Pagina in costruzione

 

Date da ricordare:

27.12.1942, a Bihač liberata, fino al 29 dicembre si svolge il I Congresso della gioventù antifascista di Jugoslavia.

28.12.1941, nel mulino abbandonnato „Cerealis“ a Djakovo, è stato formato il campo di concentramento per donne ebree e bambini, tra cui anche serbi. Nel lager c'erano più di 3.000 persone, tra cui bambini al di sotto di 14 anni. Dopo breve tempo sono morti in 687 tra donne e bambini. I rimasti sono stati trasferiti nel lager di Jasenovac e uccisi.

28.12.1942, a Podgora, cittadina in Dalmazia, e' stata fondata la base militare della Marina dell' ELPJ.

29.12.1920, proclamata la famigerata Obznana del Regno SCS, con l'obiettivo di proibire la continuazione del lavoro del PCJ. Sono stati licenziati tutti quelli che davano sostegno al Partito, mentre  circa 10.000 persone sono state arrestate.

30.12.1942, è formata la brigata dei giovani „Joža Vlahović“, già 16. Brigata Croata.

31.12.1942, a Washington, alla Conferenza dei rappresentanti dei governi degli USA, Gran Bretagna, URSS, Cina e altri 22 stati, è sottoscritta la Dichiarazione delle Nazioni Unite, alla quale possono aderire anche altri popoli che abbiano contribuito alla lotta contro l'hitlerismo.

Attentati degli ustascia croati emigrati:

29.12.1967, un ordigno esplosivo è trovato nel nostro Consolato a Sidney, il responsabile Mate Kovačić è arrestato.

29.12.1986, una bomba esplode davanti alla rappresentanza commerciale jugoslava a Melbourne.

30.12.1970, gli estremisti ustascia feriscono due cittadini di nazionalità jugoslava a Talbix.

8.1.1943, tradito a Pohorje in Slovenia il battaglione partigiano. Nello scontro contro i tedeschi, durato 3 ore, sono morti 69 partigiani, e 19 tedeschi. I feriti sono stati 20.

8.1.1991, la ditta “Astra” di Zagabria importa in Croazia 36.000 kalašnikov che vengono distribuiti prevalentemente sulla frontiera amministrativa con la Serbia.

9.1.1254, sull’ Isola di Korčula (si dice) nasce Marco Polo.

9.1.1991, la Presidenza della RSFJ emana l’ordinanza sullo scioglimento di tutte le formazioni illegali in Jugoslavia.

10.1.1920, a Ginevra è fondata la Società delle Nazioni, organizzazione internazionale per la sicurezza, la pace, lo sviluppo, la cooperazione internazionale.

11.1.1843, il re austriaco Ferdinando firma il decreto di proibizione dell’uso del termine "illirico", nel momento del grande risveglio di questo movimento in Croazia.

11.1.1945, a Skoplje in Macedonia si svolge la I Conferenza della Gioventù dei Balcani, nella quale viene sottolineato che dai “rivoluzionari, inqueti e sediziosi dei Balcani" sarà costruita una "parte d’Europa nella quale i popoli vivranno in pace e prosperità. Saranno il giardino d’Europa”. Hanno partecipato alla Conferenza rappresentanti di Jugoslavia, Bulgaria, Grecia e Albania.

11.1.1991, si tiene la 1. riunione dell’ Assemblea popolare della Repubblica di Serbia. Slobodan Unković viene eletto presidente dell’Assemblea, mentre Slobodan Milošević giura davanti ai deputati in qualità di Presidente della Repubblica.

12.1.1909, all’inizio della crisi, provocata dalla Annessione della Bosnia ed Erzegovina da parte dell’Austria (proclamata a ottobre), a Zagabria sono incriminati e arrestati 53 serbi di Croazia con l’accusa di aver propagato l’idea della Grande Serbia. Così ha inizio il processo per alto tradimento.