Siete nella sezione dedicata al carattere internazionale e internazionalista della Resistenza

Ottobre 1944: i giovanissimi combattenti che, nelle file della Seconda Brigata Proletaria, hanno preso parte ai combattimenti per la liberazione di Belgrado, posano soddisfatti per la foto-ricordo (dal libro: Pokret!, di A. Clementi, ed. ANPI Roma, 1989)

P A R T I G I A N I !

rright10.gif (248 byte) Vai alla vecchia home della sezione PARTIGIANI!

rright10.gif (248 byte) Vai al libro I PARTIGIANI JUGOSLAVI NELLA RESISTENZA ITALIANA

rright10.gif (248 byte) Vai alla vecchia pagina tematica sui partigiani sovietici nella Resistenza italiana

 

Volantino per L'Aquila, 25 Aprile 2018

[Aggiornamento 27.4.2018] Jugocoord Onlus è stato tra i promotori delle iniziative svolte per la Festa della Liberazione 2018 a L'Aquila: pubblichiamo alcune fotografie

 

Assieme agli altri partigiani e vittime del nazifascismo, anche gli jugoslavi combattenti su quel territorio sono stati ricordati esplicitamente.

Al Liceo Classico è stato inaugurato un Giardino dei Giusti, al cui interno una pianta è dedicata ad Amalia Agnelli che ospitò Panto Ćemović prima che questi venisse catturato e poi ucciso.
Uno specifico omaggio è stato reso a questo martire il 25 Aprile a partire dalle ore 11 nel Cimitero monumentale cittadino presso la sua tomba – vuota, a seguito del trasferimento della salma nel Sacrario di Sansepolcro, ma preservata per il suo valore simbolico.

Il pannello n.8 della mostra allestita alla ANPPIA de L'Aquila è dedicato a Panto
Il pannello n.8 della mostra allestita alla ANPPIA de L'Aquila è dedicato ai combattenti jugoslavi

Alle ore 12 a Casale Cappelli, teatro di un epico scontro il 5 maggio 1944 tra nazifascisti e partigiani tra i quali Dušan Radonjić e Nikola Basekić, è stato reso omaggio a Giovanni Vicenzo, caduto in quella occasione.

Nell'ambito della mostra fotografica allestita a cura dell'ANPPIA nel Parco del Castello (a partire dalle ore 16) un pannello era dedicato agli jugoslavi resistenti in città.

 

evento facebook

 

Sulla vicenda di Ćemović si veda l'approfondimento a cura di Riccardo Lolli

 

Selezione di fotografie: