 2

9 APRILE 2014: Di nuovo devastati e incendiati gli uffici del PCU a Kiev - VIDEO

16 MAGGIO 2014: Petro Simonenko, segretario del CC del Partito Comunista d’Ucraina, aggredito dalle squadracce nazieuropeiste all'uscita dagli studi della TV di Kiev - VIDEO


LUGLIO 2014: Assassinio del compagno Kovshun

30 LUGLIO 2014: Sergej Nikolaevich Filindash, primo segretario del PC d'Ucraina della provincia di Volnovaha, viene rapito presso la sua abitazione da miliziani col volto mascherato.

2 SETTEMBRE 2014: Ancora arresti di dirigenti comunisti


Rassegna foto e video: Comunisti perseguitati a Kiev e in Ucraina occidentale (F. Fracassi)
Vedi anche la documentazione fotografica a cura di Veronika Yukhnina (PDF 1,1MB): le violenze sugli attivisti

ucraina/parlamento.jpg
Uno dei tanti episodi di squadrismo all'interno del Parlamento di Kiev, nella trasposizione artistica di A. A. Ruggiero

DISERZIONE E OPPOSIZIONE DI MASSA ALLA GUERRA DI POROSHENKO

Già nel maggio 2014 la popolazione di Kramatorsk aveva accolto i soldati ucraini al grido di 'Andate via, fascisti' ...



... mentre a Marjupol il 9 maggio si era addirittura opposta fisicamente all'ingresso dei carri armati della junta golpista-europeista:


Ucraina: protesta contro la guerra blocca autostrada (Marco Santopadre, 29 Luglio 2014)
Ucraina. Diserzioni di massa nell’esercito di Kiev (Redazione Contropiano, 4 Agosto 2014)
Anti-conscription protests grow in Ukraine (WSWS, 4 August 2014)
Protest against mobilisation, Novoselytsya, Chernivtsi - VIDEO
VIDEO: Mütter verbrennen Kiews Einberufungsbefehle für ihre Söhne


ucraina/NeMobilizacii.jpg

L'ESCALATION

13 LUGLIO 2014: ALL'ALBA GLI UCRAINI SPARANO SU TERRITORIO RUSSO, NELLA ZONA DI ROSTOV. Un morto e svariati feriti



VIDEO: Man killed, two injured, by Ukrainian shelling on Russian territory (RT)
VIDEO: Russia vows 'rigorous' response to Ukraine shelling Russian city (RT)


Il confine ed il territorio russo era stato bersagliato anche nelle settimane precedenti:

Il territorio della Federazione russa sotto il fuoco ucraino (20/6/2014)
Russian checkpoint on Ukraine border comes under fire (June 20, 2014) - VIDEO 1 - VIDEO 2


17 LUGLIO 2014: DUE CACCIA UCRAINI ABBATTONO AEREO DI LINEA AMSTERDAM - KUALA LUMPUR

ucraina/MH17_holes.jpg
I fori del cannoncino del caccia ucraino nella carcassa del volo di linea malaysiano

"L'MH17 è stato colpito da un aereo". Lo scrive la stampa della Malaysia citando analisti Usa (M.G. Bruzzone, La Stampa 12/8/2014)

Osservatore Osce: ‘Aereo abbattuto da caccia ucraino’
MH17: Pockmarks look like from very, very heavy machine gun fire, says first OSCE monitor on-scene

PTV News 2 agosto 2014 – Volo MH17: la parola all’OSCE. VIDEO
VIDEO: Osservatore Osce: ‘Aereo abbattuto da caccia ucraino’
VIDEO: Funzionari OSCE trovano fori da proiettili di mitragliatrice pesante nella carcassa del Boeing / Сотрудник ОБСЕ обнаружил на Боинге отверстия от пуль крупнокалиберного пулемета (1/ago/2014)
OSCE Monitors Identify “Shrapnel and Machine Gun-Like Holes” indicating Shelling (Michel Chossudovsky)
Schockierende Analyse: Dieses Flugzeug wurde nicht von einer Rakete getroffen (Peter Haisenko)
Evidence Is Now Conclusive: Two Ukrainian Government Fighter-Jets Shot Down Malaysian Airlines MH17 (Eric Zuesse)
VIDEO: NDR Extra 3 zum Ukraine Krieg / German TV show ridicules 'evidence' of Russian involvement in Ukraine crisis
Professori olandesi inviano una lettera di scuse al Presidente Vladimir Putin per le menzogne del loro Governo (27/8/2014)
Continuing media silence on the fate of flight MH17
The New York Times and Flight MH17 (By Bill Van Auken / WSWS, 30 August 2014)
Boeing: non vogliono dirci la verità che hanno scoperto (Giulietto Chiesa e Pino Cabras, sabato 30 agosto 2014) / VIDEO
Volo Mh17, patto tra governi per insabbiare le indagini (Franco Fracassi, 4 settembre 2014)

Families of German MH17 victims to sue Ukraine: lawyer (Reuters, Sep 21, 2014)
Analysis of the reasons for the crash of flight MH17 (by  Ivan A. Andrievskii, Voltaire Network, 27 september 2014)
TRAD.: Analisi delle cause del disastro del volo MH17 (di  Ivan A. Andrievskii, Rete Voltaire, 6 novembre 2014)

MH17: LA STORIA SCONOSCIUTA (EN / IT subs) 24/10/2014 – Un documentario in esclusiva su Pandora TV, per far luce sulla tragedia del volo Malaysia Airlines MH17, costata la vita a 298 persone e i cui colpevoli sono rimasti nell’ombra… VIDEO

Ucraina: le tante verità non vere sul Boeing malese (di Giampaolo Rossi, Il Giornale 24/10/2014)
MH17 might have been shot down from air – chief Dutch investigator (October 27, 2014)
PTV News 28 ottobre 2014 – MH17 abbattuto da caccia? Il PM: è possibile. VIDEO
Australian prime minister demands apology from Russia on MH17 (By James Cogan / WSWS, 12 November 2014)
PTV News 14 novembre 2014 – Mistero MH17: c’erano dei caccia in volo ... VIDEO

Last seconds of MH17 flight were snapshot by a spy satellite (VOLTAIRE NETWORK, 15 NOVEMBER 2014). Source: Oriental Review, What was the flight mission of Ukraine's jets in MH17 crash area? VIDEO

ucraina/satellitare.jpg  ucraina/USTIKOV.jpg

Secondo una fonte citata da Interfax e ripresa da RT, forse l'obiettivo del missile terra-aria partito dal territorio ucraino che il 17 luglio ha abbattuto un jet di linea malese, doveva essere l'aereo che trasportava Putin in patria dopo il viaggio in Sud America:

RT: Putinov avion bio meta raketnog napada
Clamorosa indiscrezione: al posto del Boeing doveva essere abbattuto l'aereo di Putin (VoR 17/7/2014)
Aereo malese. Abbattuto per errore, l'obiettivo era Putin? (Contropiano, 18 Luglio 2014)
Medios: el objetivo del misil ucraniano podría haber sido el avión del presidente Putin
Boeing abbattuto, Interfax: "Aereo simile a quello di Putin". Un giallo?
Una fonte dell’aviazione russa: lo scopo del missile ucraino potrebbe essere stato il volo di Vladimir Putin

Ottobre 2014: di nuovo i servizi segreti tedeschi provano il depistaggio, Putin denuncia: l'area è ancora bombardata apposta da Kiev per impedire le indagini

Ancora il Boeing! (di Giulietto Chiesa, 20 ottobre 2014)
Gli 007 tedeschi, senza prove, dicono che il volo MH17 è stato abbattuto dai filorussi. I media pompano la bufala, ma continuano a tacere su quel che si sa…
Crash du vol MH17 : le BND allemand avait été démenti par Frans Timmermans (RÉSEAU VOLTAIRE | 21 OCTOBRE 2014)
TRAD.: Crash of Flight MH17: German BND belied by Frans Timmermans (VOLTAIRE NETWORK | 21 OCTOBER 2014)

German FM plays down intel claiming Ukraine militia downed MH17 (RT 10/11/2014)
Putin: la zona dove è caduto il Boeing nel Donbass viene bombardata (10/11/2014)


Per impedire le indagini degli esperti OSCE in loco e cancellare le prove, l'esercito ucraino scatena una brutale offensiva contro la Novorossia



ucraina/SaurMogila_ante.jpgucraina/SaurMogila_post.jpg
Il monumento di Saur Mogila, presso Donetsk, prima e dopo l'assalto delle truppe di Kiev.
Il monumento era dedicato alla eroica lotta contro il nazifascismo dei soldati dell'Armata Rossa.


ucraina/Lenin_Marjupol.jpg
La grande statua di Lenin di Marjupol, di fronte alla quale si erano radunati gli antifascisti in più occasioni dopo il golpe,
è stata abbattuta dalle truppe del regime quando hanno preso il controllo della città (14 agosto 2014)


LE SANZIONI

24 LUGLIO 2014: "Fase 3" delle sanzioni: estensione del congelamento dei beni a 15 individui e 18 entità "russe o filo-russe". Per gli individui è previsto anche il divieto di viaggio. Impedire l'accesso alle borse e ai mercati finanziari europei alle banche russe controllate dallo Stato per oltre il 50% del capitale, proibire agli europei gli investimenti in istituti finanziari pubblici in Russia se non a breve termine (non oltre i 90 giorni), bloccare le esportazioni di materiali sociali per l'industria petrolifera, ma anche i computer ad alte prestazioni... Il pacchetto presentato dalla Commissione europea in un documento di 10 pagine è stato ratificato dai 28 governi della UE. (fonte) Obama, Hollande, Merkel, Cameron e Renzi in una conferenza telefonica "deplorano che la Russia non abbia fatto effettive pressioni sui separatisti per indurli a negoziare e non abbia assunto le misure concrete che si attendevano da essa per garantire il controllo della frontiera russo-ucraina", si legge nella nota dell'Eliseo riportata dall'ANSA.

6 AGOSTO 2014: La Federazione Russa risponde alle sanzioni varate dagli USA, dall'Unione Europea e da alcuni altri paesi con delle contro-sanzioni che prevedono il bando per un anno all'importazione in Russia di numerosi prodotti agro-alimentari (Decreto n. 560 del Presidente della Federazione Russa).


17 AGOSTO 2014: ATTO DIMOSTRATIVO A MONACO DI BAVIERA

Demolita la tomba del criminale di guerra nazista ucraino Stepan Bandera

17 AGOSTO 2014: L'esercito nazi-europeista di Kiev bombarda Lugansk con il fosforo bianco, arma vietata secondo il Protocollo III della Convenzione contro le armi incendiarie.


"Non ci sono nazisti a Kiev"ucraina/casco_TG2_050914.jpg, questa la solfa dei benpensanti occidentali. Un servizio del Tg2 andato in onda il 5/9/2014 (edizione delle ore 13:00) chiarisce bene a quali simboli si ispira ad esempio il battaglione "Azov". Queste ed altre immagini sono state diffuse ucraina/casco_ZDF_SS.jpg anche dalla rete tedesca ZDF (VIDEO).


VIDEO: Un saluto in italiano (da un "volontario" che si fa chiamare Constantin) dal battaglione Azov ai camerati del nostro Paese (5/set/2014)







ucraina/azov_NATO_nazi.png  ucraina/wkaempfer.jpg
Due immagini di vita cameratesca nel battaglione Azov:
a sinistra, la bandiera NATO e quella nazista (dal profilo VK di Oleg Pyenya) – a destra, il ritratto di Hitler (dal profilo VK di "Weiss Kampfer")


2016: Chi come e perché (continua a) sponsorizzare i nazisti del btg. Azov
Azov: come farvi gradire un nazi-battaglione ucraino (F. Altamura 23.11.2016 – anche su JUGOINFO)
In decine di università europee la proiezione di un documentario sul battaglione Azov, un'operazione simpatia per presentare i nazisti ucraini come patrioti europei

NAZIFASCISTI CROATI - USTASCIA - IN APPOGGIO A NAZIFASCISTI UCRAINI - BANDERISTI

ucraina/ustascia.jpg  ucraina/ustascia2.jpg

Ustascia nel Battaglione Azov (Fonte: pagina FB di Velimir Bujanec, 3/2/2015)
<< HRVATSKI RATNICI U UKRAJINI!
Hrvatski dragovoljci upravo su mi se javili iz Ukrajine, gdje se bore na strani naše ukrajinske braće protiv ruskih okupatora, separatista i četnika. Javio mi se hrabri prijatelj Miroslav Mašić, trenutačno su u jednom kampu, a uskoro odlaze na prvu liniju u Mariopolj. Bore se za slobodu Ukrajine, u sastavu pukovnije "Azov". U telefonskom razgovoru su izrazili nadu da će na liniji - s druge strane - možda sresti nekog četnika iz Srbije pa da "malo porazgovaraju"! Bude li sve ok, gledatelji Bujice mogu uskoro očekivati ekskluzivnu reportažu iz Mariopolja, s prve linije fronte...
PHOTO: Miroslav Mašić i ostali hrvatski dragovoljci bore se u Ukrajini u sklopu pukovnije Azov! >>


Putinova naredba: Hrvatskog generala mi dovedite živog (Slobodna Dalmacija / Novosti online | 15. februar 2015. - i na JUGOINFO-u)
Taman kad su u hrvatskoj Vladi pomislili da će delagacija, koja sledeće nedelje putuje u Moskvu, uspeti da olabavi nategnute hrvatsko-ruske političke odnose, neočekivano je iskrsnuo problem hrvatskih plaćenika u ukrajinskom ratu...

VIDEO: Tompsonova pedsma u Ukrajini (marko nede 11.2.2015)
VIDEO: NOVI FRONT IZMEĐU SRBA I HRVATA I TO U UKRAJINI (FACE HD TV, 12 feb 2015)

FOTO: Galerija boraca za "europsku" i "demokratsku" Ukrajinu bojne "Azov" (V. Popov, 08. 03. 2015)

VIDEO: CROATIAN VOLUNTEERS AT UKRAINIAN POSITIONS NEAR MARIUPOL, DONBASS (UKRAINE HOT NEWS, 2 apr 2015)
VIDEO: CROATIAN VOLUNTEER FIGHTER HELPS UKRAINIANS DEFEND THEIR COUNTRY (UT Exclusive, 21 set 2015)
Ukraine Today talks to Denis Šeler Croatian volunteer fighter, Azov Regiment, who has been fighting in east Ukraine alongside Ukrainian armed forces for more than eight months. "The situation in Ukraine is very similar to what happened to Croatia 25 years ago"...

Ufficiali Croati addestrano e giustificano i loro concittadini che si battono per il governo di Kiev (Grey Carter – anche su JUGOINFO)

Accordo tra la junta golpista di Kiev e Zagabria, per la cura in Croazia dei feriti della Guardia Nazionale Ucraina (anche su JUGOINFO)

Весна Пусић: Хрвати у Украјини ратују у склопу регуларне војске (02/11/2015)
Хрватска министарка спољних и европских послова Весна Пусић потврдила је да има хрватских држављана који се боре у Украјини, али искључиво у редовној украјинској војсци...

CROATIE : LES VOLONTAIRES DU BATAILLON AZOV INTERDITS DE SÉJOUR EN UKRAINE (Bilten | Traduit par Chloé Billon | vendredi 27 mai 2016)
Après avoir longtemps eu recours à des bataillons d’irréguliers pour mener la guerre dans l’Est du pays, Kiev vient d’interdire l’entrée sur son territoire aux volontaires croates du bataillon Azov. Une reprise en main des forces de sécurité ukrainiennes qui s’effectue sous la pression des Occidentaux...
HRVATI KOJI RATUJU U UKRAJINI DOBILI ZABRANU ULASKA U ZEMLJU (22.05.2016. - Piše Marijo Kavain)
Izgleda da su ukrajinske vlasti počele 'čistiti' svoje oružane formacije od stranih boraca od kojih je najveći dio pristigao iz raznih europskih krajnje desničarskih grupa i pokreta...

ucraina/ustascia3.jpg   ucraina/ustascia4.jpg
La partecipazione croata alla guerra antirussa scatenata in Ucraina nel 2004 è in continuità con la funzione storica del nazionalismo croato.
Anche nel corso della II Guerra Mondiale truppe croate parteciparono sotto guida tedesca alla campagna razzista antirussa, prestandosi a muovere la guerra fratricida ad altri popoli slavi fino alla disfatta di Stalingrado, come ben spiegato in questi articoli:
* НА ИСТОК ИДЕ САТНИЈА – 11 јул 2016. Зашто упућивање хрватске јединице на границу Русије изазива еуфорију и одушевљење код већине Хрвата? –
anche su JUGOINFO;
*
Ufficiali Croati addestrano e giustificano i loro concittadini che si battono per il governo di Kiev (Grey Carter – anche su JUGOINFO).

L'INTERVENTO DIRETTO DELLA NATO

Le forze "anti-terrorismo" di Kiev guidate dal polacco Jerzy Dziewulski (RETE VOLTAIRE | 11 GIUGNO 2014)
Sikorski e Dziewulski: strategia e tattica del neo-Commonwealth (di Andrew Korybko - RETE VOLTAIRE | 17 GIUGNO 2014)
La Germania consegna 120 carri armati Leopard 2 alla Polonia per rafforzare il fronte est della Nato (27/06/2014, anche su JUGOINFO)
Übersicht über geplante NATO Manöver 2014 in Ukraine
"NATO STANDS BY UKRAINE": Secretary General in Kiev / Il Canada inizia la fornitura di attrezzature militari in Ucraina / NATO plane arrives in Ukraine with $4.5 mn worth of military aid
Gli aerei che bombardano Donetsk partono dalle basi NATO in Romania (13 agosto 2014 - anche su JUGOINFO)
Several NATO officers blocked in Ukraine's Mariupol — militia (ITAR-TASS, September 01, 2014)


ucraina/panzer.jpg Carri armati tedeschi hanno attraversato il confine dell’ Ucraina e si stanno spostando ad est del paese (13 settembre 2014 - fonte):


Ucraina: 300 paracadutisti Usa addestreranno i neonazisti di Kiev (di Marco Santopadre, 21 Marzo 2015)

Kiev: la Nato punta sui neonazisti del Battaglione Azov (di FP, 18.4.2016)
... Nel Centro di istruzione e addestramento del battaglione neonazista “Azov” – inquadrato dal 2014 nella Guardia nazionale ucraina, prima come battaglione, poi come reggimento e infine quale reparto speciale di linea – è stata inaugurata ieri la prima scuola sottufficiali ucraina basata sugli standard NATO...

24 AGOSTO 2014, PARATA A KIEV E CONTROPARATA A DONETSK

ucraina/donetsk240814.jpg

26 AGOSTO 2014: INTERVISTA A ZAKHARCHENKO E KONONOV
rispettivamente Primo Ministro e Ministro della Difesa della Repubblica Popolare Donetsk (dopo le dimissioni di Gubarev e Strelkov – trascrizione a cura di Pandora TV. Fonte: Novorossija TV; vedasi anche la successiva Conf. stampa di Igor Strelkov, tenuta a Mosca l'11/9/2014 – Video con sottotitoli in italiano)



28 AGOSTO 2014: Nuova provocazione contro l'Ambasciata russa di Kiev: arrestati dipendenti, sono rilasciati il giorno dopo

Lo stesso giorno tutti i media occidentali e filo-occidentali pubblicano con grande evidenza false notizie a proposito di una "invasione russa in Ucraina"

Ucraina, nelle foto satellitari della Nato la prova dell'invasione russa
VIDEO: Il punto di Giulietto Chiesa: bugiardi nel panico
Russia’s EU Envoy: Kremlin Ready to Release Recording of Putin-Barroso Phone Conversation (RIA Novosti, 2/9/2014)
Gazzette barbariche: la Russia (non) invade l’Ucraina (29/ago/2014) – VIDEO
Invasione russa? Una figura da Cioccolatenko (Pepe Escobar / Giulietto Chiesa)
Russian Embassy, UAE: #NATO's latest evidence of #Russian armor invading #Ukraine has been leaked! Seems to be the most convincing ever!PHOTO

COME NEL 1940-1944: IL RUOLO NEFASTO DELLA CHIESA UNIATE

* agosto 2014: a Bologna il sacerdote promuove la raccolta fondi per l'equipaggiamento dell'esercito di Kiev
* settembre 2014: al funerale di un caduto dell'organizzazione filo nazista "Pravy Sektor" il prete della Chiesa greco-cattolica Nikolaj Zaliznjak ha urlato: «Per ognuno dei nostri decine di loro cadranno!»VIDEO

* dicembre 2014: Molotov nelle chiese ortodosse di Kiev
* CONTINUA...


12 SETTEMBRE 2014: SIMBOLOGIA NAZISTA PER LA SQUADRA DI CALCIO
A Lviv / Leopoli sono state presentate le nuove maglie della squadra del Karpatij. Le maglie sono state presentate di fronte al monumento a Stepan Bandera: portano i colori rosso e nero orizzontali di Pravij Sektor… Come se in Italia la squadra del Predappio presentasse le maglie nere col fascio davanti a un monumento a Mussolini! Sponsor tecnico la JOMA – lo stesso della Fiorentina… Impressionante il fatto che le magliette non sono fatte in casa ma sono prodotte proprio dalla JOMA, sponsor di rilevanza mondiale.
Nel video mostrato dal canale Russia24 si potevano vedere quattro giocatori coinvolti nella presentazione della nuova maglietta, davanti al monumento a Bandera. Alla cerimonia erano presenti anche veterani del battaglione Galizia con le loro onorificenze. Le nuove maglie sostituiscono quelle "storiche", verdi e bianche a strisce verticali. Lo stemma della squadra è rimasto lo stesso. (Fonte: Piero Masi - 1 - 2)


ucraina/karpaty1.jpg  ucraina/karpaty2.jpg  ucraina/karpaty3.jpg  ucraina/karpaty4.jpg

16 SETTEMBRE: TRIPUDIO DI SANGUE IN OCCASIONE DELLA RATIFICA DELLA ASSOCIAZIONE DELL'UCRAINA ALLA UNIONE EUROPEA
tre civili morti e altri cinque feriti dalle truppe di Kiev che infrangono la tregua
– attaccato con i mortai un autobus nel quartiere Petrovsky di Donetsk. Una donna è rimasta uccisa e altri 5 passeggeri sono stati feriti:


L'IMPEGNO DEI COMUNISTI PER IL DONBASS

L'impegno dei comunisti russi a sostegno delle popolazioni del Donbass (15 Settembre 2014 – da kprf.ru – anche su JUGOINFO)

Gennady Zyuganov (KPRF): THE CRISIS IN UKRAINE AND ITS DEEP ROOTS (Sept. 5, 2014)
TRAD. in italiano: La crisi in Ucraina e le sue profonde radici

Il Partito dei Comunisti Italiani a Mosca (25 Settembre 2014) - VIDEO: intervista a Fausto Sorini

8 OTTOBRE 2014: fondato il Partito Comunista della Repubblica Popolare di Donetsk, con a capo l'attuale Presidente del Soviet Supremo della DNR, Boris Litvinov / Communist Party created in Donetsk People’s Republic
VIDEO 1VIDEO 2


DALL'AUTUNNO 2014 SI SVILUPPA UNA COMPONENTE COMUNISTA ALL'INTERNO DELLE MILIZIE DELLA NOVOROSSIJA

Mozgovoi will build a socialist Novorossiya [sub ENG/SPA/ITA] (12/nov/2014)
Speech of Alexey Mozgovoi (commander of the brigade “Ghost’) at the celebration of October revolution on November 7 in Alchevsk, Lugansk People's Republic
VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=6Sqikx-l7aA

Entrevista: Oleg Popov, comandante miliciano y diputado comunista en Lugansk (Ibai Trebiño, 2014/11/19)
https://dedona.wordpress.com/2014/11/19/entrevista-oleg-popov-comandante-miliciano-y-diputado-comunista-en-lugansk-ibai-trebino/
TRAD.: Oleg Popov, comandante della milizia comunista e deputato di Lugansk (Ibai Trebinho Sociologia Critica 19/11/2014)
https://aurorasito.wordpress.com/2014/12/02/oleg-popov-comandante-della-milizia-comunista-e-deputato-di-lugansk/

"Abbiamo l'opportunità di costruire uno Stato socialista in Europa". Intervista ai volontari antifascisti di Spagna, nel Donbass (28/11/2014)
https://www.facebook.com/1464626327135220/photos/a.1464626383801881.1073741825.1464626327135220/1548558565408662/?type=1
(Una prima versione alla URL:  https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1517389628525556&id=1464626327135220 --
anche su JUGOINFO)
ORIG.: Entrevista a Sergio, Héctor, Miguel y Oriol: “Estamos ante una oportunidad histórica de construir un estado socialista en Europa” (miércoles, 26 de noviembre de 2014)
Respondiendo al llamamiento internacional para unirse a la resistencia contra el gobierno golpista de Poroshenko, son numerosos los voluntarios de toda Europa llegados al Donbass en defensa de la Nueva Rusia. Entre ellos también varios provenientes de Castilla y Catalunya, que tras su paso por el Batallón Vostok decidieron integrarse en la Brigada Prizrak, bajo las órdenes del carismático comandante Alexey Mozgovoy. Tras su breve paso por les brigades continentales, los jóvenes antifascistas acaban de integrarse en el Escuadrón rojo 404, una unidad de ideología comunista dentro de la Brigada Prizrak, en la que comparten tareas con otros jóvenes revolucionarios…
http://pravdainternacional.blogspot.it/2014/11/estamos-ante-una-oportunidad-historica.html?spref=fb

 
L'Unità 404 dei comunisti combattenti nella Brigata Prizrak, comandata da Piotr ‪Biriukov
www.youtube.com/watch?v=7UIyAGJAyVg
www.youtube.com/watch?v=AHSa5-frsms
www.youtube.com/watch?v=Ni9ldC1qYoE

Il 30 dicembre 2014, i compagni del Reggimento Rosso di Pyotr Biryukov con i nostri volontari comunista spagnoli, hanno ricevuto dal PCFR (Partito Comunista della Federazione Russa) insiemi delle uniformi, munizioni per 50 combattenti, così come farmaci e aiuti alimentari. (in italiano dalla pagina FB Con l’Ucraina antifascista / Fonte e foto:
https://www.facebook.com/internacionalistas36/posts/749760891776372 )
Interview to Piotr Biriukov, commander of the Communist unit of Prizrak Brigade
Biriukov: « My best regards to those who killed me » [sub ENG\SPA\ITA] (Voxkomm, 31 dic 2014)
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=7sPe-oX3L4o

[Sottotitolato in italiano:] Greetings from Communist fighters of "Unit #404" [sub ENG\ITA] (Voxkomm, 28 gen 2015)
Volunteers’ communist detachment "Unit #404" led by Piotr Biriukov of the brigade ‘Pryzrak’ sends greetings from military disposition in the village Komisarivka, Lugansk region...
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=AHSa5-frsms


Fonte: pagina FB "Comitato per il Donbass Antinazista"
Il "Manifesto" del comandante Mozgovoy tradotto in inglese ed italiano. Nel video le sue aspirazioni, i sogni, il suo modello di società. L'invito all'unione col popolo che vive sotto l'Ucraina inferocita dal nazionalismo, promosso e scatenato dai media di regime. Un appello che chiunque abbia intenzione di capirci qualcosa in questo conflitto ai margini dell'Europa non può farsi sfuggire...
Mozgovoy's Manifesto [sub ENG\TR\ITA] (Voxkomm, 3 feb 2015)
Socialist manifesto of one of the most important commanders of rebel's militia.
VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=RTyLXc9llwI
OR: www.youtube.com/watch?v=gH7jMS0VaCA


VIDEO: Alexey Markov parla della Brigata Prizrak (di Veronika Yukhnina, 16 feb 2015)
La divisione comunista della "Prizrak", guidata da Alexey Markov, è dislocata a Komisarovka (nei pressi di Debaltzevo). Situazione attuale al 9 Febbraio...

Kommunistische Freiwillige im Lugansk schliessen sich der unabhängigen Brigade von Alexei Mosgowoi an (21.02.2015)
https://www.jungewelt.de/2015/02-21/025.php  

VIDEO: Alexey Markov: The Commissar [sub ENG\SWE\ITA] (Voxkomm, 6.3.2015)
Unit 404 political commissar speech on 23 February, during the Defender of the Fatherland Day


Alexey Markov: We have raised the red flag over Debaltsevo (Interview by Yury Nersesov for APN Northwest, March 19, 2015)
http://redstaroverdonbass.blogspot.it/2015/03/alexey-markov-we-have-raised-red-flag.html
TRAD.: Markov: “Abbiamo issato la bandiera rossa su Debaltsevo” (19/3/ 2015)
https://aurorasito.wordpress.com/2015/03/20/abbiamo-issato-la-bandiera-rossa-su-debaltsevo/

ucraina/redflag_debaltsevo.jpg

(30 aprile 2015: Mozgovoj descrive il progetto della prima azienda agricola di Stato della Novorossija)
Первое народное Предприятие Новороссии (Алексей Мозговой - Голос народа, 12 giu 2015)
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=iJzFCE22zyw


Alexei Mozgovoi: ‘The oligarchs are still our main enemy’ (Interview by Katerina Ruskevich, LIVA, May 9, 2015)
http://redstaroverdonbass.blogspot.com/2015/05/alexei-mozgovoi-oligarchs-are-still-our.html
ORIG.: «ОЛИГАРХИ ОСТАЮТСЯ ГЛАВНЫМ ВРАГОМ»
http://liva.com.ua/aleksey-mozgovoy.html
CASTELLANO: Alexey Mozgovoy: “Los oligarcas siguen siendo nuestro principal enemigo”
http://slavyangrad.es/2015/05/29/mozgovoy-oligarcas-siguen-siendo-nuestro-principal-enemigo/


I fantasmi del Donbass - La Prizrak di Mozgovoj (Maria Elena Scandaliato, 23 mag 2015)
Estratto dal documentario di Maria Elena Scandaliato, Bruno Federico e Veronika Yukhnina sul battaglione Prizrak ("Fantasma") di stanza nella Repubblica popolare di Lugansk
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=-1gGto7B5MQ


Donbass militia leader describes ‘our attempt to build a more just society'
Workers World spoke with Alexey Markov (military callsign “Good”), political commissar of the Volunteer Communist Detachment (RCD) of the Ghost Brigade in the Lugansk People’s Republic. The RCD’s military commander is Pyotr Biryukov (callsign “Arkadich”). The Ghost Brigade is an anti-fascist militia defending people in the Donbass region from the war unleashed by the U.S.-backed junta in Ukraine, which has claimed thousands of lives in the past year. This interview was conducted before the assassination of Ghost Brigade leader Alexei Mozgovoi on May 23...
http://redstaroverdonbass.blogspot.com/2015/06/donbass-militia-leader-describes-our.html
CASTELLANO: Alexey Markov: nuestro intento por construir una sociedad más justa
http://slavyangrad.es/2015/06/02/markov-sociedad-mas-justa/


LA STRAGE DI MIHAJLOVKA E L'ASSASSINIO DI MOZGOVOJ

(Intervista al commissario politico Alexey Markov sul futuro del comunismo con sottotitoli in inglese, spagnolo e italiano)
Alexey Markov: Red Sunrise [sub ENG\SPA\ITA] (Voxkomm, 11 giu 2015)
Interview with commissar from Unit 404, Alexey Markov, about the future of Communism...
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=NduMz55XOGI


Bozambo: The Italian Fighter\Итальянский боец [sub ENG\РУС] (Voxkomm, 13 giu 2015)
Interview with Edy Ongaro "Bozambo", an Italian communist fighter in Unit 404, Brigade Prizrak [Ghost].
(Sulla pagina facebook del "Comitato per il Donbass Antinazista" è stata pubblicata un'intervista ad un compagno italiano che si è unito all'unità comunista (la 404) della Brigata Prizrak. Il suo nome di battaglia e Bozambo. Lui è uno dei tanti internazionalisti che si sono uniti alla Resistenza nelle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk per combattere contro il fascismo. L'intervista può essere vista anche al seguente link di youtube)
VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=1CmuwG1Egt8

VIDEO: Intervista ad Alexey Markov del 07.10.2015 – ITA SUB (aldo romaro, 9 nov 2015)



IL 2015 SI APRE SENZA PACE
ucraina/pupazzidineve.jpg


25 FEBBRAIO 2015, ESTONIA: Sfilata di soldati e carri armati USA a 300m dal confine della Federazione Russa: RT 25/02/2015 ; VIDEO ; A Ring around Russia III (anche su JUGOINFO)

I neo-nazisti ucraini addestrati dagli Usa (di  Manlio Dinucci, Il Manifesto, 9.2.2015 – anche su JUGOINFO)


FEBBRAIO 2015: NUOVO ACCORDO PER LA TREGUA A MINSK ("MINSK 2")
All'accordo viene dato seguito solo dopo drammatiche operazioni di "assestamento" delle linee, in particolare per la presa di controllo della "sacca" di Debalcevo da parte delle milizie novorusse

ucraina/debalcevo1945.jpg
Liberation of Debaltsevo from fascists (Ivan Ryzhkov 1947)

COME NEL 1940-1944: IL RUOLO NEFASTO DELLA CHIESA UNIATE (PARTE 2)

* ...SEGUE:
* gennaio 2015: Firenze, colletta nella chiesa ucraina per comprare equipaggiamenti militari (FOTO)
* marzo 2015: Crociata contro l'ortodossia
* ottobre 2015: Metropolita Antonij: Sugli scandali che circondano la Chiesa non si può costruire una politica decente dello Stato
* dicembre 2015: "Dio non ascolta chi prega in russo". Porošenko chiede a papa Bergoglio la beatificazione di Andrej Šeptitskij, capo della chiesa greco-cattolica ucraina schierato coi nazisti tedeschi e i filonazisti ucraini durante la seconda guerra mondiale
* 21 maggio 2016: Conferenza su vita, opere e pensiero del nazista ucraino Stepan Bandera organizzata presso la Scuola Ucraina di Roma con il patrocinio della Ambasciata ucraina e della Chiesa Greco Cattolica di Santa Sofia. La Direttrice della Scuola Ucraina, candidata per il PD alle Amministrative, contestualmente promuove la adozione di un testo per gli scolari apologetico del nazismo di Bandera e dell'OUN.



LE ATTIVITA' INTERNAZIONALISTE DELLA PRIMAVERA 2015

La SECONDA CAROVANA ANTIFASCISTA promossa dal gruppo musicale Banda Bassotti
ed il Forum "Antifascismo Internazionalismo Solidarietà" (AIS – 8 maggio 2015)

Le cronache del progetto "Non un passo indietro. Con il Donbass antifascista" (Rete Noi Saremo Tutto, marzo-maggio 2015):
Report fotografico dal Donbass (25 marzo-2 aprile)
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.645848462227330.1073741833.609050905907086&type=1
Verso il fronte, senza perdere la tenerezza (3 aprile 2015)
http://www.noisaremotutto.org/2015/04/05/verso-il-fronte-senza-perdere-la-tenerezza-3-aprile-2015/
Secondo reportage fotografico - Verso il fronte, senza perdere la tenerezza (3 aprile 2015)
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.646511945494315.1073741834.609050905907086&type=1
Primo contributo audio dai compagni impegnati in Donbass all'interno del progetto "Non un passo indietro. Con il Donbass antifascista" di Noi Saremo Tutto: Appunti di viaggio in Donbass 25 marzo – 2 aprile
https://www.youtube.com/watch?v=2bfpM582mgE
anche su RadiAzione
http://www.radiazione.info/2015/04/non-un-passo-indietro-primo-contributo-audio-dal-donbass/
I miliziani incontrano la popolazione locale (5 aprile 2015)
http://www.noisaremotutto.org/2015/04/06/i-miliziani-incontrano-la-popolazione-locale-5-aprile-2015/
Terzo reportage fotografico dal ‪#‎Donbass‬: Le milizie incontrano la popolazione (5 aprile 2015)
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.647933078685535.1073741836.609050905907086&type=1
Quarto reportage: Dietro la linea del fronte, Alcevsk (8 aprile 2015)
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.648757495269760.1073741837.609050905907086&type=3
Quinto reportage fotografico: Kommisarovka (8 aprile)
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.649284251883751.1073741838.609050905907086&type=1&pnref=story
Quarto report dal ‪#‎Donbass‬ per Non un passo indietro. Con il Donbass antifascista Noi Saremo Tutto: Dagli Urali alla Novorossija, no pasaran! (8 aprile)
http://www.noisaremotutto.org/2015/04/09/dagli-urali-alla-novorossija-no-pasaran-8-aprile/
Quinto report dal ‪#‎Donbass‬ per Non un passo indietro. Con il Donbass antifascista Noi Saremo Tutto: Le armi del nemico e le nostre (10 aprile 2015)
http://www.noisaremotutto.org/2015/04/11/le-armi-del-nemico-e-le-nostre-10-aprile-2015/
Secondo contributo audio dal ‪#‎Donbass‬ per Non un passo indietro. Con il Donbass antifascista Noi Saremo Tutto: appunti di viaggio in Donbass (3-11 aprile 2015)
https://www.youtube.com/watch?v=dkG9s30w_zg
Sesto report dal ‪#‎Donbass‬ per Non un passo indietro. Con il Donbass antifascista Noi Saremo Tutto: Veglia pasquale con i miliziani in Donbass (11-12 aprile 2015)
http://www.noisaremotutto.org/2015/04/14/veglia-pasquale-in-donbass-con-i-miliziani-11-12-aprile-2015/
Settimo report dal ‪#‎Donbass‬ per Non un passo indietro. Con il Donbass antifascista Noi Saremo Tutto: Di nuovo al fronte con la Prizrak (17 aprile)
http://www.noisaremotutto.org/2015/04/16/di-nuovo-al-fronte-con-la-prizrak-14-aprile/
Sesto reportage fotografico dal ‪#‎Donbass‬ (11-12 aprile 2015)
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.651759551636221.1073741839.609050905907086&type=1
Settimo reportage fotografico dal #Donbass: Di nuovo al fronte con la Prizrak (14 aprile 2015)
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.653221944823315.1073741840.609050905907086&type=3
Ottavo report dal ‪#‎Donbass‬: Kirovsk 1764 (16-17 aprile 2015)
http://www.noisaremotutto.org/2015/04/19/kirovsk-1764-16-17-aprile/
Ottavo reportage fotografico dal Donbass: Kirovsk 1764 (16-17 aprile)
https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1408578606128866&id=100009302198350
Nono report dal Donbass: La casa dei fantasmi nello spettro della guerra: alcune considerazioni iniziali (20-21 aprile)
http://www.noisaremotutto.org/2015/04/22/la-casa-dei-fantasmi-nello-spettro-della-guerra-alcune-considerazioni-iniziali-20-21-aprile/
Decimo report: Se ci sarà una guerra. Alcune note sull’internazionalismo a qualche chilometro dal fronte (27 aprile)
http://www.noisaremotutto.org/2015/04/30/se-ci-sara-una-guerra-alcune-note-sullinternazionalismo-a-qualche-chilometro-dal-fronte-27-aprile/
Fino a Lvov, anche per Variak (28 aprile)
http://www.noisaremotutto.org/2015/05/02/fino-a-lvov-anche-per-variak-28-aprile/
In piedi sulle rovine – Il sole di maggio a Lugansk (4 maggior 2015)
http://www.noisaremotutto.org/2015/05/04/in-piedi-sulle-rovine-il-sole-di-maggio-a-lugansk/
Decimo reportage fotografico dal Donbass (4 maggio 2015)
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.663723440439832.1073741843.609050905907086&type=1
Undicesimo reportage fotografico dal Donbass (8 maggio 2015)
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.665232393622270.1073741844.609050905907086&type=3
Undicesimo report: Donetski: eto front – questo è il fronte (8 maggio 2015)
http://www.noisaremotutto.org/2015/05/08/donetski-eto-front-questo-e-il-fronte-8-maggio-2015/
Dodicesimo report dal Donbass per Non un passo indietro. Con il Donbass antifascistaNoi Saremo Tutto: Il giorno della Vittoria a Lugansk, pensando al fronte (9 maggio 2015)
http://www.noisaremotutto.org/2015/05/11/il-giorno-della-vittoria-a-lugansk-pensando-al-fronte-9-maggio-2015/

Di ritorno dalla seconda carovana antifascista per il Donbass
http://www.noisaremotutto.org/2015/05/14/di-ritorno-dalla-seconda-carovana-antifascista-per-il-donbass/

Donbass, ultimo report. Ai nostri posti ci (ri)troverete (20 maggio 2015)
http://www.noisaremotutto.org/2015/05/21/donbass-ultimo-report/



LA VIGLIACCA STRAGE DI MIHAJLOVKA E L'ASSASSINIO DI MOZGOVOJ

ucraina/moz_ais0.jpg A. Mozgovoj al Forum AIS (foto CNJ onlus)

Il 23 Maggio 2015 alle ore 17:30 è stato compiuto un attentato al Comandante Alexei Borisovich Mozgovoi della Brigata Prizrak. Dopo l'esplosione di una mina, la macchina con il comandante di brigata è stata colpita da due PK ed uno o due RPK [mitragliatrici].
Nella macchina - il comandante di brigata Mozgovoy, la sua segretaria Anna, l'autista "Song" e le sue guardie del corpo "Canvas" e "Broom" - sono morte sul colpo. Gli assassini hanno colpito anche altre tre macchine, uccidendo due civili, inclusa una donna incinta.
Le autorità della Repubblica Popolare di Lugansk stanno investigando per identificare i criminali. Un report ufficiale del comando della Brigata Prizrak sarà annunciato a breve.
Alexey Markov, commissario dell'Unità dei comunisti combattenti, Brigata Prizrak.
InformBrigata 404 (Fonte / Source)


ucraina/mihajlovka/a_sameluk.jpg  ucraina/mihajlovka/a_urev.jpg  ucraina/mihajlovka/a_kalashin.jpg  ucraina/mihajlovka/a_ryashckiy.jpg  ucraina/mihajlovka/a_mozgovoy.jpg
Anna Sameluk, Aleksandr Urev, Alexey Kalashin, Andrey Ryashckiy, Alexey Mozgovoy, un uomo e una donna incinta sono stati trucidati



Tra il 6 ed il 10 Maggio u.s. il Comandante Aleksej Borisovich Mozgovoj aveva consentito che la Carovana Antifascista della Banda Bassotti fosse ospitata ad Alchevsk, sotto la tutela della Brigata Prizrak ("Fantasma"), e si era imposto affinché il Forum AIS – Antifascismo Internazionalismo Solidarietà – si svolgesse regolarmente. Una delegazione del Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia ONLUS aveva partecipato ad entrambi gli eventi. Di fronte alla scioccante notizia che un attentato di stampo mafioso il 23 maggio 2015 ha ucciso Mozgovoj ed altre sei persone a Mihajlovka, presso Alchevsk, il Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia ONLUS si unisce al cordoglio dei miliziani, della popolazione di Alchevsk e degli internazionalisti del mondo intero. La figura di Mozgovoj resterà per sempre tra i simboli della lotta dei popoli contro l'imperialismo e il fascismo.


Comunicato ufficiale della Brigata Prizrak a seguito del vigliacco assassinio di Mozgovoj ed altre sei persone
Parlano il comandante Shevcenko, il comandante Piotr Biriukov "Arkadic", Markov, e un altro miliziano.
Appeal of "Ghost" brigade command | ENG, DE Subs (Vox Populi Evo, 24.5.2015)
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=NtqKwxSmxMQ
Обращение командования бригады "Призрак" (Алексей Мозговой - Голос народа, 23.5.2015)
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=AlDVCHmH8Ug

Unit 404: The murder of Mozgovoy [sub ENG\ITA] (Voxkomm, 24.5.2015)
(parlano il comandante Piotr Biriukov "Arkadic" ed il commissario Alexej Markov "Dobrij")
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=wbG0ulJbuGc
ORIG.: Убийство Мозгового. "Arkadich" and "Dobrii" statement on the murder of Mozgovoy
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=W9fhMQ-kaFY
TRAD.: http://redstaroverdonbass.blogspot.it/2015/05/ghost-brigade-communist-commanders.html

Biryukov: The Ghost Brigade will continue to carry out its mission (24.5.2015)
http://redstaroverdonbass.blogspot.it/2015/05/biryukov-ghost-brigade-will-continue-to.html
ORIG. e VIDEO: http://tvzvezda.ru/news/vstrane_i_mire/content/201505240035-aurg.htm

Meeting ad Alchevsk per commemorare Mozgovoj e gli altri caduti nella vigliacca strage di Mihajlovka
Митинг-реквием в Алчевске в память о комбриге Мозговом (24.5.2015)
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=AIQOosl0Pmc

Pyotr Biryukov: We won’t let anyone make a circus out of Mozgovoi’s death (Alexander Krot, June 1, 2015)
http://redstaroverdonbass.blogspot.com/2015/06/pyotr-biryukov-we-wont-let-anyone-make.html

(Messaggio in inglese ed ucraino ai cittadini d'Ucraina dalla Brigata Prizrak: "Trasformiamo la guerra civile in guerra anti-oligarchica!")
От народа к ВСУ / Appeal to Armed Force of Ukraine from Donbass People (Алексей Мозговой - Голос народа, 10 giu 2015)
VIDEO: www.youtube.com/watch?v=MMu-O4TMLag

Plotnitsky, presidente della Rep. Popolare di Luhansk: "Avevo vedute diverse dalle sue rispetto alle questioni politiche, ma nel combattere per la RPL eravamo fianco a fianco. La morte di Mozgovoy giova solamente alla junta di Kiev; invece di muoversi verso la pace e nel contesto degli accordi di Minsk, cercano di minare la stabilità politica delle nostre repubbliche e di spingere verso un percorso di instabilità, portandoci ad una nuova escalation del conflitto militare. Ordino all'Ufficio Generale della Procura della RPL, al Ministro degli Interni della RPL ed alla milizia popolare della RPL di usare una attenzione speciale nella ricerca di quelli che hanno compiuto questo assassinio." (Source / Fonte)

BACKGROUND:
sulla Brigata "Fantasma" di A. Mozgovoi e l'Unità 404

[[ UN PESSIMO ARTICOLO, AL LIVELLO DELLA POLEMICA ANTISERBA DEGLI ANNI NOVANTA:
Mozgovoy, il fantasma di Lugansk (di Simone Pieranni, su Il Manifesto del 30.05.2015)
http://ilmanifesto.info/mozgovoy-il-fantasma-di-lugansk/
LA STAMPA DI “SINISTRA” CONTRO MOZGOVOY: UNA PRIMA RISPOSTA (di Noi Saremo Tutto, 8 giugno 2015)
http://www.noisaremotutto.org/2015/06/08/la-stampa-di-sinistra-contro-mozgovoy-una-prima-risposta/ ]]

MOZGOVOY, RICORDO DI UN EROE (di Selena Di Francescantonio, Maggio 30, 2015)
Uomo di carisma e d’intelletto, il comandante della brigata “Fantasma” è caduto in Ucraina a seguito di un vile agguato. Omaggio al combattente comunista che voleva la libertà per il proprio popolo...
http://www.lacittafutura.it/mondo/europa/mozgovoy-ricordo-di-un-eroe.html

UKRAINE: THE MAN WHO LED THE GHOST BRIGADE (by Eddie Dempsey, The Morning Star – Wed 27 May, 2015)
http://www.morningstaronline.co.uk/a-3ba6-Ukraine-The-man-who-led-the-Ghost-Brigade

Tributo al Comandante della Brigata Fantasma, Alexei Mozgovoi (di Greg Butterfield | redstaroverdonbass.blogspot.it – 25/05/2015, anche su JUGOINFO)
ORIG.: A tribute to Ghost Brigade Commander Alexei Mozgovoi (By Greg Butterfield, May 25, 2015)
http://redstaroverdonbass.blogspot.it/2015/05/a-tribute-to-ghost-brigade-commander.html

Aleksej Bogachev (kprf.ru): Aleksej Mozgovoj (anche su JUGOINFO)

Mozgovoy was an ideal target - Dmitry Steshin (May 24, 2015)
http://fortruss.blogspot.it/2015/05/mozgovoy-was-ideal-target-dmitry-steshin.html
TRAD.: Mozgovoy era l'obiettivo ideale (di Dmitrij Steshin – Komsomolskaja Pravda 24 maggio 2015 - Fort Russ, anche su JUGOINFO)
http://sitoaurora.livejournal.com/18691.html

 
Alexey Mozgovoy Was the Face of the Left Revolution in Donbass (Colonel Cassad, May 24, 2015)
http://fortruss.blogspot.it/2015/05/alexey-mozgovoy-was-face-of-left.html
ORIG.: Революционеров можно убить, идеи - никогда
http://colonelcassad.livejournal.com/2198649.html

Une source dans l’état-major général des Forces armées de l’Ukraine : l’élimination de Mozgovoy fait partie d’un plan militaire et politique de destruction du Donbass (Roman Nesterenko)
https://histoireetsociete.wordpress.com/2015/05/25/une-source-dans-letat-major-general-des-forces-armees-de-lukraine-lelimination-de-mozgovoy-fait-partie-dun-plan-militaire-et-politique-de-destruction-du-donbass/
ORIG.: Источник в Генштабе ВСУ: ликвидация Мозгового входит в план военно-политических мероприятий по разгрому Донбасса
По материалам jpgazeta.ru – 2015-05-24: Источник в Генштабе ВСУ: ликвидация Мозгового входит в план военно-политических мероприятий по разгрому Донбасса
http://kprf.ru/international/ussr/143065.html
TRAD.: L’eliminazione di Mozgovoj rientra nell’operazione per distruggere il Donbass (di Roman Nesterenko, KPRF, 25 maggio 2015)
... l’assassinio di Mozgovoj e vari altri diversivi dovrebbero scatenare la guerra civile nella “presunta RPL”... Gli ufficiali dello Stato Maggiore nella loro decisioni hanno studiato l’operazione “Lampo” con cui la Croazia occupò il territorio della Krajina Serba nel 1995...
https://aurorasito.wordpress.com/2015/05/26/leliminazione-di-mozgovoj-rientra-nelloperazione-per-distruggere-il-donbas/

Oleg Tsarev: I helped reconcile Bolotov and Mozgovoy (video) (May 24, 2015)
http://fortruss.blogspot.it/2015/05/oleg-tsarev-i-helped-reconcile-bolotov.html
Олег Царев - Болотов и Мозговой договорились о сотрудничестве (6.5.2014)
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=t9VHs5AxRRc

While Revolutionaries Can Be Murdered, You Cannot Kill Ideas (by Boris Rozhin / Colonel Cassad, 23.5.2015)
"It is war that is the greatest injustice. We are not fighting the ones responsible. Those who finance, who stir it up, who through the media set one people against another—it is them whom we must fight." Aleksey Borisovich Mozgovoy
http://slavyangrad.org/2015/05/24/while-revolutionaries-can-be-murdered-you-cannot-kill-ideas/

Мозговой и Дремов обратились к руководству России с просьбой поддержать «Русский Проект» (22 мая 2015)
Легендарные командиры армии Луганской Народной Республики Алексей Мозговой и Павел Дремов убеждены в том, что конфликт на Украине возник, в частности, еще и потому, что в России на государственном уровне отсутствует национальная идея и на законодательном уровне никак не закреплены права разделенного русского народа...
http://www.novorosinform.org/news/id/29125

Alexei Mosgowoi überlebt Anschlag (08.03.2015)
http://vineyardsaker.de/video/mosgowoi-ueberlebt-anschlag-und-gratuliert-zum-8-maerz/    


--- UNA POESIA-PREMONIZIONE DI MOZGOVOY ---

Non è male morire in Maggio.
Per chi deve scavare è comodo.
e gli usignoli canteranno la loro canzone
per l’ultima volta in modo inimitabile
Sotto il rumore delle prime tempeste di Maggio
al posto dei cupi canti funebri
la pioggia cadrà al posto delle lacrime
e dissolverà la tristezza dei ricordi.
Il tumulo mi accoglierà
sotto una coperta di erbe verdi,
anche se non ci sarà una croce
in mezzo a betulle stanche.                                                                                         
Con il sussurro delle nuove foglie appena sbocciate
che hanno appena preso la vita,
non ci sono ancora piante grigie
appena si sta appena risvegliando tutto
Non è male morire in Maggio.
dimorare nella freschezza primaverile
anche se non sono riuscito a fare tutto
Ma non ci sono dubbi…                                                                                                                             
…Non è male morire in Maggio.

Alexei Mozgovoj, 22.05.2013
(Traduzione dall’originale russo di Oxana L.)
ENGLISH: “It is a gift to die in May…” A poetry by Aleksey Borisovich Mozgovoy, 22.05.2013


--- I FUNERALI ---

Commander Arkadic: Requiem for Mozgovoj [sub ENG\ITA] (Voxkomm, 25 mag 2015)
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=iLPZRUo5ex0

'Powerful atmosphere of unity' at Mozgovoi's funeral (By Evgeniy Golishkin – Alchevsk, Lugansk People's Republic, 27.5.2015.)
http://redstaroverdonbass.blogspot.it/2015/05/powerful-atmosphere-of-unity-at.html

27 Maggio, funerali del comandante Mozgovoj e i compagni uccisi durante l'attentato del 23 Maggio
VIDEO 1: https://www.youtube.com/watch?v=leS8I4xtAzw
VIDEO 2: https://www.youtube.com/watch?v=itzAGfn-0dU
VIDEO 3: https://www.youtube.com/watch?v=cURM8zuLbl4
VIDEO 4: https://www.youtube.com/watch?v=uSJq6JYtF8Y
VIDEO 5: https://www.youtube.com/watch?v=JBeOPoJYC6g

Mass outpouring honors Mozgovoi in Alchevsk (By Victor Shapinov, Union Borotba – 28/5/2015)
http://redstaroverdonbass.blogspot.com/2015/05/mass-outpouring-honors-mozgovoi-in.html



--- IL CORDOGLIO INTERNAZIONALE ---

Dagli organizzatori del Forum AIS giunge un APPELLO ALLA MOBILITAZIONE in coincidenza con i funerali delle vittime della vigliacca strage di Mihajlovka ad Alchevsk. APPUNTAMENTO MERCOLEDI' 27 MAGGIO 2015 ALLE ORE 10 del Donbass, ORE 9 italiane, IN TUTTI I LUOGHI-SIMBOLO DELLA RESISTENZA COMUNISTA: volantinaggi, presidii, deposizioni di fiori e tutto quanto possa servire a sottolineare che POSSONO UCCIDERE CHIUNQUE MA UN'IDEA NON MUORE


MASSA CARRARA 31 Maggio 2015
Comitato "Con l'Ucraina Antifascista" di Massa-Carrara: Commemorazione caduti della Brigata Prizrak (31.5.2015)
(Contiene splendide immagini della parata del 9 maggio ad Alchevsk e brani della poesia di Mozgovoj "Morire di maggio")
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=zaaF0jWPVPU
https://www.facebook.com/pages/Comitato-Con-lUcraina-Antifascista-Massa-Carrara/670180109769577


MILANO 30 maggio 2015 alle ore 16, Piazza dei Mercanti
Per il Donbass, per Mozgovoj
La Casa Rossa e i compagni milanesi della Carovana Antifascista nel Donbass chiamano gli antifascisti alla Loggia dei Mercanti, Sabato 30 Maggio dalle ore 16, per ricordare Mozgovoj e i compagni caduti con lui, perché senza memoria non c'è futuro. Riconfermiamo il nostro impegno per la causa: informare e combattere affinché la verità emerga dalla coltre di disinformazione di cui è vittima il nostro paese.
evento FB: https://www.facebook.com/events/1457845237846953/ -- https://www.facebook.com/events/363815050489674/


ROMA sabato 30 Maggio alle ore 11:00 MARCIA IN MEMORIA DEL COMANDANTE MOZGOVOJ E DEGLI ALTRI COMPAGNI CADUTI, DA PIAZZALE TIBURTINO AL CIMITERO DEL VERANO
evento FB: https://www.facebook.com/events/659268714174199/
COMUNICATO IN VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=C3Ot4vCow3c
VIDEO (Libera.Tv, 30 mag 2015): https://www.youtube.com/watch?v=uE4Sz9E1k3k
ROME 30/5: March in memory of Mozgovoj and the other fallen comrades – VIDEO AND PHOTOS:
https://www.facebook.com/voxkomm/photos/a.888776937845644.1073741869.502062676517074/888777517845586/?type=1&theater


BOLOGNA mercoledì 27 Maggio alle ore 11 in Piazza Verdi

MILANO mercoledì 27 Maggio alle ore 8 in Piazzale Loreto, davanti la Stele dei 15

NEW YORK Wednesday, May 27, 6:00pm to 7:00pm at the statue of Simon Bolivar, Southern end of Central Park
Report: http://redstaroverdonbass.blogspot.com/2015/05/new-york-memorial-for-commander-alexei.html
Photos: https://www.facebook.com/redguard/media_set?set=a.10205430417394368.1073741923.1668038703&type=3
Ruptly TV coverage: https://youtu.be/avfafij4GEg
Opening remarks: http://redstaroverdonbass.blogspot.com/2015/05/new-york-memorial-for-commander-alexei.html

IAC Statement: http://redstaroverdonbass.blogspot.com/2015/05/international-action-center-usa-on.html
Po russkij: http://redstaroverdonbass.blogspot.com/2015/05/27-2015-23-2015.html


BERLIN Wednesday, May 27, at 08:45 (9:45 Lugansk time) at the Soviet War Memorial in Treptow Park (kneeling soldiers)
We, the Communists of the anti-NATO group decided yesterday, to perform the ceremony for Alexei Mozgovoi and the comrades. We meet  with the pictures of the fallen of 5/23/2015.
This memorial is world famous. About 7000 of the Battle of Berlin fallen soldiers are buried here. For the design of the memorial in Berlin-Treptow, a competition was held by the Soviet headquarters to the received 33 designs. As of June 1946, by a Soviet collective creators originating proposal was implemented, which the architect Yakov S. Belopolski, the sculptor Yevgeny Vuchetich, the painter Alexander A. Gorpenko and the engineer Sarra S. Valerius presided.
A tribute and protest outside the US embassy is the next day held Lugansk time 16 clock. Again, we will bear the images of the victims of 5/23/2015.


Акции памяти Мозгового прошли в Европе и Америке (29.5.2015.): http://rusplt.ru/donbass/aktsii-pamyati-mozgovogo-proshli-v-evrope-i-amerike-17261.html

SPAIN: Recuerdo internacional por el Comandante Mozgovoj (Caravana Antifascista Bassotti, 28 mag 2015) – VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=JWXjfCR8yHg

In support of Donbass, in memory of Alexey Mozgovoi (Athens-photos 27.5.2015): https://solidarityantifascistukraine.wordpress.com/2015/05/27/φωτογραφίες-απ-τη-συγκέντρωση-στο-υπ-ε/

Banda Bassotti: Omaggio alla memoria del comandante Mozgovoj (26 mag 2015): VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=QQyq1hoiL3E

Iniziativa in Grecia, 24.5.2015: https://solidarityantifascistukraine.wordpress.com/2015/05/25/συνέντευξη-μοζγκοβόι-στην-ελληνική-α/


STATEMENTS:

IAC Statement: http://redstaroverdonbass.blogspot.com/2015/05/international-action-center-usa-on.html
Po russkij: http://redstaroverdonbass.blogspot.com/2015/05/27-2015-23-2015.html

Statement of the Presidium of the Central Committee of UCP (United Communist Party), Moscow

Statement of the Central Council of CYU (The Communist Youth Union), City of Moscow, May 25, 2015


Cordoglio del PRC per assassinio del comandante Mozgovoy e dei suoi compagni:
http://www.rifondazione.it/primapagina/?p=18229

PCdI: Onore al comandante Mozgovoj e ai combattenti dell'Ucraina anti-nazista
: http://www.marx21.it/internazionale/area-ex-urss/25656-onore-al-comandante-mozgovoj-e-ai-combattenti-dellucraina-anti-nazista.html


ANALISI // MOZIONI // PRESE DI POSIZIONE
FERMARE LA GUERRA IN UCRAINA SUBITO! NESSUNA TOLLERANZA PER LE FORZE NAZIFASCISTE!
F.I.R. (Federazione Internazionale dei resistenti, cui aderisce anche l'A.N.P.I. – anche su JUGOINFO)

Porre fine al terrore politico e all'arbitrio in Ucraina. Libertà ai prigionieri politici!
Dichiarazione del 48° Congresso straordinario del Partito Comunista di Ucraina (19 Settembre 2014)

Il Donbass tra competizione globale, resistenza antifascista e lotta di classe (di Marco Santopadre / RdC, 18/05 2015 – anche su JUGOINFO)

La sinistra russa che sostiene il Donbass (di Fabrizio Poggi, 5 Febbraio 2015 – anche su JUGOINFO)

OdG approvato al Congresso Provinciale dell'ANPI di Roma (12-15 maggio 2016) sulla questione dell'Ucraina:
"L’ANPI denuncia che nel cuore dell’Europa non solo si assiste al rifiorire di ideologie ed organizzazioni ispirate al nazifascismo, ma anche alla realizzazione, da parte delle Istituzioni, di pratiche di discriminazione, razzismo, violenza direttamente collegate a tali ispirazioni o simili ad esse. In particolare, ci si riferisce alle discriminazioni (compresa la negazione del diritto al voto) in atto contro i cittadini di origine etnico-linguistica russa ed all’esaltazione dei collaborazionisti coi nazifascisti nei Paesi Baltici, alla distruzione dei monumenti commemorativi dei caduti nella guerra antinazifascista in Polonia, Ucraina e Paesi Baltici, e soprattutto all’insieme delle azioni delle forze al potere a Kiev: in questo caso, alla messa fuorilegge del Partito Comunista, alla distruzione dei simboli della lotta antifascista, alla integrazione nelle forze militari di reparti esplicitamente neonazisti, alla esaltazione come eroi dei collaborazionisti coi nazisti nella Seconda Guerra Mondiale si aggiungono gli atti di guerra contro le genti del Donbass, con bombardamenti di case, scuole, ospedali, e le stragi neonaziste come quella di Odessa del 2 maggio 2014.
L’ANPI chiama i suoi aderenti e tutti gli antifascisti italiani a realizzare in tutte le forme democratiche una concreta solidarietà con gli antifascisti che in quei Paesi lottano contro simili orrori e contro la complicità oggettiva di chi, nella UE ed in generale in Occidente, appoggia, sostiene, finanzia i loro autori e ne tace il pericoloso legame con il nazifascismo"
(fonte: Silvio Marconi)


LO ZAMPINO TURCO: ANCHE JIHADISTI E REVANSCISTI TARTARI TRA GLI "ARRUOLATI"


La gioia di Kiev per gli attentati a Grozny: “apriamo un secondo fronte contro Mosca”
(di Fabrizio Poggi, 6 Dicembre 2014)

L'altra faccia della democrazia ucraina: il terrorismo Ceceno made in USA (di Nicolai Lilin, 3 feb 2015 – anche su JUGOINFO)

ISIS in Ukraine. Kiev and the jihadists: a dark alliance (by Justin Raimondo, March 06, 2015)
ITAL.: L’Impero del Caos si installa in Europa. Lo Stato Islamico in Ucraina (Justin Raimondo, 6 marzo 2015 – anche qui)

I ceceni e la guerra ucraina (di Giovanni Bensi, 18 marzo 2015 – anche su JUGOINFO)
Isa Munaev, comandante a Grozny durante la seconda guerra cecena, recentemente è morto nel Donbass. Era a capo di un battaglione pro-ucraino titolato a Dudaev...

Le milizie islamiche, alleate con i ceceni, aiutano l'Ucraina nella guerra contro i ribelli (Andrew E. Kramer – 7 luglio 2015 – anche su JUGOINFO)
... In Ucraina, le unità di Dzhokhar Dudayev e Sheikh Mansur, sono per lo più formate da ceceni, ma includono musulmani da altre aree di confine sovietiche come Uzbekistan e Balkars. La terza unità, la “Crimea”, è in prevalenza composta da tatari crimeani...

Islamic Battalions, Stocked With Chechens, Aid Ukraine in War With Rebels (by A.E. Kramer, The New York Times, July 7, 2015)
Wearing camouflage, with a bushy salt-and-pepper beard flowing over his chest and a bowie knife sheathed prominently in his belt... the man who calls himself “Muslim,” a former Chechen warlord, could not wave them over for more tea...

Le truppe d’assalto dell’Occidente democratico (PTV news 8 luglio 2015 – VIDEO)
L’ISIS in Medio oriente, islamisti ceceni e neonazisti in Ucraina. Sono queste le unità d’élite dell’Occidente democratico...

Ucraina, rispunta l’alleanza nazi-islamica. L’Isis a fianco delle brigate neofasciste (di Enrico Piovesana | 10 luglio 2015 – anche su JUGOINFO)
Il New York Times conferma il sodalizio militare di jihadisti e brigate ucraine contro i separatisti filorussi. Era già successo durante la Seconda Guerra Mondiale con le divisioni islamiche di SS croate, bosniache e albanesi. "L'alleanza rischia di aprire la porta alla Jihad in Europa"...

Ukraine Gets New 'Crimea': First All-Muslim Volunteer Battalion in Pipeline (11.07.2015)
Ukraine is set to form a Crimean Tatar battalion and name it “Crimea”; it will be the first volunteer Muslim unit in its Armed Forces, and directly subordinate to the Chief of Staff...

Ucraina e Turchia creano la Brigata internazionale musulmana (Reseau Voltaire, 4/8/2015)
Riunitosi presso l’hotel Bilkent di Ankara (Turchia) il 1° agosto 2015, sotto la presidenza congiunta del ministro degli Esteri ucraino Pavlo Klimkin, e del viceprimo ministro turco Numan Kurtulmus, il secondo Congresso mondiale dei Tartari ha accolto più di 200 associazioni...

Members of Daesh have been moved from Syria to Ukraine (Voltaire Network, 2.11.2015)
... Over the last three months, a base has been set up by Ukraine in Kherson, facing Crimea. Turkey has organised the transfer of several hundred Daesh combatants from Syria to Ukraine...

The Siege of Crimea. Berlin and Crimean Tatars / III (GFP Nov. 2015 – also in JUGOINFO)


Ucraina: da una guerra all'altra (di Fabrizio Poggi, 28 Dicembre 2015 – anche su JUGOINFO)
... il primo battaglione “Crimea” servirà per assicurare il blocco della penisola; il nuovo, denominato “Noman Čelebidžikhan” (il nazionalista tataro morto nel 1918 combattendo contro il giovane potere sovietico) sarà destinato ad azioni di sabotaggio e al terrorismo ai danni della popolazione della regione di Kherson...

Hundreds of Subversives Speaking Turkish, Arabic Infiltrate Donbass - DPR (Sputnik 31.12.2015)
Around 300 of Turkish- and Arabic-speaking mercenaries arrived in the city of Mariupol under Ukraine's control, the Donetsk People's Republic military reported citing locals...

L'Ucraina tra ricambi ai vertici di governo e necessità della guerra (di Fabrizio Poggi, 16 Febbraio 2016)
... negli ultimi giorni si sono fatte più ricorrenti le voci di una stretta collaborazione tra gruppi terroristici (e anche servizi segreti) turchi e il medžlis dei tatari di Crimea, in maggioranza sunniti-hanafiti. Dopo le passate dichiarazioni su corsi di sabotaggio e campi di addestramento sul territorio ucraino organizzati per il medžlis da istruttori turchi, ora circolano con insistenza indiscrezioni - ne ha parlato ieri LifeNews - sulla preparazione di azioni diversive in Crimea sotto la diretta supervisione dei “Lupi grigi” turchi, implicati anche nell'abbattimento dell'aereo di linea russo A321 sopra l'Egitto nell'ottobre scorso e utilizzati da Erdogan nella repressione dei curdi...

Ucraina. Le mire di Kiev sulla Crimea (di Fabrizio Poggi, 29 Febbraio 2016)
... Gruppi mobili di sabotatori stanno passando dal blocco economico della Crimea (...) al terrore aperto verso gli abitanti della regione di Kherson, confinante a ovest con la penisola, eletta al ruolo di avamposto dal medžlis dei tatari dopo la fuga dalla Crimea. Avamposto in cui il battaglione  musulmano “Noman Čelibidžikhan” (primo Mufti dei musulmani di Crimea, che avversò il potere sovietico) si va rimpinguando per l'afflusso di “gruppi radicali da tutto il mondo” e i lauti sostegni in armi del governo di Ankara. A detta del vice premier della Crimea, Ruslan Bal'bek, nel battaglione ci sarebbero ben pochi tatari e quasi solamente mercenari stranieri, per lo più dell'Isis. Secondo EurAsia Daily, la spina dorsale del battaglione sarebbe composta da islamisti dei “Lupi Grigi” fuggiti dalla Siria, insieme a elementi provenienti dall'Africa settentrionale e da altre parti del mondo...

Kiev: guerra al Donbass e regali alla Turchia (di Fabrizio Poggi, 8 aprile 2016 – anche su JUGOINFO)
... l’ultimo dei progetti messi a punto ... prevede la creazione di un centro autonomo dei tatari di Crimea nella regione di Kherson. Secondo il progetto, quest’ultima si chiamerà d’ora in poi Autonomia nazionale crimeano-tatara e la città stessa di Kherson verrà designata col nome turcofono di Khan-Geray, in onore al sultano che avrebbe liberato la Crimea dall’Orda d’Oro. Secondo Pravda.ru, nella nuova entità si insedieranno circa 200mila turchi-meskhetini... Ricordando le richieste avanzate da tempo in proposito dal cosiddetto Medžlis dei tatari di Crimea e, più di recente, le richieste di aiuto economico rivolte da Porošenko a Erdoğan, pare che il territorio di Kherson debba andare a garanzia di tali prestiti finanziari e un passo non insignificante sull’espansione turca nella regione...

Scenario jugoslavo per l’Ucraina della junta golpista? (di Fabrizio Poggi, 9 aprile 2016 – anche su JUGOINFO)
...  il leader del Medžlis dei tatari di Crimea, Mustafa Džemiliev, si dichiara erede dell’ultimo Khan Šakhin Geraj e pretende da Mosca la restituzione della residenza di Bakhčisaraj, quale condizione per il suo riconoscimento della Crimea russa...

Il 14 maggio 2016 l'Eurovision Song Contest 2016 viene fatto vincere alla tartara-ucraina con Jamala con un brano di propaganda antirussa.
La strumentalizzazione della identità tartara di Crimea si inserisce nella solita politica del divide et impera di cui furono già maestri i nazifascisti, che vezzeggiavano proprio gli stessi "piccoli popoli", dai Croati agli Ucraini, dai Bosgnacchi ai Tartari...
VIDEO: L’isteria antirussa si sposta sulle canzoni (PTV news 16 maggio 2016)
Ucraina: bombe al Donbass e onori al Medžlis dei tatari (di Fabrizio Poggi, 15 maggio 2016 – anche su JUGOINFO)


Ucraina: campi di addestramento ISIS a Mariupol (di Fabrizio Poggi, 16 maggio 2016 – anche su JUGOINFO)
Non da oggi le agenzie di informazione scrivono degli interessi comuni, soprattutto nel settore del transito di prodotti energetici, tra Ucraina e Turchia e, inoltre, delle assonanze ideologiche e delle comuni simpatie filonaziste di Ankara e Kiev, del sostegno che la prima fornirebbe alla seconda e della collaborazione tra “Lupi grigi” e altre formazioni fasciste turche al Medžlis dei tatari di Crimea nelle loro ambizioni di “riconquistare” a mano armata la penisola. Non da ora, è di dominio pubblico il sostegno multilaterale di Ankara alle organizzazioni terroristiche che combattono il governo siriano e, in particolar modo, all’Isis. Nel quadro di tale intreccio di legami perversi, il vice Comandante di corpo delle milizie della Repubblica popolare di Donetsk ha dichiarato oggi che l’intelligence militare della DNR avrebbe scoperto, nell’area di Mariupol, controllata dalle forze ucraine, una base di addestramento di terroristi islamisti provenienti da paesi arabi, che operano anche da truppe mercenarie agli ordini di Kiev. Secondo i dati della ricognizione, a condurre l’addestramento dei nuovi adepti sarebbero direttamente alcuni comandanti dell’Isis e la rotazione dei reparti mercenari avverrebbe mensilmente; dopo di che, gli uomini così formati passerebbero direttamente in Medio oriente, attraverso Ucraina e Turchia...

Krimtataren als Hilfstruppen gegen Moskau / III (GFP Mai 2016. – auch in JUGOINFO)


ucraina/jihaducraina.jpg



ucraina/SBU_simbolo2016.jpg
Il 24 ottobre 2016 è stato reso pubblico il nuovo simbolo dei servizi segreti ucraini SBU: lo si vede nella foto, esposto alle spalle del presidente Poroshenko e del nuovo capo dei servizi Vasilij Burbo. Nell'emblema, una macabra civetta tiene tra gli artigli una spada su cui è impressa la bandiera ucraina e questa spada squarcia la Federazione Russa, unico Stato ad essere colorato in grigio nella cartina. Sull'emblema campeggia a lettere cubitali lo slogan: "L'Ucraina sopra tutto", che scimmiotta il tedesco "Deutschland über alles". (fonte: M. Mondaini)


Sulla vicenda delle opere d'arte italiane, rubate nel Museo di Castelvecchio e rimaste ostaggio dei golpisti ucraini, si vedano



2017: La ex-sinistra continua a dare il peggio di se

ucraina/valentini2017.jpg
Bruno Valentini, attuale sindaco di Siena, in corsa per le primarie del Partito Democratico, su un sidecar con simbolo runico della SS-Panzer-Division ‘Das Reich‘ e del Battaglione nazista ucraino "Azov". La foto, postata dallo stesso Valentini, è accompagnata dal messaggio "Pronto per le Primarie...". (fonte: Comitato per il Donbass Antinazista su FB, 20.3.2017)



Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia - onlus
 
sito internet: http://www.cnj.it/
posta elettronica: j u g o c o o r d @ t i s c a l i . i t
notiziario telematico JUGOINFO:
http://groups.yahoo.com/group/crj-mailinglist/messages